30 luglio 2013

Teaser tuesdays #6



Buongiorno miei amati lettori!
E' di nuovo martedì e di conseguenza torna anche questa settimana Teaser Tuesdays, rubrica ideata dal blog Should Be Reading con lo scopo di condividere piccoli stralci delle nostre letture. Partecipare è semplicissimo, vi basterà:

- Prendere il libro che si sta leggendo
- Aprire ad una pagina a caso (o scegliere il passo che più vi ha colpito)
- Condividere il teaser scelto

Importante è non fare spoiler! Se vi va potete condividere con me la vostra lettura corrente e farmi sapere cosa ne pensate di quella che condivido io.

Il mio Teaser Tuesdays di oggi è tratto da Obsidian primo romanzo della serie Lux di Jennifer L. Armentrout.


Okay, ci siamo. Non c’è nulla di strano nel chiedere un’informazione.
Dall’altra parte si udirono dei passi pesanti, poi la porta si spalancò e mi ritrovai davanti un petto ampio e muscoloso. E nudo. Abbassai lo sguardo e rimasi… senza fiato.
Quel ragazzo aveva addominali pazzeschi. Perfetti. Di quelli che ti fanno venire voglia di allungare una mano. Non me lo sarei aspettata da un ragazzo di diciassette anni, ovvero l’età che credevo avesse, ma non osavo lamentarmi. Né parlare. Guardavo e basta.
Quando finalmente riuscii a sollevare lo sguardo, vidi un paio di zigomi alti e, nascosti da ciglia lunghe e folte, due occhi che mi fissavano.
«Sì?» Le sue labbra piene, da baciare, s’incresparono in una smorfia d’impazienza.
Aveva una voce ferma e profonda, il tipo di voce di chi è abituato a essere ascoltato e accontentato senza obiezioni. Gli occhi erano di un verde talmente brillante che non poteva essere vero, un verde smeraldo che spiccava sul quel viso abbronzato.
«Pronto?» fece lui appoggiando una mano allo stipite della porta e sporgendosi in avanti. «Hai perso la lingua?»
A quel punto mi ricordai di respirare e indietreggiai di un passo, arrossendo per l’imbarazzo.
Il ragazzo sollevò una mano per scostarsi un ricciolo dalla fronte. Guardò alle mie spalle, poi di nuovo me. «Quindi?»
Volevo morire, ma dissi ugualmente: «Mi… mi stavo chiedendo se per caso sapresti indicarmi il supermercato più vicino. Mi chiamo Katy. Mi sono trasferita nella casa accanto». Gliela indicai come un’idiota. «Due giorni fa, tipo…»
«Lo so.»
Oooccheeeeeeeei. «S-ssì, e quindi speravo che qualcuno sapesse indicarmi la strada più breve per il supermercato e magari anche un negozio che vende piante.»
«Piante.»
Qualcosa mi diceva che non era una domanda ma mi affrettai comunque a rispondere. «Già, il giardino davanti…»
Lui alzò solo il sopracciglio, come se fosse disgustato, e m’interruppe: «Okay». Non disse altro.
L’imbarazzo stava lentamente cedendo il posto alla rabbia. «Insomma, sì, mi servono delle piante…»
«Per il giardino. Ho capito.» Appoggiò il fianco contro lo stipite e incrociò le braccia. Una strana luce gli balenò negli occhi verdi. Non era impazienza, però.
Respirai di nuovo a fondo. Se mi interrompeva un’altra volta… Optai per il tono che usava mia madre quando da piccola mi sorprendeva con un oggetto appuntito in mano. «Cerco un negozio dove poter comprare generi alimentari e piante.»
«Tu lo sai che c’è solo un incrocio in questa città, vero?» Teneva entrambe le sopracciglia alzate ora, come se si stesse domandando come facevo a essere così tonta, così capii cos’era quella luce che avevo visto nel suo sguardo. Si divertiva a mettermi in imbarazzo.
Per un attimo non feci altro che fissarlo. Era il ragazzo più bello che avessi mai visto ma anche uno stronzo totale. Figurarsi. «Senti, volevo solo delle indicazioni. Ma evidentemente devo aver scelto il momento sbagliato.»
Lo vidi sollevare un angolo della bocca. «È sempre il momento sbagliato, piccola.»
«Piccola?» ripetei, sgranando gli occhi.
Di nuovo quel sopracciglio alzato. Stavo cominciando a innervosirmi sul serio.
«Non sono piccola. Ho diciassette anni.»
«Ah, è così?» disse lui divertito. «Io te ne avrei dati dodici. No. Forse tredici, mia sorella ha una bambola di là che mi ricorda proprio te. Tutta occhi, con la faccia da tonta.»


Sentitevi liberi di sfogarvi, aspetto i vostri commenti. Chi di voi l'ha già letto? Vi è piaciuto?

Stay tuned!
Xoxo, Giò

2 commenti:

  1. Io l'ho preso un paio di settimane fa, sono in trepidazione per leggerlo, ma altre letture hanno preso al momento la precedenza.... sono molto speranzosa spero non mi deluda!

    RispondiElimina

Grazie per i vostri commenti, li apprezzo tantissimo, sono fonte di gioia e soddisfazione per me! Non appena possibile, risponderò a tutti e passerò a dare un'occhiata ai vostri blog :) Mi raccomando, stay tuned! A presto, Giò ♥