28 agosto 2014

Recensione "Resta anche domani" di Gayle Forman

Buongiorno bellissimi.
Finalmente ho trovato un attimino di tempo per sedermi a scrivere questa recensione. L'avete attesa e io ve l'avevo promessa. Un compito arduo convincere qualcuno che un libro merita di essere letto, ma ci proviamo. Non avrò la sentenza assoluta, ma semplicemente ciò che ho sentito io durante la lettura. Toccherà a voi, poi, crederci oppure no. Il libro di cui vi parlo oggi, come molti sapranno, è Resta anche domani di Gayle Forman. Una ristampa Mondadori in occasione della prossima uscita del film nelle sale cinematografiche il 18 settembre 2014. Sotto vi lascerò poi anche il trailer, che alla fine è ciò che ha convinto me a leggere questo libro. Non ce l'ho fatta a resistergli, ho trovato il momento giusto e l'ho divorato.

Titolo: Resta anche domani
Autore: Gayle Forman
Editore: Mondadori
Pagine: 246
Data di pubblicazione: 24 Luglio 2014
Prezzo: 15 €
Trama: Non ti aspetteresti di sentire anche dopo. Eppure la musica continua a uscire dall'autoradio, attraverso le lamiere fumanti. E Mia continua a sentirla, mentre vede se stessa sul ciglio della strada e i genitori poco più in là, uccisi dall'impatto con il camion. Mia è in coma, ma la sua mente vede, soffre, ragiona e, soprattutto, ricorda. La passione per il violoncello e il sogno di diventare una grande musicista, l'ironia implacabile di Kim e la scazzottata che ha inaugurato la loro amicizia, l'amore di un ragazzo che sta per diven- tare una rockstar e la prima volta che, tra le sue mani, si è sentita vibrare come un delicato strumento. Ma ricorda anche quello che non troverà al suo risveglio: la tenerezza arruffata di suo padre, la grinta di sua madre, la vivacità del piccolo Teddy, l'emozione di vivere ogni giorno nella famiglia di un ex batterista punk e un'indomabile femminista. A tanta vita non si può rinunciare. Ma cosa rimane di lei, adesso, per cui valga la pena restare anche domani?

Recensione

Sometimes you make choices in life and sometimes choices make you

Non ti aspetteresti di sentire anche dopo e Mia questo l'ha imparato. Non si sarebbe mai aspettata di continuare a sentire quella musica che era parte di lei mentre la sua vita andava in frantumi così come l'automobile che avrebbe dovuto portare la famiglia in una gita improvvisata. 
Resta anche domani di Gayle Forman è la storia di Mia e di Adam. Violoncellista lei, chitarrista lui. La musica ha sempre segnato la loro vita. Due mondi così lontani che hanno saputo trovare il loro punto d'incontro proprio nella musica. A volte certi cammini sembrano segnati dal destino, come Adam per Mia ma anche come quella stupida neve che ha cambiato per sempre la vita di una famiglia intera. La neve, però, non è riuscita a seppellire i ricordi di una vita intera e la percezione di tutto ciò che le stava accadendo intorno. Sì, perché Mia si sveglia senza farlo davvero. Non è padrona del suo corpo, non lo comanda e non può tornare in esso. Può essere la spettatrice esterna della sua vita, vedere le conseguenze della disgrazia ma non può attraversare le porte, teletrasportarsi da una stanza all'altra. Essere in coma non è come acquisire una sorta di super poteri, ma forse è meglio dell'unica alternativa che aveva.
Alternative. Il viaggio intrapreso da Mia con il coma attraversa più volte queste alternative. Restare o morire. Cos'è giusto per una ragazza ormai orfana, che non ha più nulla se non appellarsi ancora ai suoi sogni, all'amore. Mia capisce così che la strada più facile sarebbe morire, mentre il difficile sarebbe vivere.
Trattenere il fiato con Resta anche domani è normale, lo capirete solamente leggendo. Mia ci introduce sin da subito il suo mondo, la sua famiglia, il suo fratellino Teddy ma basta un solo secondo per travolgere quella quotidianità normale. Il respiro di mozza, si fa irregolare, i battiti accelerano inseguendo la verità. La storia che ci viene raccontata è semplice, non ha una trama aggrovigliata da tenere a bada. Scorre veloce, imperterrita. Lo stile, segnato dalla sua dolcezza, inevitabilmente cattura trascinando anche noi tra le corsie di un ospedale insieme ad Adam, disposto a tutto pur di stare accanto alla ragazza che ama. Non è solo. Al suo fianco c'è anche Kim, la sua migliore amica. Ciò che ho adorato di questo libro è stato il modo che l'autrice ha scelto per raccontarci la storia di Mia. Una storia che si viene a comporre attraverso tanti flashback di piccoli episodi che hanno segnato però in un modo o in un altro la vita di Mia. Assistiamo al primo appuntamento di Mia e Adam e la vediamo innamorarsi per la prima volta, la vediamo incontrare quella che sarà poi la sua migliore amica e partecipiamo alla nascita della sua passione per la musica, quella classica, e in particolare per il violoncello perché è stato lui a scegliere lei. Una storia che coinvolge e travolge nella sua semplicità e nella sua ricchezza di emozioni. Un libro che fa riflettere. Non so se sia possibile non amare un libro così, credo che venga spontaneo come un impulso primordiale. Non è un libro perfetto Resta anche domani, questo no. Mi aspettavo decisamente qualcosina in più dal finale che mi ha lasciata senza parole. Mi aspettavo più pagine e concorderete con me che per voi sarà, alla fine, essenziale avere tra le mani il seguito, Where she went. Io non ho resistito a correre per leggere la trama, era più forte di me. Conoscevo la storia di Mia da circa un anno, da quando casualmente mi imbattei in una sua recensione. Non mi ero soffermata molto sulla trama però. Non era scattata la scintilla. Ogni tanto, però, periodicamente ritornava a presentarsi a me. Non ci ho dato peso finché non ho visto il trailer del film che uscirà il 18 settembre. Quello mi ha colpito veramente tanto, ossessionandomi e trascinandomi in libreria a comprare il cartaceo anche per la sua cover che amo. 
La storia di Mia ha i ritmi giusti che incalzano proprio come in un film, forse proprio per questo a colpirmi è stata la sua trasposizione. L'altro giorno mentre ascoltavo su Mtv ho sentito questa canzone e nella mia mente si è creata un'immagine limpida. Ho immaginato Adam accanto al letto di Mia che tenendole le mani le sussurrava questa canzone: Stay with me e inevitabilmente ho ripensato ad un passo del libro. Mi sembrava calzasse a pennello. Non è stato semplice scrivere questa recensione. Per niente. Tutto mi suonava male, ma ci ho provato. Posso finire solamente con un consiglio: entrate anche voi nella vita di Mia, fidatevi di lei. Provateci, perché merita davvero. 

Il mio consiglio musicale: Sam Smith - Stay With Me




Libro quasi perfetto, bello!
Ora ho finito davvero.
Spero che questo libro possa emozionare voi quanto me.
Un bacio, 
Giò

27 commenti:

  1. Leggere le recensioni con il consiglio musicale in sottofondo da sempre quel tocco in più.
    Ok Giò, ci proverò. Darò a Mia e Adam la possibilità di far palpitare il mio cuoricino.
    Se non mi convincono... scaricherò la colpa su di te, sappilo U.U
    :-*******

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi piace cercare una canzone che rispecchi il libro :3 ah ah ah ci sono riuscita *-* ecco, in caso è colpa mia u.u

      Elimina
  2. Stupendo questo libro *__* Non vedo l'ora esca il film!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Puoi dirlo! Anch'io non vedo l'ora *-* e non vedo anche loro di leggere Where she went.

      Elimina
  3. questo libro l'avevo snobbato per la rima cover orrenda e per la storia triste ma lo stata apprezzando in tanti quindi credo sia il caso di dargli un'occasione! bellissima recensione!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Concordo, anche io l'avevo snobbato per questo motivo. La storia, per quanto possa essere triste, non ti fa straziare o far passare la voglia di leggere anzi e il merito è dovuto molto ai flashback :) Grazie Lara :*

      Elimina
  4. Awwwww <3 *me felice che ti sia piaciuto*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche me tanto felice *-* in parte me lo sentivo che sarebbe andata così <3 e poi grazie anche a te che con il tuo entusiasmo mi hai convinta!

      Elimina
  5. La storia mi ispira parecchio ma, stranamente, più per il film che per il libro xD sarà il subconscio che cerca di limitare la WL :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Fino a poco prima di partire per le vacanze era così anche per me. Ero attirata dal film e non troppo dal libro e invece, lettura molto molto piacevole :)

      Elimina
  6. Tutto ti suonava male, Gio, ma la recensione ti è uscita proprio bene. Questo libro lo voglio leggere a tutti i costi. E poi, la canzone, è magnifica.

    Ps. Non amo, in generale, le ristampe in occasione dei film. Uffa.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Sara *-* davvero! Questa ristampa con questa cover è decisamente dieci mila volte meglio di quella che c'era in precedenza! La canzone calza a pennello con il libro, è vero.

      Elimina
  7. Che bella recensione! Fa davvero sentire l'emozione che vi sta dietro. Ero indecisa su questo libro, ma ora mi hai convinta. Appena ne avrò la possibilità lo leggerò.
    A proposito anch'io sono di Torino, per essere precisi in provincia, però studio in città:)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Awww Eliza, grazie *-* sono contenta di essere riuscita a trasmettere e a convincere :3

      Elimina
  8. Mh... E' un libro che non mi ispirava moltissimo fino ad ora, nonostante ultimamente sia onnipresente per via del battage pubblicitario per il film... Eppure tutto il tuo entusiasmo mi ha contagiata con un pochino di interesse... Ma sì dai, lo aggiungo in WL ;P

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Giusto perché un libro in più in WL in guasta mai :P so sorry sere!

      Elimina
  9. Ciao Giò! Hai scritto davvero una bella recensione! Io ho scoperto il libro proprio grazie al trailer del film e penso sarà uno dei prossimo ordini libreschi che farò! Le tue parole sono state la spinta decisiva! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Nymeria *-* sì, penso che il trailer abbia fatto proprio un bel effetto su noi lettori :3

      Elimina
  10. Ciao Gio! C'è un premio per te sul mo blog :)
    http://creaturedicarta.blogspot.it/2014/08/the-very-inspiring-blogger-award.html
    (si, lo so che hai già pubblicato i tuoi sette fatti, ma non potevo non nominarti ♥)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille Claudia ** passo volentieri a dare un'occhiata! :)

      Elimina
  11. Bellissima recensione mi ispira un sacco questo libro!!!

    RispondiElimina
  12. Ciao Gio, complimenti per la recensione, hai saputo emoziomarmi e se c'è riuscita la recensione credo che ci riuscirà anche il libro.Lo aggiungo subito alla mia WL

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Michela, non potevi farmi complimento migliore. Grazie davvero *-* spero con tutto il cuore che il libro possa trasmetterti le giuste emozioni :3

      Elimina
  13. Ecco. Questo libro ha appena ottenuto qualche punticino in più.
    Devo leggerlo? Tu, che dici?

    RispondiElimina

Grazie per i vostri commenti, li apprezzo tantissimo, sono fonte di gioia e soddisfazione per me! Non appena possibile, risponderò a tutti e passerò a dare un'occhiata ai vostri blog :) Mi raccomando, stay tuned! A presto, Giò ♥