20 ottobre 2014

BlogTour Luna senza Inverno di Alberto Camerra - Quarta Tappa: I conflitti del cuore


Buongiorno miei amati lettori!
Oggi ho il piacere di ospitare la quarta tappa del BlogTour dedicato al romanzo Luna senza Inverno di Alberto Camerra, in cui mi occuperò dei conflitti del cuore. Prima di iniziare, però, ci tenevo a farvi conoscere meglio il libro di cui andremo a parlare. Siete pronti?

Titolo: Luna senza Inverno
Autore: Alberto Camerra
Editore: Photocity Edizioni
Pagine: 200
Prezzo: 12€ carteceo, 3,99€ ebook
Trama: Tami vede cose che altri non vedono. Allucinazioni? Premonizioni? Cresce irrequieta, in una famiglia divisa. Pellerossa per metà, figlia di un indiano Hopi, conoscerà presto il rispetto per le abitudini e le tradizioni dei nativi, ostacolate dal perenne conflitto con la civiltà moderna. Una lettera, scritta da qualcuno che non vede da tempo, interrompe la sua precaria serenità. La costringe a un viaggio attraverso il deserto di un’Arizona colpita da una natura in piena ribellione, per recuperare quanto di più caro possiede. Contesa dall’amore di due uomini, la mezzosangue saprà di avere nelle sue mani il destino di una riserva indiana, così come indicatole da un anziano sciamano. Mentre temibili e antiche profezie Hopi rischiano di compiersi, Tami si confronterà con l’enigma che la circonda e le angoscia l’anima. Un romanzo di formazione che pone l’accento sulle radici di un popolo oppresso, tra leggende indiane e una straordinaria figura femminile destinata a lasciare il segno.
L'Autore: Alberto Camerra nasce a Limbiate (MB). Ha scritto racconti e pubblicato su due antologie. Menzione d’Onore letteraria a Valeggio Sul Mincio. Prima di Luna senza Inverno, ha scritto Fiori nella Neve e Al & Bo - la costola di Adama, entrambi best seller per Photocity Edizioni, e il blook Esdy.

Nella vita di tutti i giorni, le pene d’amore sono impossibili da evitare. Sentimenti non corrisposti spingono una persona ad un atteggiamento di amarezza, a volte disperazione e persino odio. Sono anche il pane di buona parte della narrativa, non soltanto di matrice rosa, ma anche avventurosa e gialla: quante volte, alla base di un omicidio, il movente principale è la gelosia o il tradimento? Lo insegna il mito di Romeo e Giulietta, Tristano e Isotta, Renzo e Lucia: amori ostacolati da famiglie in eterna rivalità, amori resi spinosi da ceti sociali differenti. Nella cultura nativa americana, uno dei personaggi di spicco coinvolto in un conflitto tra etnie diverse è quello di Pocahontas. Figlia di Wahunsunacock, governatore delle tribù della Virginia, soprannominata piccola svergognata, a causa di una natura particolarmente vivace, la celebre indiana visse tra gli amerindi e sposò un inglese, trasferendosi a Londra. La sua storia è circondata da molti punti oscuri e si presta a numerose trasposizioni romanzate. Una delle più conosciute e amate è quella offerta dalla Disney, che le dedicò due lungometraggi animati. Pocahontas è uno spirito libero, coraggiosa e amante della natura in cui vive, il suo destino è legato a quello di John Smith, da lei salvato, e a quello di John Rolfe, diventato suo marito. Fiera della propria origine indiana è disposta a lottare per difendere il suo amore. Rischia, secondo la versione di John Smith, la sua stessa incolumità per salvare il giovane inglese dai cacciatori indiani. In Luna senza Inverno, il personaggio principale ha in comune alcune delle caratteristiche della principessa amerindia, e deve fare i conti con la rivalità di due uomini che la amano. Entrambi sono attratti irrimediabilmente dalla sua indole ribelle. Tuttavia i sentimenti, benché tra i motori insostituibili del quotidiano, scontrandosi con la realtà, finiscono per assumere sembianze inaspettate. L’amore verso Tami, da parte dei due, ha radici lontane, capaci di condizionare l’esistenza e le scelte future. In una lunga danza che non riuscirà a frenare il desiderio e servirà soltanto a renderlo, per uno di loro, ossessivo. La schermaglia amorosa mina l’amicizia, già difficile, tra uomini appartenenti a culture opposte: la bianca da una parte, l’amerindia dall’altra. La frattura è destinata a rimanere insanabile? E cosa può arrivare a fare un innamorato respinto per tentare di conquistare il cuore dell’amata?


Vi aspettiamo lunedì prossimo con la Quinta tappa sul blog La tana di una booklover.

Un bacio, 
Giò

6 commenti:

  1. Ho letto da poco "Luna senza inverno" e ne sono rimasta affascinata. Emozioni e colpi di scena si susseguono senza sosta in un continuo alternarsi di tempo presente e flashback che tiene avvinta l'attenzione del lettore fino alla fine. Splendido il personaggio di Tami, costantemente avvolta da un alone di magia senza tempo. Complimenti all'autore e complimenti a te, Giò, per la tua bellissima recensione.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. @Donatella Pezzino

      Grazie per le belle parole che dedichi alla mia opera, Donatella. Come scrivo spesso; la fortuna di un libro è la conseguenza di quello che scrivono i suoi lettori. E io, finora, ho avuto la fortuna di trovarne alcuni davvero entusiasti e generosi.
      :-)

      Elimina
  2. Non conoscevo questo libro! *-* sono rimasta molto colpita dalla trama! spero di avere la possibilità di leggerlo, sembra bello! vi seguirò nel tour, vado a recuperare le altre tappe!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono contenta ti abbia incuriosito, a me personalmente intriga la somiglianza con Pochantoas che ho sempre amato *w*

      Elimina
    2. @Dreaming Fantasy

      Sono felice di aver suscitato il tuo interesse.
      A questa pagina trovi ogni riferimento inerente Luna senza Inverno: http://www.albertocamerra.com/p/luna-senza-inverno.html
      Fammi sapere se hai qualche curiosità in merito e la tua opinione sulle altre tappe. Spero di leggerti presto anche nelle prossime.
      :-)

      Elimina
    3. @CRAZY GIO

      Pocahontas è un personaggio fantastico e realmente esistito, come scrivo e come noto. La sua storia merita approfondimento e stima. Non era semplice vivere in quel periodo storico, specie se appartenevi all'altra civiltà, quella rossa.

      Colgo l'occasione per ringraziarti pubblicamente della tua ospitalità e dell'intervento alla tappa.
      :-)

      Elimina

Grazie per i vostri commenti, li apprezzo tantissimo, sono fonte di gioia e soddisfazione per me! Non appena possibile, risponderò a tutti e passerò a dare un'occhiata ai vostri blog :) Mi raccomando, stay tuned! A presto, Giò ♥