4 novembre 2014

Teaser tuesdays #30


Buonasera bellissimi!
Come andiamo? Oggi qui a Torino c'è un tempaccio brutto brutto, il freddo è proprio arrivato e io mi ritrovo davanti al pc mummificata con coperte e copertine per combatterlo. Domani, penso, sarà una giornata lunga. Ho deciso di partecipare alla manifestazione IoLavoro che si terrà proprio a Torino, chissà che non ci sia qualche svolta e nel frattempo continuo a studiare siccome i prossimi esami incombono in maniera prepotente, vicini vicinissimi. Mi sono accorta che non postavo questa rubrica, tra una cosa e l'altra, addirittura da fine agosto. Santi numi. Vediamo di recuperare e per farmi perdonare ho deciso di ricopiarvi per il Teaser Tuesdays di oggi un piccolo estratto del libro che sto leggendo in anteprima di prossima pubblicazione, ovvero Silver La porta di Liv, secondo romanzo della Trilogia dei Sogni di Kerstin Gier. Sono troppo contenta di questa nuova uscita e di poterlo leggere in anteprima *-*
Partecipare alla rubrica è semplicissimo, vi basterà:

- Prendere il libro che si sta leggendo
- Aprire ad una pagina a caso (o scegliere il passo che più vi ha colpito)
- Condividere il teaser scelto

Importante è non fare spoiler! Se vi va potete condividere con me la vostra lettura corrente e farmi sapere cosa ne pensate di quella che condivido io.


Le rivolsi un'occhiata truce attraverso gli occhiali. Una delle tipiche affermazioni di mia madre. Stavamo parlando della festa di compleanno di un tipo dell'ultimo anno che conoscevo appena, e io ero stata invitata solo come accompagnamento di Henry - mi sarebbe sembrato quantomeno idiota andarci senza di lui. A prescindere dal fatto che comunque, checché ne dicesse Florence, non dovevo essermi persa proprio niente. Le feste erano tutte uguali: troppe persone in uno spazio limitato, musica troppo alta e cibo troppo scarso. Si poteva parlare solo gridando, qualcuno beveva sempre troppo ed esagerava, e quando si ballava era un continuo darsi gomitate nelle costole. La mia idea di divertimento era decisamente diversa.
«Inoltre» la mamma si chinò ancora un po' di più in avanti, «inoltre, se Henry doveva fare da baby-sitter a sua sorella - cosa naturalmente degnissima - niente ti impediva di fargli compagnia, no?»
Questo era proprio un colpo basso. Nelle otto settimane e mezzo della nostra storia, Henry era venuto spesso a trovarmi qui, avevamo trascorso del tempo in camera mia, al parco, al cinema, alle feste, in biblioteca, al caffè dietro l'angolo e naturalmente nei nostri sogni. Ma non ero mai stata neppure una volta a casa sua. 
Della famiglia di Henry conoscevo solo la sua sorellina di quattro anni, Amy, e anche lei soltanto in sogno. Sapevo che aveva pure un fratello, Milo, di dodici anni, ma Henry parlava di rado di lui e mai dei suoi genitori. Negli ultimi tempi mi ero chiesta più di una volta se Henry mi tenesse di proposito lontana da casa sua. Molte delle notizie sulla sua famiglia non le avevo prese da lui, ma dal blog Secrecy.

(Tratto da Silver La porta di Liv, pagine 26-27)

Allora? Che ve ne pare? Siete contenti e curiosi di saperne di più? Aspettate questa uscita? Fatemi sapere tutto con un commento.

Un bacio,
Giò

6 commenti:

  1. Henry me puzza, me puuuuzzaaa!!! #teamgrayson
    Grazie Gio, per averci offerto una piccola finestrina di anteprima :3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Puzza tanto anche a me e anche io sono #TeamGrayson qua la mano sorella XD Figurati tesoro :*

      Elimina
  2. Ahhhhh ma come fai ad avere questo libro gia adesso... cmq bel pezzo ma anche io sopsetto che ci sa qualcosa di più con Grayson ..... e lo spero almeno cambierebbe un pò la storia hahahanon vedo l'ora di leggerlo un bacione!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Me l'ha spedito la CE in anteprima :)

      Elimina
  3. Ho sempre più voglia di leggerlo *_*

    RispondiElimina

Grazie per i vostri commenti, li apprezzo tantissimo, sono fonte di gioia e soddisfazione per me! Non appena possibile, risponderò a tutti e passerò a dare un'occhiata ai vostri blog :) Mi raccomando, stay tuned! A presto, Giò ♥