29 gennaio 2014

WWW Wednesdays #20


Buonasera miei amati lettori!
Dopo una giornata passata completamente sui libri a studiare mi concedo un po' di tempo per rilassarmi. Avete già visto il trailer del film Colpa delle stelle? AAAAAAAAH! *-* 
Torna questa settimana WWW Wednesdays, la rubrica ideata da Should Be Reading per condividere le nostre letture. Partecipare è facile, basta rispondere alle tre semplici domande rappresentate dalle W. Scatenatevi con i consigli e fatemi sapere il vostro WWW Wednesday.

- What are you currently reading? (Cosa stai leggendo?)


Ho iniziato poco fa Requiem, il capitolo conclusivo di una serie che mi ha appassionato tanto. Non posso dirvi molto per ora perché ho letto giusto il primo capitolo prima di cena. Posso dirvi però che ho paura di andare avanti dopo aver letto vari pareri qua e là. Speriamo in bene.

- What did you recently finish reading? (Quale libro hai finito di recente?)


L'ultimo libro letto e terminato è stato Con te sarà diverso di Jessica Sorensen. Romanzo dolce ma pungente. Mi è piaciuto ma ci sono un paio di appunti che devo fare, ma per quello ci sarà la recensione. In ogni caso è stata una lettura piacevole che mi ha coinvolto.

- What do you think you’ll read next? (Quale libro pensi sarà la tua prossima lettura?)

Sinceramente? Non lo so. Ci sono vari libri che voglio leggere, alcuni usciti da poco e altri da qualche mese. Vedrò prima come procederà la lettura con Requiem e poi farò la mia scelta. In ogni caso penso che i titoli, occhio e croce, li sapete. Sono ben accetti consigli.

Quali sono le vostre WWW della settimana? Cosa ne pensate di queste letture?

Stay tuned!
Xoxo, Giò

28 gennaio 2014

Teaser tuesdays #17 + estrazione giveaway


Dopo una giornata di pausa, dedicata unicamente alla mia passione per la musica, eccomi che ritorno qui con la consueta rubrica del martedì. Pensavate che fossi scappata? Certo che no.
Prima di procedere però volevo annunciare il vincitore del giveaway che si è chiuso ieri, che ricordo metteva in palio una copia a scelta dei romanzi di Colleen Hoover autografata. Ebbene...la vincitrice è:

daydream
Complimenti tesoro!

Archiviata questa parentesi, dicevamo che è di nuovo martedì, quindi è tempo del nostro Teaser Tuesdays, la rubrica ideata dal blog Should Be Reading con lo scopo di condividere piccoli stralci delle nostre letture. Partecipare alla rubrica è semplicissimo, vi basterà:

- Prendere il libro che si sta leggendo
- Aprire ad una pagina a caso (o scegliere il passo che più vi ha colpito)
- Condividere il teaser scelto

Importante è non fare spoiler! Se vi va potete condividere con me la vostra lettura corrente e farmi sapere cosa ne pensate di quella che condivido io.

Il Teaser Tuesdays che ho deciso di condividere con voi oggi è tratto dall'ultima lettura che ho terminato che però devo ancora recensirvi, Con te sarà diverso di Jessica Sorensen.


«Ci sono dentro fino al collo», dico a Seth appena viene ad aprire la porta. «Anche di più».
Seth mette in pausa il televisore, si siede sul letto e mi fa segno di raggiungerlo. «Vieni qui e vuota il sacco».
Mollo a terra la borsa e mi lascio cadere sul letto. «Kayden mi ha chiesto di andare in un locale con lui e Luke questa sera e io, per caso, ho detto di sì».
«Come puoi dire sì per caso a un invito del genere?».
Sbuffo tutta la mia frustrazione. «Continuava a sorridermi e a mettermi in imbarazzo, e non riuscivo più a ragionare».
Seth si lascia sfuggire una risatina. «Oh mio Dio, hai una cotta per lui».
Scuoto energicamente la testa: il solo pensiero mi mette in ansia. «Non è vero».
Il materasso sussulta sotto di me mentre Seth esprime tutto il suo entusiasmo. «Sì che è vero! Ti sei presa la tua prima cotta, Callie! Non è eccitante?».
Continuo a scuotere ostinatamente la testa. «Non ho una cotta per lui. È un bel ragazzo? Ovvio. Lo è da quando eravamo in terza elementare». Faccio una pausa per contenere la mia agitazione. «E ho avuto altre cotte prima d’ora, anche se non sono durate a lungo».
«Così hai una cotta per lui». Prende il telecomando e spegne il televisore. «È un’ottima cosa, e ci permette di depennare il punto numero cinque dalla nostra lista».
«Non intendo ballare», obietto, non sapendo più cosa inventarmi. «Ballare significa toccarsi, stare a contatto con le persone. Non posso farlo».
«Sì che puoi. L’hai fatto con me almeno un centinaio di volte», mi incoraggia. «Pensa a quando ci siamo conosciuti. Mi rivolgevi a stento la parola e sembravi sempre sul punto di accoltellarmi con una matita o roba simile. Guardati adesso. Sei seduta sul mio letto, nella mia stanza, io e te da soli. Ne hai fatti di passi avanti, piccola Callie».
«Ma tu sei tu», sospiro demoralizzata. «Mi fido di te».
«Sì, ma ho dovuto prima guadagnarmi la tua fiducia».
«Lo so e non è stato facile. Mi sorprende che tu riesca ancora a sopportarmi».
Salta su dal letto e apre il primo cassetto del comò. «Ne è valsa la pena».

Sentitevi liberi di sfogarvi, aspetto i vostri commenti. Chi di voi l'ha già letto? Vi è piaciuto?

Stay tuned!
Xoxo, Giò

26 gennaio 2014

TAG: Gods of Olympus


Buona sera a tutti!
Come procedono le vostre giornate? Io dovrei studiare per la sessione invernale ma preferirei passare il mio tempo buttata sul letto a leggere di continuo. Mi capite vero?
E' diverso tempo che non posto un tag, per cui ho deciso di proporvi questo che ho visto sul blog The Bookshelf. L'ho trovato davvero troppo carino e poi i tag sono contagiosi, non trovate? Questo è il TAG: Gods of Olympus e prevede una domanda per ogni divinità olimpica più una tredicesima bonus.

ZEUS: NOMINA IL TUO LEADER LETTERARIO PREFERITO, BUONO O CATTIVO CHE SIA.
Ho provato a rifletterci un po' su quale fosse il mio leader preferito. Pensavo e ripensavo ma il nome rimaneva quello. Il mio leader preferito è coraggioso, è leale e crede nel bene che trionfa sul male. Avete capito di chi si tratta? E' proprio lui, Harry Potter.
Lui è il mio eroe!
ERA: QUALI SONO I TUOI GENITORI LETTERARI PREFERITI?
Ammetto che ultimamente non mi sono più affezionata a genitori letterari, forse perché avevano una parte marginale, oppure perché morti oppure ancora perché li avrei presi a botte io stessa. Per tutti questi motivi vado a pescare nei ricordi della mia adolescenza con i bei momenti passati a leggere la saga di Harry Potter e cito Molly e Arthur Weasley. Una coppia con cui le risate sono assicurate, entrambi con strambe manie che li rendono riconoscibili immediatamente. Poi come non citare Lily e James Potter? Nei libri non vengono raccontati moltissimi episodi che li riguardano ma con il supporto di fan fiction e generis è impossibile non amarli.


DEMETRA: QUALE CIBO LETTERARIO TI PIACEREBBE PROVARE?
Ora avete tutte le ragioni di questo mondo per dire che sono ripetitiva, ma trovatemi una risposta migliore a quella che sto per dare e avrete vinto. La verità è che negli ultimi libri che sto leggendo i cibi descritti sono cibi normalissimi, mentre in Harry Potter ho una sfilza di cose che vorrei assaggiare e gustare per bene. Il sogno sarebbe quello di partecipare ad uno di quei banchetti senza fine. Immaginatevi Burrobirre, Idromele, Cioccorane e anche le Gelatine Tuttigusti + 1, Api Frizzole, Zuccotti di Zucca e l'intero reparto di Mielandia, questo è il paradiso ragazzi.

POSEIDONE: NOMINA UN LIBRO IN CUI L'ACQUA HA UN RUOLO FONDAMENTALE, NELLA TRAMA O NELLE AMBIENTAZIONI.
Per Poseidone scelgo come libro Divergent siccome l'acqua sarà molto importante in una delle prove nel tunnel delle paure.

DIONISO: CON QUALE PERSONAGGIO VORRESTI FARE UNA FESTA?
Premettendo che non amo molto le feste e tutto questo genere di cose, sono un tipo poco sociale e parecchio chiuso. Se dovessi scegliere qualcuno con cui passare del tempo per una serata tranquilla tra amiche opterei per Callie di Con te sarà diverso, Katy di Obsidian e Sky di Le coincidenze dell'amore.

APOLLO: NOMINA UN GRANDE LIBRO D'ESORDIO (OPPURE, IL PRIMO LIBRO DI UNA SAGA CHE HAI DAVVERO AMATO)
Sono davvero indecisa su questa risposta. Potrei dire il già citato Divergent della Roth così come tanti altri libri. Mi verrebbe da pensare al grande esordio di John Green con Cercando Alaska ma alla fine la mia scelta è ricaduta sulla Hoover e precisamente sul suo Tutto ciò che sappiamo dell'amore. Amo tutto in questo libro, non c'è una singola parola che non sia perfetta. Amo Will, amo Will con Lake, amo lo slam. Tutto questo è pura poesia.





ARTEMIDE: CHI È LA TUA EROINA PREFERITA?
Anche qui mi sono venute in mente due eroine che apprezzo un sacco: Katniss e Hermione. Completamente diverse tra di loro, ma dovendone scegliere una la mia risposta è Hermione Granger Katniss Everdeen

HERMES: SE POTESSI VIAGGIARE IN QUALSIASI AMBIENTAZIONE LETTERARIA, REALE O NO, DOVE ANDRESTI?
La me originale direbbe probabilmente Panem o qualche altro posto che ora non mi viene in mente, ma io non sono originale e per me casa è una sola. Avete capito vero? Quindi se potessi visitare qualsiasi ambientazione letteraria io vorrei andare ad Hogwarts, la mia casa. Al massimo mi concederei un giretto alla Vampire Academy, ma dovrei fare molta attenzione perché potrei attirare su di me una sfilza di vampiri affamati.

ATENA: NOMINA UN PERSONAGGIO INTELLIGENTE
Personaggio intelligente? Ehi ragazzi la risposta può essere solo ed esclusivamente una: Hermione Granger. Non conosco una persona più intelligente di lei. Ha salvato il fondoschiena di Harry e Ron così tante volte con il suo cervellino che si merita la medaglia di personaggio più intelligente della storia. Vi ricordate la sua mano che scatta in alto per rispondere a ogni domanda dei professori? E' lei.

EFESTO: SE POTESSI AVERE UN QUALSIASI OGGETTO LETTERARIO (ARMA O GADGET CHE SIA), COSA VORRESTI?
Il Tardis vale come oggetto letterario? Non vi piacerebbe andare dove vi pare e soprattutto quando vi pare? A parte gli scherzi, voglio una bacchetta magica, la voglio da sempre. Voglio imparare a fare gli incantesimi, così mi potrò sfogare senza freni ahuahaaahuahau. Poi voglio una giratempo, una scopa volante e tante tante altre cose magiche che potrò reperire durante il mio viaggetto sopracitato a Hogwarts.

ARES: QUAL È LA TUA BATTAGLIA LETTERARIA PREFERITA?
Negli ultimi libri letti si parla spesso di battaglie letterarie, ma la prima e in assoluto la migliore è quella che vede contrapposto il Bene contro il Male rappresentati da niente meno che Harry Potter e Voldermort. Sì signori, parlo della Battaglia di Hogwarts narrata ne Harry Potter e i Doni della Morte, cardiopalma all'ultimo respiro e pianto assicurato.

AFRODITE: QUAL È LA TUA ULTIMATE SHIP?
Dovete sapere che io shippo sempre delle coppie. Lo faccio con i telefilm, lo faccio nei libri e mi viene completamente spontaneo. Potrei citarvi mille coppie da me shippate ma mi limiterò a nominare l'ultima approdata nel mio cuore: Callie e Kayden di Con te sarà diverso. Provate a conoscerli e ditemi se è possibile non amarli. 

ADE: SE POTESSI RICHIEDERE AD ADE DI RIPORTARE IN VITA UN PERSONAGGIO LETTERARIO, QUALE SCEGLIERESTI?
Potrei fare ad Ade una lista lunghissima di nomi, per cui il consiglio sarebbe di accoccolarsi sul divano con coperta e cioccolata calda. Come dicevo vorrei rivedere in vita moltissimi personaggi, ma siccome sono buona mi concentro solamente su una saga. Indovinate un po' a caso di quale si tratta? Sono banale lo so. Comunque riporterei in vita ops Ade dovrebbe riportare in vita: Sirius, Fred Weasley, Silente, Piton, Dobby, Remus e Tonks e tutti gli altri che non ho citato. Ho detto TUTTI. Hai capito bene Ade?

ULTIMA DOMANDA: SE POTESSI ESSERE IL DIO\LA DEA DI QUALSIASI COSA, CHI VORRESTI ESSERE E COSA PENSI SAREBBE ADATTO ALLA TUA PERSONALITÀ? 
Bella domanda! Avrei potuto rispondere anche in altri modi, come già ha fatto Mel nel suo tag, siamo molto simili noi due, ma voglio essere originale e dico che sarei la Dea dei pensieri infiniti. Sì, avete capito bene. La mia testa è sempre in movimento, non si ferma mai e a volte esagera e sono costretta a metterla al guinzaglio. In ogni caso questa dea sarebbe azzeccata per me.

Il tag è finito. Siete tutti taggati. Sono curiosa di scoprire le vostre risposte e sapere cosa pensate delle mie.

Stay tuned!
Xoxo, Giò

Anteprime #19: "La mia amica ebrea" e "Quando dal cielo cadevano le stelle" di Rebecca e Sofia Domino

Come sicuramente saprete, domani 27 Gennaio si celebrerà, come ogni anno, la Giornata della Memoria per non smettere mai di ricordare. Per l'occasione vi volevo mostrare due anteprime di libri di due autrici italiane che usciranno proprio domani e trattano i temi dell'Olocausto.

Titolo: La mia amica ebrea
Autrice: Rebecca Domino
Distribuzione: Lulu
Pagine: 300
Prezzo: 1,99€ ebook
Data di uscita: 27 gennaio 2014

Trama: Amburgo, 1943. La vita di Josepha, quindici anni, trascorre fra le uscite con le amiche, le lezioni e i sogni, nonostante la Seconda Guerra Mondiale. Le cose cambiano quando suo padre decide di nascondere in soffitta una famiglia di ebrei. Fra loro c'è Rina, quindici anni, grandi e profondi occhi scuri.
Nella Germania nazista, giorno dopo giorno sboccia una delicata amicizia fra una ragazzina ariana, che è cresciuta con la propaganda di Hitler, e una ragazzina ebrea, che si sta nascondendo a quello che sembra essere il destino di tutta la sua gente. Ma quando Josepha dovrà rinunciare improvvisamente alla sua casa e dovrà lottare per continuare a sperare e per cercare di proteggere Rina, l'unione fra le due ragazzine, in un Amburgo martoriata dalle bombe e dalla paura, continuerà a riempire i loro cuori di speranza. Un romanzo che accende i riflettori su uno dei lati meno conosciuti dell'Olocausto, la voce degli "eroi silenziosi", uomini, donne e giovani che hanno aiutato gli ebrei in uno dei periodi più bui della Storia.
L'autrice: Sono nata nel 1984, e da sempre sono appassionata di scrittura. Dopo aver messo da parte questa mia grande passione per molti anni, sono tornata a scrivere e adesso è ciò che mi piace di più fare.
Sono anche un'appassionata viaggiatrice e lettrice. "La mia amica ebrea" è il mio primo romanzo. Sito utile

Titolo: Quando dal cielo cadevano le stelle
Autore: Sofia Domino
Distribuzione: Lulu
Pagine: 496
Prezzo: 1,99€ ebook
Data di uscita: 27 gennaio 2014

Trama: Lia ha tredici anni. È una ragazzina italiana piena di sogni e di allegria, con l’unica colpa di essere ebrea durante la Seconda Guerra Mondiale. Dallo scoppio delle leggi razziali la sua vita cambia, e con la sua famiglia è costretta a rifugiarsi in numerosi nascondigli, a sparire dal mondo. Da quel mondo di cui vuole fare disperatamente parte. Passano gli anni, conditi da giornate piene di vicende, di primi amori, di paure e di speranze, come quella più grande, la speranza che presto la guerra finirà. Ma nessuno ha preparato Lia alla rabbia dei nazisti. Il 16 ottobre 1943, la comunità ebraica del ghetto di Roma viene rastrellata dalla Gestapo e i nazisti le ricorderanno che una ragazzina ebrea non ha il diritto di sognare, di sperare, di amare. Di vivere. Lia sarà deportata ad Auschwitz con la sua famiglia, e da quel giorno avrà inizio il suo incubo. Terrore, lavoro, malattie, camere a gas, morti. E determinazione. Quella che Lia non vuole abbandonare. Quella determinazione che vorrà usare per gridare al mondo di non dimenticare. Quella determinazione che brillerà nei suoi occhi quando il freddo sarà troppo pungente, quando la fame sarà lancinante, quando la morte sarà troppo vicina e quando sarà deportata in altri campi di concentramento. Quella determinazione che le farà amare la vita, e che le ricorderà che anche le ragazzine ebree hanno il diritto di sognare. Perché non esistano mai più le casacche a righe, perché nessuno sia più costretto a vivere in base a un numero tatuato su un braccio o in base a una stella cucita sulla veste. Perché dal cielo non cadano più le stelle.
L'autrice: Sono nata nel 1987 e sin da quando ero piccola mi piaceva scrivere temi e racconti. Adesso la scrittura è la mia passione principale. Oltre a scrivere adoro leggere e sognare. Inoltre, viaggio non appena posso. "Quando dal cielo cadevano le stelle" è il mio primo romanzo. Sito utile

Cosa ne pensate? Leggete solitamente libri con questo tema di sottofondo?

Stay tuned!
Xoxo, Giò

24 gennaio 2014

Recensione "Chaos" di Lauren Oliver

Dopo aver pazientato un paio di mesi prima di leggere questo libro, ecco che finalmente sono pronta a recensirvi Chaos, il secondo volume della serie Delirium dalla penna sadica e masochista di Lauren Oliver. Edito in Italia con la Piemme Freeway, è da poco uscito anche l'ultimo volume, che presto leggerò.

Titolo: Chaos
Titolo originale: Pandemonium
Autrice: Lauren Oliver
Editore: Piemme Freeway
Data di pubblicazione: 5 marzo 2013
Pagine: 317
Prezzo: € 17.00
Acquista qui cartaceo
Trama: Nel mondo di Lena l’amore è bollato come delirium, una terribile malattia che va estirpata da ogni ragazzo prima che raggiunga i sedici anni. Lena non vede l’ora di ricevere la cura, perché ha paura di innamorarsi ed essere emarginata dalla società, ma proprio il giorno dell’esame conosce Alex, un ragazzo bellissimo e ribelle che ha votato la sua vita a combattere contro chi vuole renderli privi di emozioni. L’amore tra Lena e Alex comincia tumultuoso e cresce ogni giorno di più, fino a che i due innamorati non decidono di scappare nelle Terre Selvagge per unirsi definitivamente alla ribellione, ma purtroppo i piani non vanno come previsto… Ora Lena è da sola nelle Terre Selavagge, senza Alex, che ha visto cadere dall’altra parte della rete, senza la sua amica Hana, con cui ha litigato prima della fuga, e senza la vita che conosceva. E vuole dimenticare quello che è successo, perché ricordare fa troppo male. Adesso è il tempo di farsi nuovi amici ed è il tempo di unirsi alla ribellione: contro chi vuole estirpare la possibilità di amare dal cuore di tutti gli uomini e contro chi le ha portato via Alex…
Recensione

Dopo il finale mozzafiato che ci aveva lasciato con il fiato sospeso con la conclusione di Delirium, Lena è riuscita a raggiungere finalmente le Terre Selvagge così come aveva progettato Alex, che ha donato la sua vita promettendo alla ragazza una nuova libertà e una nuova rinascita. Lì viene trovata da Raven, capo di un gruppo di invalidi che vivono nelle Terre Selvagge e componente della Resistenza, che l'accoglie e la rimette in forza prendendosi cura di lei.
Per gran parte di questo secondo volume, la narrazione viene divisa da un prima e da un adesso. Nel prima vedremo come Lena impari a sopravvivere accanto agli Invalidi. Avremo l'occasione di entrare a contatto con tanti personaggi con ognuno una propria storia da raccontare, con un passato da dimenticare. Mentre nel adesso vediamo come nasce la nuova Lena che ora vive a New York, sotto falsa identità come membro della Resistenza, con unico scopo quello di tenere sott'occhio Julian Fineman, figlio del capo dell'ALD.
Spesso in Lena sarà la confusione a regnare, il nemico diventa amico, l'amico sembra voltare le spalle, una nuova forma d'amore si forma dall'odio e dal dolore; tutto questo per simboleggiare il cammino di crescita a cui assistiamo con Lena.
Sarà la raccomandazione di Raven e Tack a cambiare tutto. "Segui a qualsiasi costo Julian Fineman", ed è proprio questo che Lena fa durante una manifestazione dell'ALD che viene interrotta dall'arrivo delle Iene. Lo seguirà nelle vecchie gallerie della metropolitana newyorkese e inizierà con lui un'avventura pericolosa quanto emozionante che vi terrà con il fiato sospeso fino all'ultima pagina. In questo modo abbiamo modo di venire a conoscenza di piccoli dettagli della vita del sottosuolo delle Terre Selvagge che era solamente accennata in Delirium. Colpi di scena e azione non vi abbandoneranno mai nell'adesso che deve affrontare Lena ma c'è posto anche per un po' di sentimento e dolcezza che avevano caratterizzato la narrazione in Delirium.
Per tutta la durata della lettura ho avuto un nodo in gola pensando ad Alex. Non credevo fosse morto davvero. Non volevo che fosse morto davvero, mi diceva che tutto ciò non aveva senso e non poteva essere vero. Ho provato ad odiare Julian ma alla fine mi sono affezionata anche a lui, ma in un modo diverso. Julian emana dolcezza, è tenero e sembra un cucciolo ma Alex è sempre stato amore e tutto questo non si può cancellare. Non c'è stato un solo momento in cui ho smesso di pensare a lui.
Anche in Chaos, l'autrice si dimostra degna del suo essere sadica. Mette così alla prova il povero lettore che è costretto a fare i conti con le sue emozioni, la tensione sempre elevata fino a scoppiare nel suo finale al cardiopalma che mi ha lasciato sconvolta ma nello stesso tempo era qualcosa di cui avevo paura.
Ora non so proprio cosa aspettarmi da Requiem, ma spero che la Oliver saprà appassionarmi e sconvolgermi ancora. Chaos lo consiglio a tutti coloro che amano le avventure di ogni genere, a coloro che sono pronti a tutto e a coloro che credono che l'amore trionferà sempre. Ho cercato di scrivere una recensione priva di spoiler, dicendo quanto basta per farvi incuriosire da questo splendido libro. In Chaos vi sembrerà di non aver mai terminato quella corsa iniziata a bordo di una moto per sfuggire ai regolatori di Portland.

Libro quasi perfetto, bello!
Stay tuned!
Xoxo, Giò

22 gennaio 2014

WWW Wednesdays #19


Buonasera miei amati lettori!
Mi stavo per fiondare nella mia dose serale di telefilm, ma poi il mio senso da brava blogger mi ha ricordato che ero praticamente sparita e dovevo postare almeno il post di oggi, siccome non ho nemmeno scritto la recensione che avrei voluto -.- Non sono poi una così brava blogger, a parte che mi fa strano dire blogger, ma non lo dite troppo in giro. Per di più sono in piena loop per alcune canzoni non proprio a caso che sto ascoltando anche adesso. Sono un caso perso, lo so.
Ora basta, devo smettere di blaterare e arrivare al dunque e ritrovare un briciolo di serietà, ma a chi la do a bere.
Torna questa settimana WWW Wednesdays, la rubrica ideata da Should Be Reading per condividere le nostre letture. Partecipare è facile, basta rispondere alle tre semplici domande rappresentate dalle W. Scatenatevi con i consigli e fatemi sapere il vostro WWW Wednesday.

- What are you currently reading? (Cosa stai leggendo?)


Ho appena iniziato a leggere Con te sarà diverso di Jessica Sorensen e spero tanto di impazzire per questo libro, una parte di me senta che questo succederà. Sapete quando vi innamorate di una storia ancor prima di avere il libro tra le mani? Ecco, è proprio così.

- What did you recently finish reading? (Quale libro hai finito di recente?)


Ho finito giusto stanotte Chaos, il secondo volume della serie Delirium di Lauren Oliver. Mi è piaciuto un sacco davvero. Devo solo più scrivere la recensione, ma state tranquilli, lo farò presto. Ho avuto delle sensazioni per tutto il libro e non mi sono sbagliata. Ora non so proprio cosa aspettarmi da Requiem.

- What do you think you’ll read next? (Quale libro pensi sarà la tua prossima lettura?)



Come tutte le settimane sono un po' indecisa. Vorrei poter leggere molti più libri di quelli che alla fine leggo effettivamente. Non potete capire quanto mi dispiaccia questo, anche perché poi mi sento una persona cattiva, tanto cattiva. Tra i miei obiettivi ci sono quello di leggere sicuramente Requiem perché voglio terminare la serie. Se dovessi poi essere, per miracolo, veloce ci sono tutta una serie di letture che voglio affrontare e toccherà alla sorte decidere.

Quali sono le vostre WWW della settimana? Cosa ne pensate di queste letture?

Stay tuned!
Xoxo, Giò 

20 gennaio 2014

Anteprime #18: "Per un giorno d'amore" e "Per un anno d'amore" di Gayle Forman

Altra anteprima che vi voglio mostrare oggi è quella di una duologia, serie di Just One Day, in uscita per Mondadori della scrittrice Gayle Forman, di cui in Italia è stato già pubblicato Resta anche domani (che ovviamente devo ancora leggere). Avevo già sentito ben parlare di questi libri e l'attesa e la curiosità è salita, se non fosse per quelle orrende cover, che proprio non mi piacciono, a differenza di quelle originali che trovo proprio carine.

Titolo: Per un giorno d'amore
Autore: Gayle Forman
Serie: Just One Day #1
Editore: Mondadori
Pagine: 400 ca.
Data di Pubblicazione: 28 Gennaio 2014
Prezzo: 14,90€

Trama: Sono finite le superiori e Allyson e la sua migliore amica Melanie ricevono in regalo il tanto sognato tour in Europa. A Stratford-upon-Avon il paese dove nacque Shakespeare, conoscono Willem, affascinante ragazzo olandese, che recita in una rappresentazione underground della Dodicesima notte. Allyson se innamora all'istante con la struggente intensità della giovinezza. La mattina seguente lo incontra di nuovo e parlando con lui come se lo conoscesse da sempre, Allyson gli confessa la sua delusione per non aver visto Parigi. Il giovane attore si offre di accompagnarla... per un giorno. Un giorno soltanto, ma sarà il giorno che cambierà per sempre la vita di Allyson, che dopo una notte d'amore si risveglia sola senza sapere che fine abbia fatto Willem...
Titolo: Per un anno d'amore
Autore: Gayle Forman
Serie: Just One Day #2
Editore: Mondadori
Pagine: 400 ca.
Data di Pubblicazione: 28 Gennaio 2014

Prezzo: 14,90€

Trama:  L'affascinante Willem dopo l'incontro fatale con Allyson non aveva intenzione di abbandonarla ma non poteva certo prevedere di imbattersi in una banda di skinhead che gli provocano una commozione cerebrale. È già passato un giorno da quando ha lasciato la dolce Allyson. Willem è sparito all'improvviso dalli sua amata. E per Allyson, che si è ritrovata sola, sta sparendo ogni speranza di ritrovarlo. Lei non sa nulla di lui. Lui non ha nulla che possa ricondurlo a lei. La passione per il teatro porterà il giovane attore in giro per il mondo. Con l'indelebile ricordo nel cuore di un amore durato solo una notte... Ma il destino di due autentici innamorati non può essere così crudele...
La particolarità di questa duologia è la doppia uscita Italia, verranno infatti pubblicati entrambi il 28 Gennaio. Che ne dite? Niente male come cosa, vero? Non dovrete nemmeno attendere per avere il seguito.

Chi aspetta questa pubblicazione? Li leggerete?

Stay tuned!
Xoxo, Giò

Anteprima #17: "Katriona" di Laura Caterina Benedetti

Buongiorno miei amati lettori!
Per iniziare, oggi vi volevo segnalare un'altra pubblicazione della Genesis Publishing. Il libro che vi presento è Katriona di Laura Caterina Benedetti, un romanzo di genere romance la cui uscita è prevista per il 20 Gennaio, ovvero oggi.

TITOLO: Katriona
GENERE: Introspettivo, Contemporaneo
PREZZO: € 3,90
PAGINE: 150
ANNO: 2014
ISBN: 978-88-98769-06-3

Katriona, lucciola e ballerina di pole-dance in un night: presa in una vita che forse non vuole veramente, va avanti lasciando che ogni giorno trascorra uguale agli altri. Betty, lucciola e spogliarellista nello stesso night: fulva adolescente già donna, disposta a sacrificare qualunque cosa sull'altare delle proprie ambizioni. Leòn, l'uomo (quasi) perfetto: affascinante, ricco, sensuale... ma anche usuraio, spacciatore e giocatore d'azzardo. Leòn sta con Katriona. Betty vuole Leòn. Leòn rifiuta Betty.
Triangolo amoroso convenzionale se non fosse per un episodio inatteso: Leòn viene accusato di omicidio e Katriona è il suo alibi. Un rancore personale e un cuore avvelenato dalla gelosia faranno precipitare gli eventi, creando una spirale di sangue e violenza, da cui non sembrano esservi né scampo né ritorno. "Katriona" è una storia semplice e spietata; un lungo racconto con pochi personaggi, che sono topoi.
Una vicenda in cui la terza e la prima persona si mescolano in un groviglio di pensieri e dove le passioni umane, rese all'estremo, governano il flusso della narrazione.
L'editore lo definisce  un romanzo spietato, appassionato e languido. Katriona racconta di vite spezzate, di donne perdute e di un folle amore. Sarete risucchiati in un vortice di sentimenti contrastanti, che vi indurranno a leggere fra le righe di un’esistenza fin troppo crudele. C’è davvero speranza? Leggetelo e capirete la risposta.

L'autrice: Laura Caterina Benedetti nasce vicino Torino, si definisce una “scribacchina”. Scrive da quando la tecnologia le ha fornito un pc, con cui ha iniziato ad esplorare: un'esplorazione che si è dipanata attraverso i giorni, alla scoperta di generi diversi e differenti stili di scrittura per tante storie che hanno in comune un unico dettaglio: il cuore. Trame che nascono nella mente e che si riversano sulla carta (o sullo schermo), attraverso la magia delle parole. Oltre alla passione per la scrittura, adora il mondo dei videogiochi, ascoltare musica – soprattutto mentre scrive – e leggere in inglese.

L'autrice ha organizzato un blog tour grazie al quale si può vincere una copia dell'ebook stesso, potete seguire tutto attraverso l'evento di facebook. Vi lascio con il booktrailer.


Stay tuned!
Xoxo, Giò

19 gennaio 2014

Canzone della settimana #24: Lasciami entrare edition


Buongiorno miei amati lettori!
Com'è iniziata la vostra domenica? La mia, stranamente, con un sorriso a 32 denti e a ritmo di musica. Sapete bene che domenica su Walks with Gio, quasi sempre, vuol dire musica con la rubrica Canzone della settimana
Questa puntata è molto particolare e ci tengo particolarmente. Potete considerarla una special edition o meglio "Lasciami entrare edition". Sapete vero quanto io ami la musica, no? E conoscete ancor meglio la mia passione per un cantante in particolare, giusto? 
Valerio Scanu è pronto a tornare con un nuovo disco, lasciatemelo dire, fenomenale. Nuovo ritmo e nuove melodie. Dopo aver rescisso il contratto che lo legava alla Emi Music, Valerio è pronto a lanciarsi in una nuova avventura investendo tutto su se stesso, sulla sua passione che è rimasta intatta e dimostrando così si saper credere nei propri sogni e nelle sue capacità. Mai arrendersi, questo è l'imperativo. 
Autopubblicato con l'etichetta indipendente NatyLoveYou, il disco uscirà il 28 Gennaio 2014 con il titolo Lasciami entrare e dopo aver lanciato il primo singolo in anteprima, Sui nostri passi, anche la tracklist è stata svelata, un titolo per volta sul twitter dell'artista.

01. Sui Nostri Passi
02. Come Fanno Le Stelle
03. Parole Di Cristallo
04. Lasciami Entrare
05. Per Noi
06. Ancora Per Me
07. Alone
08. Un Giorno In Più
09. Vorrei Dirtelo
10. Sometimes Love
11. Dormi

Potete ascoltare le anteprime dei brani su Itunes, dove è possibile preordinare l'album. Io le ho già sentite mille volte fino allo sfinimento e ovviamente ho già le mie preferite: Sui Nostri Passi, Come Fanno Le Stelle, Parole Di Cristallo e Lasciami Entrare. Mi piace il nuovo ritmo che caratterizza questo album che mostra una crescita artistica non indifferente di Valerio. Provate a dargli una possibilità e poi ditemi cosa ne pensate. Fatelo almeno per me, non vi faccio tenerezza per la mia pazzia in modalità fangirl?!
*occhi dolci*
Ieri sono uscite anche le prime date degli instore. Sono felicissima perché, signore e signori, verrà in anteprima a Torino il 27 *-* non potrei essere più felice di così. Vi lascio anche il dettaglio delle date e poi tutti ad ascoltare il singolo. 

TORINO - 27 gennaio ore 17 anteprima
Mondadori Multicenter
Via Monte di Pietà 2 ang. Via Roma 

MILANO - 28 gennaio ore 17
Mondadori Multicenter
Corso Vittorio Emanuele 

ROMA - 29 gennaio ore 17
Discoteca Laziale
Via Mamiani, 62

NOLA - 31 gennaio ore 17
Libreria Mondadori
Centro commerciale Vulcano Buono
località Boscofangone

BOLOGNA - 2 febbraio ore 17
Mondadori Multicenter
Via Massimo D’Azeglio 34/a


Credo di avervi detto tutte le cose importanti, ma in ogni caso non esitate a chiedere.
Stay tuned!
Xoxo, Giò

16 gennaio 2014

Books OCD Challenge

Challenge creata da Alexiel Mihawk del blog Viaggiatrici Immobili. Per regolamento e iscrizioni, cliccate qui.

Per sapendo che non sono in grado spesso di rispettare le mie pianificazioni, ho deciso di partecipare a questa challenge che mi è piaciuta molto per la sua particolarità delle suddivisioni per generi.
Nonostante mi venga l'ansia a guardarla, mi sono seduta a compilare la mia lista personale con la voglia di partecipare e di provarci. 
Lo scopo di questa challenge è ovviamente quello di smaltire più letture possibili e cercare di accorciare le nostre immense liste (che invece ho il presentimento che fino alla fine dell'anno si allungheranno ancora). I libri (ebook e cartacei) inclusi nella lista sono quelli che già ho a casa, i seguiti delle saghe che ho intenzione di finire in questo 2014 (o iniziare) e i volumi di prossima pubblicazione che so già di comprare.
I libri che ho inserito per ora sono 110 e sono decisamente troppi, questo lo so già così come so che fino alla fine ci saranno da inserire tutti quelli delle nuove pubblicazioni o quelli che finora avevo snobbato e che per un motivo o per altro ho ripreso in considerazione.
Per vedere la mia lista, potete cliccare qui. All'inizio di ogni mese cercherò di fare un post in cui tirerò le somme, in modo che sia possibile confrontarci tutti insieme.
Avrò bisogno di tanta fortuna, perché è una sfida quasi impossibile, per cui auguro un in bocca al lupo a me stessa, a Mel che mi ha fatto scoprire la challenge e mi ha fatto venir voglia di partecipare e a tutti voi.

Stay tuned!
Xoxo, Giò

15 gennaio 2014

WWW Wednesdays #18


Buonasera miei amati lettori!
Come state? In questi giorni mi sento un po' ameba, tutto va storto ma sto cercando di fare il possibile per star su. So che non siete qui per sentir questo, quindi lasciamo perdere e la smetto di blaterare
Dopo un po' di tempo ferma, torna questa settimana WWW Wednesdays, la rubrica ideata da Should Be Reading per condividere le nostre letture. Partecipare è facile, basta rispondere alle tre semplici domande rappresentate dalle W. Scatenatevi con i consigli e fatemi sapere il vostro WWW Wednesday.

- What are you currently reading? (Cosa stai leggendo?) 


Da qualche giorno ho iniziato, finalmente Chaos di Lauren Oliver. Non so come io abbia fatto ad attendere così tanto dopo aver letto Delirium, ma finalmente posso sfogare la mai voglia di sapere e per ora il mio cuore urla un solo nome "Alex". Vedremo come andrà a finire!

- What did you recently finish reading? (Quale libro hai finito di recente?)


L'ultimo libro che ho terminato di leggere è Volevo solo averti accanto di Ronald H. Balson. Una storia per non dimenticare che vi accompagnerà nei meandri della Polonia e vi farà conoscere un simpatico vecchietto con una forza di volontà da vendere e vi ridarà la speranza perduta. Trovate la recensione qui.

- What do you think you’ll read next? (Quale libro pensi sarà la tua prossima lettura?)


Per le prossime letture vorrò sicuramente concludere la serie Delirium con l'ultimo volume Requiem che ho già, mi è stato inviato ieri gentilmente dalla Piemme *-* che ringrazio infinitamente. Poi ho l'eterno Per una volta nella vita che ormai è invecchiato a furia di essere inserito in questo proposito ma sarà la volta buona per il mio desiderio si è triplicato con varie recensioni fangirlanti come piace a me. Per finire, anche se ci sarebbe il bonus Raven Boys ma dovrà aspettare, voglio assolutamente leggere Con te sarà diverso, il primo volume della nuova serie scritta da Jessica Sorensen.

Quali sono le vostre WWW della settimana? Cosa ne pensate di queste letture?

Stay tuned!
Xoxo, Giò

14 gennaio 2014

Giveaway: Colleen Hoover signed book


Buonasera miei amati lettori!
Non potete immaginare quanto io sia felice oggi di scrivere questo post, che per un attimo allontana tutti i pensieri che mi affollano la testa.
Ieri, nel post dell'intervista di Colleen Hoover, vi avevo lasciato con la promessa di una sorpresa che vi avrebbe atteso oggi. Siete curiosi?
Colleen è stata così gentile e disponibile da proporre un giveaway per i suoi lettori italiani, mettendo a disposizione una copia dei suoi romanzi, a scelta del vincitore, autografata. Il libro sarà ovviamente in lingua originale. Io la trovo un'idea sensazionale, assolutamente fantastica! Quanto sarebbe bello ricevere un libro che ami della tua scrittrice preferita per di più autografato *___* awww! Da non crederci, ma è tutto vero!

Andiamo un po' a vedere tutti i dettagli del giveaway!
  • Il giveaway sarà aperto fino a mercoledì 28 Gennaio. Nei giorni successivi annuncerò i vincitori qui sul blog e lo contatteremo via email.
  • Per partecipare bisogna essere lettori fissi del blog. Se ancora non lo siete, vi basta premere sul pulsante blu con scritto "Unisciti a questo sito", che potete trovare nella colonna a destra. Se avete problemi, potete tranquillamente mandarmi una mail.
  • Lasciate un commento sotto questo post per confermare la vostra partecipazione. Il commento deve contenere un indirizzo email valido a cui contattarvi in caso di vittoria.
  • Completate il form (assolutamente obbligatorio) qui sotto usando lo stesso nome che esce quando commentate
Per avere punti aggiuntivi, è possibile:
  • Mettere mi piace alla pagina Facebook di Walks with Gio
  • Seguirmi su Twitter
  • Seguire su Twitter l'autrice
  • Seguire la pagina Facebook dell'autrice
  • Commentare l'intervista
  • Commentare le recensioni di Tutto ciò che sappiamo dell'amore e Le coincidenze dell'amore
  • Condividere il giveaway sui social network, usando l'apposita entry nel form e separando i link con triplice spazio. Potete tornare ad aggiungerli ogni giorno.
  • Mettere il banner del giveaway nei vostri blog.
Ecco il form da compilare: 

a Rafflecopter giveaway

Ok, ora è davvero tutto! Spero davvero che questo giveaway possa piacervi e soddisfare la vostra famelica voglia di libri :) 
In bocca al lupo a tutti!

Stay tuned!
Xoxo, Giò

13 gennaio 2014

Letterwoman show #2: intervista a Colleen Hoover


Rieccomi di nuovo qui con una nuova puntata speciale del Letterwoman Show. Quest'oggi nel salotto di Walks with Gio, signore e signori, abbiamo un ospite davvero davvero speciale. E' con piacere che vi presento:

Colleen Hoover


Avete capito bene? Non siete emozionati? Io lo sono dall'istante in cui ho inviato la prima mail e da quel momento sono entrata in fase fangirlizzante da paura. Potete capirmi?
Per chi non la conoscesse, male male molto male, Colleen Hoover ha scritto due dei miei romanzi preferiti: Tutto ciò che sappiamo dell'amore (Slammed) e Le coincidenze dell'amore (Hopeless). Entrambi amati da me alla follia, fino allo sfinimento e chi mi segue e mi sopporta questo già lo sa. Vi ho fatto una testa quadrata con questi due titoli. Era inevitabile che sarebbe finita così. Potevo mica farmi sfuggire questa strabiliante opportunità? Certo che no. Ora smetto di delirare e vi lascio all'intervista.

Ciao, Colleen! Grazie per avermi concesso un po' di tempo per questa intervista. E' davvero un piacere averti qui sul mio blog. Sono molto eccitata, perché senza troppo girarci intorno sei un mito per me, una delle mie autrici preferite.

Quando hai capito che scrivere era la tua strada, la tua passione? Perché scrivi?
Ho sempre amato scrivere. Scrissi il mio primo racconto quando avevo 5 anni. Ma non avevo pensato di farlo come lavoro vero proprio finchè Slammed (Tutto ciò che sappiamo dell'amore, Rizzoli) non è entrato nella lista dei New Your Times bestseller. (I’ve always loved to write. I wrote my first story when I was 5. It wasn’t until Slammed hit the New York Times bestseller list that I realized I could do it for a living.)

Quali sono i tuoi must read? Mentre qual'è il libro che più hai amato nell'ultimo anno?
Leggo un sacco di libri scritti da miei amici ed è troppo difficile sceglierne uno solo. Uno che mi ha davvero impressionata è stato The Fault in Our Stars (Colpa delle Stelle, Rizzoli) di John Green. (I read a lot of books from friends of mine and it’s way too hard to pick just one. One that really stuck with me was The Fault In Our Stars by John Green.)

Quali sono gli autori o i libri che ti hanno cambiata e maturata, rendendoti ciò che tutti noi conosciamo come scrittrice?
Non avevo mai letto un Romance prima di scrivere Slammed, quindi faccio fatica a dire da dove è venuta la mia ispirazione. (I never read any Romance novels before I wrote Slammed, so it’s hard to say where my influence came from.)

11 gennaio 2014

Recensione "Schegge di me" di Tahereh Mafi

Dopo l'estenuante attesa anche io sono riuscita a leggere, con il mio solito ritardoSchegge di me di Tahereh Mafi, romanzo distopico che apre una trilogia che sta facendo impazzire davvero in molti, sebbene qui in Italia sia stato pubblicato solamente questo primo volume. Questa è stata la mia ultima lettura del 2013, l'ho terminato giusto una mezz'oretta prima che il nuovo anno iniziasse.

Titolo: Schegge Di Me
Titolo Originale: Shatter Me 
Autore: Tahereh Mafi
Traduzione: Mariella Martucci
Data di uscita: 2 Maggio 2012
Editore: Rizzoli
Prezzo: 17,00 €
Pagine: 360
Trama: 264 giorni segregata in una cella, senza contatti con il mondo. Juliette non può parlare con nessuno, e nessuno deve avvicinarla, perché ha un potere terribile: se tocca una persona la uccide. Agli occhi dell'organizzazione che l'ha rapita il suo potere è un'arma stupefacente, per lei è una maledizione. Un giorno però nella cella viene spinto Adam. Juliette non vuole fargli del male, e così lo tiene a distanza. Ma Adam non sa del suo potere, e mentre lei dorme in preda agli incubi la prende tra le braccia per confortarla. Da quel momento tutto cambia, perché Adam, immune al tocco di Juliette, è l'unico che può accettarla così com'è. Insieme progettano la fuga, alla ricerca di un mondo che non la consideri più né un'arma né un mostro, ma una persona speciale, che con il suo potere può fare la differenza.
Recensione

Non sapevo bene cosa aspettarmi da questa lettura. So che lo volevo amare con tutta me stessa, so che in tanti lo elogiavano e mi assicuravano che l'avrei amato. Mi è piaciuto, per carità, ma forse avrei voluto un mio coinvolgimento emotivo più forte. Avrei voluto addormentarmi con in testa Adam e mi sarei voluta svegliare con l'unico pensiero di tornare a leggere. Nonostante questo Schegge di me è un romanzo che ho apprezzato e spero proprio di poter continuare la serie (Rizzoli per favore continua a pubblicare questa serie!).
Schegge di me è un romanzo distopico, primo di una serie come già detto, che si può considerare unico nel suo genere. Ciò che lo rende diverso da tutti i romanzi distopici che ho letto finora è senza dubbio lo stile originale, particolare, innovativo dalla scrittrice Tahereh Mafi che con piccoli accorgimenti l'ha reso riconoscibile al primo colpo. Se vi state chiedendo in cosa consiste questo stile così particolare, ve lo svelo subito: ripetizioni di parole, testi barrati, metafore e così via.
L'ambientazione distopica prometteva bene, ma avrebbe potuto essere più approfondita già in questo primo libro e non solamente accennata. Immaginatevi un mondo in distruzione in cui il cielo non è più blu e dove gli uccelli non sanno più volare. Tutto è distrutto, niente è come era in passato. La gente viene sfruttata, migliaia di bambini vivono soli senza genitori e sono costretti a mangiare ciò che quelli della Restaurazione chiamano cibo ma che non è nemmeno lontanamente paragonabile a ciò che si trova sulle loro tavole.
Juliette ha diciassette anni e ormai da troppo tempo non sa cosa voglia dire toccare qualcuno, l'ultima volta era successo qualcosa di terribile e Juliette porta ancora con sè il senso di colpa che le attanaglia l'anima. La vita di Juliette è in balia di una maledizione: la ragazza riesce ad uccidere chiunque sfiori la sua pelle, basta un semplice tocco per assorbire tutta l'energia vitale. Da tutti è considerata un mostro tanto che viene abbandonata anche dai suoi genitori che non sono stati capaci di donarle quell'affetto di cui Juliette aveva disperatamente bisogno. Da quasi un anno è rinchiusa in una cella (che rappresenterebbe una stanza per quelle menti malate degli uomini della Restaurazione) di un centro di detenzione in cui non può parlare con nessuno, in cui il tempo passa senza che lei possa accorgersene. Anche il cibo scarseggia e la sua condizione mentale è messa in duro pericolo da tutta la situazione. In tutta la sua vita c'è stata solamente una persona che le è stata amica, un solo ragazzo è stato così coraggioso da avvicinarsi e volerle stare accanto. Juliette non crede ai suoi occhi quando incontra quelli blu come il cielo di Adam entrare in quella cella.
Dietro a tutto questo c'è il partito politico-militare della Restaurazione che cerca di ingannare la popolazione con la promessa di una rinascita quando in realtà il mondo sta andando incontro alla più grande distruzione.
Inizialmente Juliette proverà a tenere lontano Adam nonostante le ripetute domande del ragazzo che non trovano risposte. Pian piano però nel petto della ragazza s'insinuerà un sentimento profondo di speranza e di amore.
Juliette ha bisogno di sentirsi almeno una volta non completamente da buttare e in questo le viene in soccorso Adam. Adam non è un ragazzo qualunque. Adam è salvezza, Adam è amore, Adam è coraggio, Adam è la dimostrazione che Juliette in realtà non è un mostro. E' così che una maledizione che ha inflitto tutta la sua vita diventa un dono quando finalmente può toccare qualcuno senza fargli del male.
Proprio mentre la fiducia di Juliette stava riaffiorando, qualcosa cambia di nuovo tutte le carte in tavola o meglio, qualcuno: Warner. Warner è il diciannovenne capo della Restaurazione che ha come desiderio quello di avere tutta per sé Juliette. Juliette dovrebbe rappresentare il mezzo con cui annientare qualsiasi forma di ribellione alla sua sete di potere. Juliette è confusa, deve scegliere da quale parte stare e per cosa combattere: essere un'arma nelle mani di Warner o combattere per la sua libertà. Adam avrà un ruolo chiave in tutto questo. Ad arricchire tutto questo vi è anche il movimento rivoluzionare che combatte la Restaurazione in stile X-Men, sì perché Juliette non è l'unica ad avere un potere.
La Mafi è riuscita a fare un ottimo lavoro nella caratterizzazione del personaggio di Juliette, semplicemente perché è umano, è vivo. Cresce e si evolve e noi assistiamo alla sua crescita attraverso il suo flusso di pensieri che in un primo momento sono monologhi mentali carichi di tristezza, dolore e depressione. Adam, invece, è l'eroe a cui stanno a cuore tutte le persone che ama e lo dimostra battendosi per loro a costo della vita. Adam è il personaggio che si lascia amare anche dal lettore mentre Warner è il cattivo che riesce a farsi odiare senza troppa fatica. In tutto questo c'è spazio anche per una ventata di buon umore rappresentata dalle risate assicurate da un personaggio secondario di nome Kenji
Ciò che mi incuriosisce è il sentore che ho avuto del triangolo amoroso e la sensazione che ho avuto che forse Warner non è davvero un cattivo. Sono solamente dei miei deliri, lasciate perdere. 
Lascio a voi scoprire tutto il resto, per chi ancora non l'ha letto, e spero davvero di poter continuare la serie perché nonostante qualche appunto non è per niente da buttar via. Ciò che ho amato è senza dubbio il concetto di speranza incarnato da Juliette e Adam. Il romanzo è consigliato a chi oltre ad apprezzare il genere è alla ricerca di romanticismo.

Libro quasi perfetto, bello!
Stay tuned!
Xoxo, Giò

Anteprima #16: "Oltre i limiti" di Katie McGarry

Buon pomeriggio miei amati lettori!
Come state? Come procedono le vostre prime letture dell'anno? Come sapete questo è un periodo davvero ricco di pubblicazioni e oggi voglio proprio mostrarvi un romanzo che ho atteso con ansia qui in Italia. Si tratta di Oltre i limiti di Katie McGarry che verrà pubblicato dalla DeAgostini il 21 gennaio 2014. Molti lo hanno conosciuto con il titolo originale, Pushing the limits, e in tanti lo avete già letto, ma per chi non ne sa niente vi dico che è un mix tra un young adult e un new adult. Personalmente l'ho conosciuto dopo aver letto la recensione postata lo scorso anno su Atelier dei Libri. Ho sperato tanto che questo momento arrivasse e nello stesso tempo mi maledicevo per il fatto di non leggere in lingua, ma ora presto anche noi avremo la nostra occasione.

Oltre i limiti è la storia di un amore travolgente che irrompe nelle vite devastate di due diciottenni dando loro la forza di spingersi “oltre i limite”, affrontare i loro problemi e gettare le basi per un possibile futuro felice.

Titolo: Oltre i Limiti (Pushing the Limits #1)
Pubblicazione: 21 Gennaio 2014
Autrice: Katie McGarry
Editore: De Agostini
Prezzo: 12.90 €
Pagine: 432

Trama: Nessuno sa cosa sia successo a Echo Emerson, la ragazza più popolare della scuola, la notte in cui le sue braccia si sono operte di cicatrici. Nemmeno lei ricorda niente e vuole solo ritornare alla normalità, ignorando i pettegolezzi e le occhiate sospettose dei suoi ex-amici. Ma quando Noah Hutchins - il "bad boy" del quartiere - irrompe nella sua vita con la sua giacca di pelle, i suoi modi da duro e la sua inspiegabile tenerezza, il mondo di Echo cambia. All'apparenza i due non hanno nulla in comune, e i segreti che custodiscono rendono complicato il loro rapporto. Eppure, a dispetto di tutto, non riescono a fare a meno l'uno dell'altra. Dove li porterà l'attrazione che li consuma e che cos'è disposta a rischiare Echo per l'unico ragazzo che potrebbe insegnarle di nuovo ad amare?
L’autrice: Katie MacGarry è appassionata di musica e dei reality. Adora scrivere con l’inchiostro colorato, soprattutto rosa e viola ed è una tifosa della scuola di basket dell’Università del Kentucky….anche se non lo ammetterà mai. Le piace conoscere i pareri dei suoi lettori. Seguila sul suo sito web www.katiemcgarry.com oppure su twitter @KatieMcGarry

Quanti di voi vogliono conoscere come me Echo e Noah?

Stay tuned!
Xoxo, Giò

10 gennaio 2014

Recensione "Volevo solo averti accanto" di Ronald H. Balson

Buonasera miei amati lettori!
Torno oggi con una nuova recensione. Ero indecisa su quale libro mostrarvi: ne avevo due pronti da recensire e alla fine ho optato per l'ultimo letto, finito stanotte. Non mi sono staccata letteralmente dal libro finché non l'ho terminato. Oggi vi parlerò quindi di Volevo solo averti accanto di Ronald H. Balson, un caso editoriale che ho colpito gli Stati Uniti e che ora dal 2 gennaio 2014 è sbarcato anche qui in Italia per la casa editrice Garzanti.

Data di pubblicazione: 2 gennaio 2014
Titolo: Volevo solo averti accanto
Titolo originale: Once We Were Brothers
Autore: Ronald H. Balson
Traduzione: Lucia Ferrantini 
Pagine: 424
Prezzo: 14,90 euro
Editore: Garzanti
Trama: Anche quello che sembrava un fratello può tramutarsi nel tuo peggior nemico…
È la sera della prima al grande teatro dell’Opera di Chicago. Morbide stole e sete fruscianti si scostano per far largo al vecchio Elliot Rosenzweig, il più ricco e importante mecenate della città. All’improvviso tra la folla appare un uomo anziano in uno smoking fuori moda. Tra le mani stringe convulsamente una pistola che punta alla testa di Rosenzweig. La voce trema per la rabbia, ma lo sguardo è risoluto quando lo accusa di essere in realtà Otto Piatek, il Macellaio di Zamość, feroce criminale nazista. Ma nessuno sparo riecheggia tra i cristalli e gli specchi del sontuoso atrio. E Ben Solomon, un ebreo scampato ai campi di sterminio, viene atterrato dalla sicurezza e trascinato in prigione. Nessuno crede alle sue accuse, nessuno vuole ascoltarlo. Tranne Catherine Lockhart, una giovane avvocatessa alle prese con una scelta difficile della sua vita. Catherine conosce l’Olocausto esclusivamente dai libri di scuola, eppure solo lei riesce a leggere la forza della verità negli occhi velati di Ben, solo lei è disposta ad ascoltare la sua storia. Una storia che la porta a un freddo inverno nella Polonia degli anni Trenta, a un bambino tedesco tremante e con le scarpe di cartone che viene accolto e curato come un figlio nella ricca casa della famiglia ebrea dei Solomon. Ma anche agli occhi ambrati di una ragazza coraggiosa e a una storia di amore, amicizia e gelosia che affonda le radici del suo segreto in un passato tragico. Difendere Ben Solomon sembra un’impresa impossibile, Rosensweig è per tutti un sopravvissuto di Auschwitz, un filantropo potente e rispettato. Catherine però non vuole arrendersi, deve trovare la verità. Perché nessuno, in questa storia, è quello che sembra. 
Recensione

Ci sono libri che inaspettatamente si legano a te ed è così che la loro storia diventa in parte anche un po' tua. Nello stesso modo accade che luoghi mai visitati ti si imprimano nella mente come se fossero da sempre la tua casa e la gente che le abita diventino tuoi conoscenti, tuoi amici, la tua famiglia. Tutto questo si sposa perfettamente con il libro di cui vi voglio parlare, Volevo solo averti accanto.
Questo libro racconta la vita di Ben Solomon, ma nello stesso tempo si ha la sensazione che si stia narrando la storia di tutti gli ebrei, sì perché Ben era un ebreo e ha vissuto da protagonista la Seconda Guerra Mondiale e l'Olocausto.
Siamo nel 2004 e il romanzo si apre con la consueta prima al grande teatro dell'Opera di Chicago in cui sono presenti tutti gli uomini più importanti della città come il Grande Benefattore Elliot Rosenzweig, un ex deportato che ha passato la sua seconda parte della vita a fare del bene per Chicago. Ma a volte le cose non sono come sembrano, le persone non sono chi dicono di essere e a questo vuole rimediare Ben Solomon, sopravvisuto alle tragedie del genocidio degli ebrei. Anche l'uomo è presente alla prima, ma non è abituato a tutto ciò perché non è quello il suo posto. La sua presenza è giustificata da altri scopi: mostrare a tutti che Elliot Rosenzweig è in realtà Otto Piatek, un nazista e precisamente il Macellaio di Zamość. Ben così punta una pistola contro Rosenzweig ed è qui che tutta la storia inizia. L'anziano viene subito portato in carcere. Nessuno crede alle sue parole, lo credono un povero pazzo. Clamorosamente qualche giorno dopo l'accusa di Rosenzweig ai danni di Ben Solomon viene ritirata e così l'uomo può tornarsene a casa.
Grazie alla sua anziana amica Adele, Ben riesce ad avere l'opportunità di avere un incontro con uno dei migliori avvocati di Chicago, Catherine Lockhart.
Ben vuole ottenere da Catherine la promessa di portare Rosenzweig in tribunale, ma per fare ciò dovrà raccontarle tutta la sua storia e tornare così ancora una volta con la mente a Zamość, la cittadina polacca dove era nato e cresciuto, dalla sua Hannah dove viveva un tempo insieme alla sua famiglia: con la sorella Beka, con il padre Abraham, la madre Leah e il fratellastro Otto.
Nei loro incontri verrà raccontata tutta la storia di Ben e delle persone a lui care, ma si instaurerà anche un legame tra Ben e Catherine, la donna finirà infatti per fidarsi dell'anziano uomo fino a volergli bene. La giovane donna verrà aiutata anche dal suo migliore amico, nonché investigatore privato Liam Taggart.
Non voglio raccontarvi molto altro della storia perché possiate lasciarvi coinvolgere pienamente dalla parole di Ben così come è successo a me. Volevo solo averti accanto è un romanzo pieno di emozioni, un romanzo monito per ricordare che non si deve mai dimenticare ciò che è accaduto. Tra le sue pagine tanti sono i sentimenti racchiusi così come i messaggi importanti lanciati al lettore. Vi è spazio per la speranza, per la forza di volontà, per il coraggio, per l'amore e per la fedeltà ma anche per il dolore. Sfido chiunque a leggere questo libro e a non finire per trovarsi coinvolti con esso.
Ho apprezzato davvero tanto tutti i dettagli della storia, gli intrecci costruiti e i personaggi narrati così come i luoghi descritti. Così come Catherine sono sicura che vi affezionerete a quel simpatico anziano signore, con una volontà così forte e un amore che sfida ogni ostacolo. Lo troverete spesso in trance in balia dei ricordi con lo sguardo perso nella sua Zamość o a parlare con lo spirito sempre presente della sua amata Hannah. Ogni dettaglio sarà importante per ricostruire un puzzle così grande e statene certi non vorrete staccarvene finché non avrete scoperto tutta la verità, fino all'ultima pagina.
Un romanzo di cui consiglio veramente la lettura a tutti. Dovrete essere forti ma sarete ripagati da un uragano di emozioni

Libro quasi perfetto, bello!

Stay tuned!
Xoxo, Giò

8 gennaio 2014

TAG: Thank you


Sapete, quando ho aperto questo blog non avevo molte aspettative: non credevo che a qualcuno sarebbe importato ciò che io scrivevo, non pensavo di ricevere visite o commenti ne pensavo di vedere gente diventare followers. Il mio unico intento era creare un piccolo spazio tutto mio per trovare il mio angolo nel mondo. Volevo sentirmi più forte, dimostrare a me stessa che anche io avevo qualcosa da far conoscere e di valere qualcosa. Volevo mostrare parte di me. Volevo dimostrare a me stessa di potercela fare, per questo motivo mi sono lanciata in questa avventura ed è per questo che questo blog è aperto. Ma ora, se tutto questo è ancora possibile è solo grazie a voi. Sì, anche grazie a te che mi osservi in silenzio. Mi stupisco sempre quando vedo ad esempio un nuovo commento o un nuovo follower o quando vedo che un tot di persone hanno letto ciò che scritto. Vi assicuro che non è facile nemmeno scrivere tutto ciò che sto scrivendo ora. Chi mi conosce almeno un po' sa che non ho un carattere facile da gestire. Sono chiusa e timida ed è per questo che non è facile scrivere queste cose e mostrare una parte di me più intima. Oggi sono qui per ringraziarvi tutti, uno ad uno perché chi più chi meno mi avete donato tanto, arricchendo la mia anima. Per tutto questo ho deciso di far fare oggi questo Thank you Tag. Il tag è stato creato da Francy di Never Say Book e io sono stata taggata da Mel e Mys de The Bookshelf, ringrazio ancora tanto entrambe per le belle parole spese per me che sono poi una conferma del rapporto che ci lega. Forse ho parlato troppo, quindi lasciamo spazio alle domande.

Thank you Tag, ragazziiii!!

Regole:
1. Inserire l'immagine del tag nel blog preparando il post
2. Citare il blog che ti ha taggato
3. Rispondi a ciò che viene richiesto in "Ringrazia", "Ringrazia il blog che..."
4. Tagga i blog che ami di più
5. Avvisare le blogger
6. Chiedere ai lettori di passare in questi blog
7. Chiedere di scrivere nei commenti a quali angolini hanno dato un occhio o si sono iscritti

RINGRAZIA
1. Una frase per ringraziare tutti quelli che mi seguono.

Un semplice grazie non basta per tutto ciò che siete riusciti a trasmettermi in tutto questo tempo. Adorando gli abbracci da orsacchiotto vi stritolerei tutti e 154, anche se fosse un'operazione eterna. Lo meritate! Per cui mettetevi in fila, ordinati che ognuno avrà il suo turno.


2. Di grazie in tutte le lingue in cui sai dirlo.
Serviranno pure cinque anni di linguistico ogni tanto no? Perfetto u_u Quiiiindi di conseguenza: 
Thank you! Danke! Merci! Gracias!

3. Uno o più commenti che ti stanno a cuore.
Uuuh, che domanda cattiva. E' come pescare l'ago nel pagliaio. Ci sono diversi commenti che dietro hanno una storia tutta loro che nasce magari dietro le quinte del blog e dovendo scegliere ho optato per un commento di una persona speciale, un'amica speciale, perché dietro c'è un significato tutto nostro.

Premessa: adoro questa rubrica! Premessa parte seconda: quest'intervista è fantastica! Premessa parte terza: voglio troppo questo libro! *_____* Quindi, ovviamente, partecipo :3 E' inutile che te lo ripeta ma sono ancora fiera per questo tuo colpaccio! <3
Mel

4. Cita i lettori più accaniti a commentare (o almeno pensi che lo siano)
Questa è già più facile, ma spero di non dimenticare nessuno. In caso perdonatemi e siete liberi di castigarmi come meglio preferite XD Anyway, tra i commentatori più assidui ci sono sicuramente: Frannie, Mel, Claudina, Veronica, LedaAmaranth, Cristina Lee, Bliss. Mi fermo, ma sappiate che vi adoro tutte.

5. Il primo commento ricevuto (se riesci ancora a recuperarlo).
Sono andata a controllare perché sinceramente non mi ricordavo di chi fosse. Allora devo prima precisare che questo blog prima di trovare la sua dimensione puramente nei libri, è andato un po' avanti barcollando toccando qua e là vari temi (soprattutto telefilm) che mi interessavano in quel preciso momento. Non ho contato tutta quella parte, e quindi il primo commento libroso è di Stefania Anja.

Ciao!!! Io sono Heathcliff è un bel romanzo. Spero piaccia anche a te! Gli altri non li ho letti... E ti confermo che leggerò sicuramente il romanzo di Glinda, già in WL da un po'! ;)

6. Il post più commentato di sempre.
Non considerando i giveaway e le varie iniziative, il post più commentato è stato con 21 commenti quello del Best of 2013 in cui ho elencato i miei 10 libri preferiti dello scorso anno.