26 febbraio 2014

WWW Wednesdays #23


Buonasera miei amati lettori!
Oggi vado dritta al dunque perché non mi va di perdermi in inutili chiacchiere. Torna questa settimana WWW Wednesdays, la rubrica ideata da Should Be Reading per condividere le nostre letture. Partecipare è facile, basta rispondere alle tre semplici domande rappresentate dalle W. Scatenatevi con i consigli e fatemi sapere il vostro WWW Wednesday.

- What are you currently reading? (Cosa stai leggendo?)

 

Posso dire che ormai mi mancano le ultime settanta pagine di Per una volta della vita e poi dovrò dire addio a Eleanor e Park. Inutile dirvi che più tardi lo terminerò. Non so se sono pronta psicologicamente a questo distacco, ho trovato questo romanzo estremamente dolce, pieno di cose insolite. Ho instaurato un legame profondo con Eleanor e su questo non avevo nessun dubbio. L'altro libro che sto leggendo o meglio rileggendo nel frattempo è L'ospite come vi avevo accennato per un GdL. 

 - What did you recently finish reading? (Quale libro hai finito di recente?)


L'ultimo libro che ho terminato è stato Requiem e potrei aggiungere finalmente anche. Lo trascinavo da troppo tempo e non perché non mi piacesse, sia chiaro. Pensavo che il distacco dalla serie sarebbe stato più traumatico ma invece è andato, sicuramente sarà un'altra storia con Allegiant il mio cuore già piange. Potete leggere tutte le mie riflessioni sul romanzo conclusivo della Oliver nella recensione che ho postato in settimana.

- What do you think you’ll read next? (Quale libro pensi sarà la tua prossima lettura?)


Questa domanda mi sta mandando particolarmente in crisi questa settimana, non lo so, non lo so proprio. Sento la necessità di staccare un po' e cambiare genere perché il libro che ho attualmente in lettura mi sta scatenando varie emozioni e sbalzi umorali. La mia mente mi sta chiedendo aiuto e chiedendo di cambiare, per cui non leggerò probabilmente subito Oltre i limiti come avevo detto la scorsa settimana ma penso che potrei optare per continuare la serie di Vampire Academy con Morsi di ghiaccio oppure andare avanti con la serie Lux e leggere quindi Shadows e Onyx oppure ancora leggere Raven Boys. Non lo so proprio. Aiutatemi voi, consigli?

Quali sono le vostre WWW della settimana? Cosa ne pensate di queste letture?

Stay tuned!
Xoxo, Giò

25 febbraio 2014

Teaser tuesdays #19


Buonasera miei lettori bellissimi!
Come state? In questi giorni mi sto un po' riposando dopo aver concluso la sessione degli esami e mi sto dedicando alla lettura. Oggi però è una giornata strana, piena di picchi emotivi contrastanti. Ho avuto un mega super spoilerone che avrei tanto voluto evitare sul romanzo conclusivo di una delle mie serie preferite e mi sono sentita triste e questo è successo perché sono una fangirl pazza che si è messa in testa di passare a sua zia tutti i libri che lei considerava strani di cui si è poi appassionata tanto da andarsi a cercare news che poi riferisce a me. Poi ho ricevuto una bella mail che aspettavo di cui però non posso ancora dirvi nulla e ora eccomi qui a postarvi il consueto Teaser Tuesdays perché oggi è martedì e non mi sono certo dimenticata. Come ormai saprete la rubrica è ideata dal blog Should Be Reading con lo scopo di condividere piccoli stralci delle nostre letture. Partecipare alla rubrica è semplicissimo, vi basterà:

- Prendere il libro che si sta leggendo
- Aprire ad una pagina a caso (o scegliere il passo che più vi ha colpito)
- Condividere il teaser scelto

Importante è non fare spoiler! Se vi va potete condividere con me la vostra lettura corrente e farmi sapere cosa ne pensate di quella che condivido io.

Il Teaser Tuesdays che ho deciso di condividere con voi oggi è quello della mia attuale lettura. Per chi ancora non lo sapesse sono finalmente riuscita a prendere in mano Per una volta nella vita di Rainbow Rowell e adoro già questo libro anche se in verità lo amavo ancor prima di iniziare a leggerlo. Credo sia impossibile non riuscire a prendere a cuore Eleanor e Park e poi devo ammettere di sentire un legame particolare con la sua protagonista sino a percepire le sue sensazioni sulla pelle.


ELEANOR

Il giorno più brutto era il sabato.
La domenica Eleanor poteva pensare tutto il tempo a quanto fosse vicino il lunedì. Il sabato era interminabile, invece.
Aveva già finito i compiti. Qualche schifoso le aveva scritto “ti faccio bagnare?” sul libro di geografia, così passò un bel po’ di tempo a coprire la scritta con la penna nera. Cercò di trasformarla in una specie di fiore.
Guardò i cartoni con i bambini finché in tv non trasmisero il golf, e poi giocò a doppio solitario con Maisie finché non si instupidirono dalla noia tutte e due.
Più tardi avrebbe ascoltato un po’ di musica. Aveva conservato le ultime due pile che Park le aveva regalato per ascoltare il walkman proprio quel giorno, quando avrebbe sentito di più la sua mancanza. Aveva già cinque cassette sue, per un totale di quattrocentocinquanta minuti da trascorrere mentalmente mano nella mano con Park, se le batterie fossero durate abbastanza.
Una cosa stupida, forse, ma era questo che faceva con lui; persino nella fantasia, dove tutto era possibile. E questa non era che la dimostrazione di quanto fosse meraviglioso tenere la mano di Park.
(Mica si tenevano per mano e basta, poi. Park le accarezzava le mani come se fossero qualcosa di raro, di prezioso, come se le sue dita fossero intimamente connesse al resto del suo corpo. E lo erano, naturalmente. Era difficile da spiegare. Lui la faceva sentire qualcosa di più della somma delle sue stesse parti.)
Il brutto del loro nuovo comportamento in autobus era solo che le loro conversazioni ne avevano risentito. Quando lui la toccava, Eleanor riusciva a malapena a guardarlo. E Park aveva difficoltà a terminare le frasi, a quanto pareva. (Indice che provava qualcosa per lei. Ah.)

Sentitevi liberi di sfogarvi, aspetto i vostri commenti. 
Vi ha incuriosito? Chi di voi l'ha già letto o lo leggerà?

Stay tuned!
Xoxo, Giò

Recensione "Requiem" di Lauren Oliver

Terminata qualche sera la lettura di Requiem di Lauren Oliver, sono pronta a regalarvi una recensione cercando di mettere insieme tutti i pensieri riscontrati nel corso delle pagine, vi anticipo però già che non è stato facile scriverla quindi abbiate pietà di me.
L'ultimo romanzo della serie distopica romance per young adult, Requiem possiamo dire a sorpresa è riuscita a coinvolgermi quasi quanto i precedenti. Ora che ho dovuto dire addio a Lena e ai suoi amici mi dispiace anche perché ho apprezzato davvero molto la serie nata dalla penna della Oliver.

Data di pubblicazione: 14 Gennaio 2014
Titolo: Requiem (Delirium #3)
Autrice: Lauren Oliver
Casa editrice: Piemme Freeway
Prezzo: 17,00 € 
Pagine: 336
Acquista qui
Trama: Mi chiamo Lena e sono infetta, perché mi sono innamorata di Alex in un mondo in cui l’amore è considerato una malattia, e come una malattia viene curato. Io e Alex siamo scappati, ma poi ci hanno separati. Io sono andata avanti, ho incontrato Raven e gli altri ragazzi della Resistenza. Ho imparato a combattere per quello in cui credo, a lottare per essere davvero me stessa. E ho incontrato Julian che è il ragazzo più dolce del mondo e mi vuole con sé. Poi però Alex è tornato, quando pensavo di averlo dimenticato, quando mi ero convinta di riuscire a fare a meno di lui. E ora, mentre il mondo attorno a noi cade a pezzi, io sto male, e penso che forse avevano ragione loro: l’amore è davvero una malattia!
Recensione

Chi salta può cadere, ma potrebbe anche volare


Come vi avevo già accennato l'aver apprezzato questo romanzo è stata una sorpresa. Vi chiederete perché ed è semplice spiegarlo. Già con Chaos la storia aveva preso una determinata piega per esempio andando verso il triangolo amoroso, ma non è solo questo: la paura di non veder conclusa degnamente la storia con questo libro era tanta ancor di più dopo aver letto diverse recensioni non proprio positive.
Requiem, però, è riuscito a conquistarmi nonostante avrei preferito aver più dettagli e risposte sulla fine. 
Lena, così come avevamo già visto in Chaos, fa ormai parte degli Invalidi che popolano le Terre Selvagge, dove si è rifugiata nuovamente dopo aver salvato la vita di Julian, ed è parte integrante della Resistenza. Qui ha modo di fare un incontro inaspettato incontrando Alex, il suo primo amore che credeva ormai morto da tempo. Molto è cambiato dal passato, dal passato che conosceva Lena, dal passato che negava l'esistenza degli Invalidi e di una vita quanto meno sicura nelle Terre Selvagge. Lo stato ha infatti dichiarato ormai guerra agli Invalidi mandando regolatori nelle Terre Selvagge pronti a radere tutto al suolo mentre i ribelli non restano a guardare impassibili.
Requiem non è diviso in veri e propri capitoli ma è scandito dalle voci delle due protagoniste: Lena e Hana. Le due ragazze vivono due esistenze ormai così diverse ma non sono distanti quanto credono. Le loro vite sono destinate infatti a incrociarsi ancora una volta.
Devo ammettere che ci sono stati diversi momenti in cui non ho capito cosa stesse facendo la Oliver, così come non capivo le scelte di procedere in un determinato modo. Ci sono stati momenti in cui ho odiato profondamente certi personaggi. Ci sono stati momenti in cui l'ansia saliva saliva su verso il suo apice e il desiderio di scoprire si mescolava con la paura. Ci sono stati momenti in cui credevo delle cose che poi ho capito essere sbagliate. Lena mi ha ricordato tante cose ed è stato un personaggio che nel bene e nel male ho continuato ad apprezzare sempre.

Tu sai di non poter essere felice a meno di essere infelice ogni tanto, giusto?

Per gran parte del libro mi ha fatto male vedere Alex aggirarsi per le Terre Selvagge visibilmente cambiato e vedere Lena soffrire per lui. Ammetto di essere caduta nel tranello così come Lena, ma poi ho capito che non è mai esistito nessun triangolo e sebbene Julian fosse tanto carino e coccoloso lei non ha mai smesso di amare Alex e lo stesso valeva per lui.
Ho apprezzato la possibilità di tornare a Portland con gli occhi di Hana e vedere quante cose siano cambiate anche lì. Hana è stata curata e sta per sposarsi con il futuro sindaco di Portland, che io ho odiato sin dal primo momento perché ero riuscita ad inquadrarlo bene e non mi sbagliavo. La ragazza porta con sè un vecchio rimpianto e il conseguente dolore e per questo motivo decide di cercare la vecchia famiglia dell'amica Lena. Mi è piaciuto molto poter incontrare di nuovo la piccola Grace che avevo preso a cuore già in Delirium, non nego che avrei voluto saperne molto di più ma se ho inquadrato bene il romanzo l'autrice ha voluto lanciare un messaggio lasciando al lettore il compito di immaginare alcune cose.
Nelle Terre Selvagge Lena dovrà affrontare nuovi pericoli e farà conoscenza con altri sentimenti legati all'amore: l'odio, la gelosia, la violenza, la rabbia e la confusione mista alla tristezza. Lena dimostra di essere cresciuta e cambiata. Non è più la ragazza che aveva di infrangere le regole in Delirium, ora è la ragazza che combatte per la sua libertà e che è riuscita ad abbattere i muri imposti dalla società. E' lei il personaggio forte e non Hana come si era creduto in precedenza. La vita di Hana procede sempre sotto le menzogne, le apparenze e non bastano le ricchezze per essere felici davvero. Nonostante la cura si vedrà come una parte della vecchia sé sia rimasta ancorata al suo corpo e alla sua anima. Ho avuto paura nel finale e se si fosse comportata diversamente probabilmente non glielo avrei perdonato. 
Riscoprire Alex vuol dire comprendere come l'amore possa superare tutto, superare anche la sofferenza ed essere disposti a sacrificarsi ancora e ancora per chi si ama.
Per concludere questa recensione un po' sconclusionata posso dire che sono stata divisa sul finale. Una parte di me avrebbe voluto sapere e non si accontenta di un finale aperto che può voler dire tutto e niente. L'altra parte però ha capito che andava bene così perché è riuscita a coglierne il senso. Lauren Oliver ci ha voluto dimostrare che non esiste un mondo perfetto ma che si possono abbattere i muri delle ipocrisie, dei pregiudizi, delle limitazioni, dell'odio per trovare la libertà in ogni sua forma. 

Abbattete i muri

Libro quasi perfetto, bello!
Stay tuned!
Xoxo, Giò

21 febbraio 2014

Anteprima #23: "Allegiant" di Veronica Roth

Buongiorno miei amati lettori!
Mancano ormai poco meno di 100 pagine per terminare la mia attuale lettura quindi conto di tornare presto con una recensione ma oggi nel frattempo volevo presentarvi l'anteprima di un romanzo conclusivo di una serie che ho amato davvero davvero tantissimo. Una parte di me è felice di avere presto questo libro tra le mani ma infondo il mio cuore piange perché non vorrei lasciar andare quei personaggi. Il libro in questo è Allegiant di Veronica Roth. Uno splendido distopico con una tinta romantica di sottofondo. Ho schivato gli spoiler da quando è uscito il romanzo in America perché volevo assolutamente gustarmelo sapendo il meno possibile. Ora il tempo ormai è quasi arrivato, infatti sempre per DeAgostini sbarcherà in Italia il 18 Marzo e io non sto più nella pelle perché voglio quel libro con tutta me stessa. 
Vi dico solo che questo libro ha venduto 450.000 copie nel primo giorno di uscita negli Stati Uniti, giusto per intenderci *__* in questo momento sono completamente in fase fangirl. Se aggiungiamo poi che a fine Marzo dovrebbe uscire nella sale cinematografiche italiane Divergent - The Movie per la Eagle Pictures ho fatto bingo con le emozioni da fangirl. Non so voi ma a me Theo James piace un sacco mentre Shailene la voglio vedere nei panni di Tris prima di pronunciarmi. Mi auguro in ogni caso di vedere un bel film che non stravolga troppa la storia e spero di veder descritto in modo dettagliato tutto il mondo narrato dalla Roth.

Data di pubblicazione: 18 marzo 2014
Titolo: Allegiant (Divergent #3)
Autrice: Veronica Roth
Editore: DeAgostini
Prezzo: 14, 90 €
Pagine: 554

Trama: La realtà che Tris ha sempre conosciuto ormai non esiste più, cancellata nel modo più violento possibile dalla terrificante scoperta che il “sistema per fazioni” era solo il frutto di un esperimento. Circondata solo da orrore e tradimento, la ragazza non si lascia sfuggire l’opportunità di esplorare il mondo esterno, desiderosa di lasciarsi indietro i ricordi dolorosi e di cominciare una nuova vita insieme a Tobias. Ma ciò che trova è ancora più inquietante di quello che ha lasciato. Verità ancora più esplosive marchieranno per sempre le persone che ama, e ancora una volta Tris dovrà affrontare la complessità della natura umana e scegliere tra l’amore e il sacrificio.
L'autrice: Veronica Roth vive con il marito a Chicago e si dedica alla scrittura a tempo piano. Ha esordito giovanissima con Divergent (pubblicato da De Agostini libri nel 2012). Il primo volume di una trilogia distopica a cui hanno fatto seguito Insurgent e Allegiant, bestseller mondiale che ha raggiunto i vertici della classifica del “New York Times”.


Vi do un piccolo consiglio: se ancora non avete iniziato la serie muovetevi e non ve ne pentirete!
Cosa vi aspettate da questo libro? Vedrete il film? Vi piacciono i trailer e il cast?
Voglio sentire tutti i divergenti, forza!


Stay tuned!
Xoxo, Giò

19 febbraio 2014

WWW Wednesdays #22


Buonasera miei amati lettori!
Torna questa settimana WWW Wednesdays, la rubrica ideata da Should Be Reading per condividere le nostre letture. Vi avevo promesso che sarei tornata con un nuovo post oggi ma prima mi sono voluta dedicare un po', finalmente direi, alla lettura perché sapete già che mi sono sentita una brutta persona a non concludere niente nelle scorse settimane. Partecipare è facile, basta rispondere alle tre semplici domande rappresentate dalle W. Scatenatevi con i consigli e fatemi sapere il vostro WWW Wednesday.

- What are you currently reading? (Cosa stai leggendo?)


Sì, sto leggendo ancora Requiem e sono una persona pessima completamente, avete ragione. La verità è che l'avevo dovuto completamente interrompere a causa di forze maggiori ma un po' ieri sera e un po' oggi sono riuscita a riprenderlo in mano e portarmi decisamente avanti rispetto a dov'ero rimasta.

- What did you recently finish reading? (Quale libro hai finito di recente?)


L'ultimo libro che ho terminato è stato Silver di Kerstin Gier su cui ho già sproloquiato abbastanza nella recensione che trovate qui. In sostanza è stata una lettura piacevole soprattutto grazie al mondo speciale dei sogni e per la protagonista particolare.

- What do you think you’ll read next? (Quale libro pensi sarà la tua prossima lettura?)

  

Allora allora, questa domanda mi manda sempre in crisi siccome ci sono sempre troppi libri che vorrei leggere anyway sicuramente inizierò Per una volta nella vita perché lo rimando da troppo tempo. Poi leggerò o meglio rileggerò L'ospite di Stephenie Meyer partecipando al GdL del blog Reading is Believing e quindi non dovrebbe essere una lettura troppo invasiva perché se rispetterò le tappe dovrò leggere solo poche pagine alla settimana. Mentre Oltre i limiti di Katie McGarry, che volevo leggere da prima ancora che uscisse, è la lettura scelta per il mese di febbraio nel gruppo di Frannie e Bliss. Vediamo cosa riesco a fare. Ci sarebbe poi anche sfida libresca che mi è stata lanciata da una collega. Si tratta di una novella di una serie che non è stata tradotta completamente in Italia di cui ho letto il primo romanzo. Non so come andrà a finire, se sarò capace e se lo farò in questi giorni.

Quali sono le vostre WWW della settimana? Cosa ne pensate di queste letture?

Stay tuned!
Xoxo, Giò

TAG: Se fossi un libro


Buongiorno miei amati lettori!
Vi sono mancata almeno un pochino? Chi mi ha letto su facebook già saprà che mi sono tolta il pensiero dell'esame che è andato bene. Con me poi quel giorno avevo accanto, oltre a mia sorella che se non la nomino potrebbe uccidemi, un'amica conosciuta proprio nella blogosfera. Se vi chiede il motivo per cui non sono tornata subito è semplice, sono rimasta bloccata poi con una febbre incredibile che mi ha messo completamente ko. 
Con piacere poi ho notato in questi giorni che Walks with Gio ha raggiunto un altro bel traguardo inaspettato: i 200 followers *___* mi avete fatto emozionare davvero e non posso che ringraziarvi immensamente ancora ancora e ancora! Siete grandi e vi adoro tutti, nessuno escluso compreso chi leggendo nascosto senza palesarsi. Grazie ancora!
Ora però torniamo al post di oggi, che spero non sia l'unico. Per inaugurare il mio ritorno ho deciso di proporvi un bel tag perché come sapete mi piacciono davvero tanto tanto. Questo è un tag davvero carino che ho scovato nel blog The Bookshelf delle mie adorate Mel & Mys. Ecco a voi quindi il TAG Se fossi un libro.

1. Quale sarebbe il titolo del tuo libro?
Questa domanda non è così difficile perché chi mi conosce sa che sono una fangirl fino al midollo da ormai troppo tempo se non da sempre. Grazie a questo mio lato sono riuscita a fare qualche pazzia e senza dubbio è una delle cose più belle quindi il titolo del mio libro sarebbe: Memories of a Fangirl

2. Quale autore scriverebbe la tua storia?
Questa domanda mi mette già più in difficoltà perché non vorrei cadere nel banale ma per me è praticamente impossibile non farlo XD Quiiiindi le due donne che scriverebbero la mia storia sono due delle mie autrici preferite: J.K. Rowling e Colleen Hoover, ma cambio di programma la Hoover va in panchina e al suo posto entra vittorioso John Green, capirete poi perché. So perfettamente che sono diversi tra loro ma so che ne uscirebbe una bomba, un libro scritto a quattro mani e che mani awwww.

Vedete? Anche Sammy esulta!
3. Quale copertina sceglieresti?
Dovete sapere, se ancora non l'aveste capito, che io amo le cover. Mi perdo su goodreads a guardarle praticamente ogni volta che accedo, un po' come succede con tumblr. Scovando un po' durante una delle mie ricerche ne ho adocchiata una che mi è piaciuta molto e potrebbe essere proprio la copertina giusta. Si tratta di Die for me di Amy Plum


4.Saresti un rilegato o una brossura?
Per quanto possa essere difficoltoso leggere libri rilegati possenti e pesanti, io sarei un rilegato perché sono così belli da vedere in libreria. Fanno atmosfera e sono sempre rimasta incantata da quelle librerie cariche di libri così: prendete ad esempio La bella e la bestia o la biblioteca di Hogwarts. Non sono fantastici? Anche se ammetto che ha il suo fascino anche un libro in brossura comodo da tenere sempre con se.

5. Quante pagine avresti?
Ho sempre amato i libri con tante pagine. Quando ero più piccola la prima cosa che facevo non appena compravo un nuovo libro di Harry Potter era controllare il numero delle pagine e ogni volta vederne sempre di più mi rallegrava e non poco. Tutto questo per dire che il mio libro dovrebbe avere almeno 500 pagine.

6. A quale genere apparterresti e perché?
Il mio libro non appartenerebbe ad un solo genere proprio perché ho voluto accostare due grandi che scrivono generi e in modo differente. Ci dovrà essere spazio per l'avventura ma anche per i sentimenti, così lo vedo e mi piace un sacco l'idea. Potrei essere quindi un romanzo contemporaneo young adult a tinte fantasy. Un mix bomba che sappia conquistare.

7. Chi vorresti che scrivesse la recensione da mettere sul retro del tuo libro?
Non so se ci sarebbe qualcuno disposto a recensirlo ma se io dovessi scegliere opterei molto probabilmente per Colleen Hoover

Siete tutti taggati! Forza, mostratemi che splendidi libri sareste :)

Stay tuned!
Xoxo, Giò

16 febbraio 2014

Recensione "Silver" di Kerstin Gier

Avrei dovuto leggere questo libro in anteprima e così è stato almeno all'inizio poi una serie di cose non mi hanno lasciato in condizione di potervi regalare una recensione in anteprima e mi dispiace molto per questo. Prima ci si è messo il pdf che mi procurava mal di testa, poi il libro in cartaceo che non arrivava (contate che mi è arrivato giusto per leggere le ultime cinquanta pagine qualche giorno fa) e per finire l'esame che avrò a breve che mi toglie ogni singolo momento. Oggi però voglio recensirvi Silver, l'attesissimo nuovo romanzo di Kerstin Gier che tutti sicuramente conoscerete per la Trilogia delle Gemme. Questo è, invece, l'inizio di una nuova serie ovvero la Trilogia dei Sogni edito per la casa editrice Corbaccio.

Titolo: Silver (Silber: Das erste Buch der Träume)
Autrice: Kerstin Gier
Editore: Corbaccio
Pagine: 324
Data uscita: 6 Febbraio 2014
Prezzo: 16,40€
Trama: Porte con maniglie a forma di lucertola che si spalancano su luoghi misteriosi, statue che parlano, una bambinaia impazzita che si aggira con una scure in mano… I sogni di Liv Silver, quindici anni, negli ultimi tempi sono piuttosto agitati. Soprattutto quello in cui si ritrova di notte in un cimitero a spiare quattro ragazzi impegnati in un inquietante rituale esoterico. E questi tipi hanno un legame con la vita vera di Liv, perché Grayson e i suoi amici sono reali: frequentano la stessa scuola, da quando Liv si è trasferita a Londra. Anzi, per dirla tutta, Grayson è il figlio del nuovo compagno della mamma di Liv, praticamente un fratellastro. Meno male che sono tutti abbastanza simpatici. Ma la cosa inquietante – persino più inquietante di un cimitero di notte – è che loro sanno delle cose su Liv che lei non ha mai rivelato, cose che accadono solo nei suoi sogni. Come ciò possa avvenire resta un mistero, esattamente il genere di mistero davanti al quale Liv non sa resistere…
Recensione

Una premessa è d'obbligo per me, della Gier non avevo ancora letto la sua trilogia precedente e proprio per questo il suo stile era sconosciuto per me ma nonostante ciò avevo grandi aspettative per questo romanzo non appena ho scoperto della sua pubblicazione. Ciò che posso anticiparvi è che mi ha colpito davvero molto sia per lo stile sia per la trama particolare.
Emerge chiaramente attraverso la lettura di Silver che tutte le pagine siano permeate da sarcasmo divertente e pungente e da ironia, tutto ciò si palesa in modo particolare attraverso la protagonista, Liv che come saprete già perché l'ho ripetuto fino alla nausea ho adorato davvero tanto come personaggio. Liv è una liceale di quindici anni curiosa come pochi e fan di Sherlock, non perde infatti occasione di citarlo. Ha una sorella minore, Mia, che si diverte ogni volta a mettere tutti alla prova ed è la degna sorella di Liv per il caratterino che già mostra. Le due ragazze, nel corso degli anni, hanno dovuto affrontare il divorzio dei genitori e i consecutivi mille trasferimenti e traslochi in diverse parti del mondo affiancate solamente dalla loro bambinaia Lottie (che è tutto un programma!). Senza affetti e radici cercano di trovare un luogo sicuro dove costruire una vita nuova a Londra, la città dei sogni e delle speranze. Anche qui però entra in gioco un inconveniente e si palesa con Mr. Ernest Spencer, nuovo compagno della madre e così dovranno dire addio all'idea di una casa tutta per loro per far posto all'idea di vivere con la loro nuova famiglia e con due nuovi fratelli: Grayson e Florence. La notizia bomba viene data durante la prima cena d'incontro delle due famiglie, cena assolutamente memorabile già solo per lo sproloquio di Florence che non dovete perdervi per nessun motivo al mondo. Sin da subito Liv capisce che il distratto Grayson nasconde un segreto e per tutta la sera cercherà di scoprirne di più. A venirle in soccorso è una felpa del ragazzo che le aprirà la porta dei suoi sogni.
La Gier ovviamente non poteva lasciare l'affascinante Grayson tutto solo, ecco infatti che per la gioia di tutte le lettrici il nuovo fratello di Liv si aggira per i corridoi del liceo con al suo fianco altri tre amici inseparabili, altrettanto belli e angelici come lui: Henry, Arthur e Jasper. Non vi preoccupate, avrete l'occasione di conoscerli tutti attraverso un blog alla Gossip Girl firmato da Secrecy che si occupa di svelare i segreti di tutti gli studenti del liceo e oltre a questo ci saranno tutta una serie di sogni bizzarri che hanno scatenato la fantasia dell'autrice. Come avrete capito tutto ruota intorno ai sogni e tutto inizia con un evento in particolare che coinvolgerà anche la nostra cara Liv.
Ciò che mi ha colpito sono i dettagli minuziosi con cui tutto il mondo dei sogni, e non, è curato anche se devo dire che ogni tanto ho avuto la sensazione che la trama peccasse ogni tanto di una eccessiva velocità degli avvenimenti. E' divertente vedere come emerga in Liv la curiosità e la voglia di risolvere ogni singolo enigma tanto da portarla a compilare tabelle, schemi e appunti vari degni di Sherlock Holmes. Il momento della giornata più proficuo e interessante sarà senza dubbio la notte e pian piano Liv avrà modo di entrare nel gruppo più ambito del liceo procurandosi occhiate e apparizioni nel blog di Secrecy.
Man mano che il tempo passa tutto si fa più nitido nella testa di Liv e allo stesso tempo cupo a causa di presunti demoni delle tenebre, patti di sangue e desideri nascosti che si celano dietro a pericoli sempre più reali. Tutti questi elementi fanno molto setta satanica, non lo nego ma credo che dovremo scoprirne ancor di più. In sostanza i due aspetti geniali della storia sono i sogni e la fantastica Liv. Ho apprezzato molto anche Grayson che subito veste i panni del fratello maggiore che cerca di proteggere Liv. Henry invece è un discorso a parte. Avrete capito ormai che Liv si prenderà una bella cotta per lui ma una parte di me è colta da qualche dubbio supportato da alcune possibili anticipazioni del secondo romanzo.
Per concludere posso dire di aver apprezzato molto questo primo volume della serie che mi ha lasciato con una voglia incredibile di saperne ancora di più. Lo consiglio perché lo stile narrativo è spassoso e il mondo dei sogni è tutto da scoprire. Per questo credo che l'esperimento di questa prima bozza della storia ideata dalla Gier sia riuscito anche se avrei voluto più dettagli e un po' più chiarezza che spero di trovare nel prossimo volume. Ultimo avvertimento: fate attenzione al personaggio di Anabel!

Libro quasi perfetto, bello!
P.S. Per chi se la fosse persa, qui potete trovare una breve intervista a Kerstin Gier!

Stay tuned! 
Xoxo, Giò

15 febbraio 2014

Letterwoman show #3: mini intervista a Kerstin Gier


Rieccomi qui con una nuova puntata flash del Letterwoman Show, rubrica con la quale vi propongo interviste ad autori più o meno conosciuti. Oggi nel salotto di Walks with Gio abbiamo un'autrice di cui avrete sicuramente sentito molto parlare per le sue due trilogie. Tra l'altro è appena stato pubblicato in Italia il primo romanzo della sua seconda trilogia. E' con piacere che vi presento:

Kerstin Gier

Yeaaaaah!
Confesso che non mi sono ancora abituata all'idea di avere questa grande opportunità di intervistare autrici che apprezzo. Questa volta non l'ho scovata io e per questo ringrazio la casa editrice Corbaccio per questa opportunità. Come dicevo prima Kerstin Gier è ormai famosa per la sua Trilogia delle Gemme e il 6 Febbraio è uscito nelle librerie Silver, primo romanzo della Trilogia dei Sogni che ho letto e apprezzato molto. Non vi preoccupate, presto avrete anche la vostra recensione. Ora vi lascio alla mini intervista.

Com'è nata l'idea di incentrare una storia tutta intorno ai sogni?
Questa storia l'ho sognata molto tempo fa ed è per questo che parla molto di sogni. Come nella realtà così anche nel libro ci sono anche degli incubi e con gli incubi si può giocare molto. Rendono la storia più movimentata. Si può giocare con lo sfondo, i personaggi possono incontrarsi in luoghi completamente diversi da quelli della quotidianità. Ed è proprio quello che succede.

Com'è nato il personaggio di Liv? Prende spunto da una persona in particolare o rispecchia il suo carattere?
Naturalmente ogni scrittore ha un suo modo di procedere particolare. Per quanto mi riguarda parte tutto da un'idea di base e dai personaggi. Niente di più. Non appena mi viene un'idea, come per esempio quella dei sogni in Silver, mi immagino quali personaggi possano vivere la storia. E' una fase molto importante per me, solo quando "conosco" i personaggi fin nei minimi dettagli allora riesco a sviluppare la trama. E in genere mentre lavoro ai personaggi mi vengono in mente delle scene, è quasi inevitabile quando sono impegnata con i protagonisti del romanzo. E' come se prendessero vita propria, e io, una volta che ho attribuito loro delle caratteristiche fisiche e dei tratti caratteriali, li lascio "agire". E così emerge la narrazione passo dopo passo.

Cosa dovremo aspettarci dal secondo volume? Qualche anticipazione?
Se la storia di Liv Silver vi è piaciuta, allora avete di che rallegrarvi, infatti siamo solo all'inizio, come Anabel ha giustamente puntualizzato. (E' o non è raccapricciante? Sì lo è.)
Nel prossimo libro, il secondo libro della Trilogia dei sogni, ci sarà un altro mistero che Liv cercherà di svelare. Qualcuno avrebbe lanciato una maledizione. E per fortuna che Liv non crede a tutto questo ciarpame soprannaturale. Be', almeno fino a quando non è incappata nella faccenda dei sogni, che peraltro hanno dei risvolti assai pratici, perché si scoprono un mucchio di cose di notte.
Forse voi vorreste sapere se Lottie e Charles si metteranno insieme, o se Mia riuscirà a combinare un matrimonio fra Lottie e l'avvenente veterinario di Pilgrim's Lane.
E anche cosa dirà la nonna di Grayson e Florence, una volta tornata dal giro del mondo, di fronte ai cambiamenti che ci sono stati nel frattempo nella sua famiglia. E magari vorreste sapere se Liv e Henry continueranno a essere innamorati o se Henry ha un segreto che cercherà di conservare un po' troppo a lungo. A proposito di segreti: qualcuno di voi ha già capito chi potrebbe esserci dietro a Secrecy?

Kerstin Gier è nata nel 1966 e vive con la famiglia vicino a Colonia. Alla sua attività di insegnante ha affiancato dal 1995 quella di scrittrice. Autrice di bestseller al femminile estremamente divertenti e apprezzati per la loro ironia, come «In verità è meglio mentire» e «L'uomo che vorrei», pubblicati da Corbaccio e sempre ai vertici di tutte le classifiche, ha raggiunto il successo soprattutto con i libri della Trilogia delle gemme «Red», «Blue» e «Green» (oltre 120.000 copie vendute) e della nuova Trilogia dei sogni, inaugurata con «Silver». Nel mondo i suoi libri hanno venduto 4 milioni di copie e sono tradotti in ventidue paesi.


Spero che questa intervista abbia saziato anche solo un pochino le vostre curiosità e vi abbia colpito tanto da leggere il suo nuovo romanzo che credo proprio saprà conquistarvi con la sua protagonista curiosa, ironica e sarcastica. Vi dico solo che Liv è una fan di Sherlock. Vi ho convinte ora?

Stay tuned!
Xoxo, Giò

14 febbraio 2014

Buon San Valentino!

Buongiorno miei amati lettori!
So di essere sparita in questi giorni, ancora un po' di pazienza e tornerò attiva come prima. Volevo però augurarvi in modo speciale San Valentino, perché per festeggiare basta essere innamorati anche solo della vita!


Stay tuned!
Xoxo, Giò

11 febbraio 2014

Anteprima #22: "Il Fascino dell’Oscurità" di Isabel C. Alley

Buon pomeriggio bellissimi!
Come state? Lo so, avete ragione sono sparita ma lo studio per un esame imminente mi sta completamente assorbendo tanto che non riesco nemmeno quasi a leggere e questo è una cosa che mi fa arrabbiare da matti anche perché ho due libri da terminare di leggere. Oggi voglio presentarvi un libro di prossima pubblicazione di un'autrice italiana che forse conoscete già. 
Si tratta del secondo romanzo paranormal romance appartente alla serie "I diari di Isabel" di Isabel C. Alley. Il titolo del libro in uscita è Il fascino dell'Oscurità. Oltre a Il diario di Isabel è stato pubblicata anche una novella Come into my wonderland spin-off su un personaggio della serie.

“Stephan è riuscito a plasmare ciò che sono ora: un'arma efficace al servizio dell’equilibrio tra la razza umana e quella vampirica. Quello che però lui mi ha insegnato, oltre ai modi migliori per rendere cenere il corpo di un non-morto, è come fare i conti con un cuore spezzato.”

Data di uscita: 12 Febbraio 2014 in ebook e prossimamente in cartaceo
Titolo: Il fascino dell'oscurita (I diari di Isabel #2)
Editore: Self Publishing
Autrice: Isabel C. Alley
Prezzo eBook: 2.99 €
Pagine: 360 

Trama: Tutti vogliono circondarsi di certezze: casa, amore, lavoro... Di queste io ne ho due su tre. Mica male, no? Dovrei ritenermi fortunata e invece sono il bersaglio preferito del destino avverso.
Isabel Cariani: cacciatrice di vampiri e altre creature sovrannaturali. Potreste aver sentito parlare di me se frequentate il Frozen e i suoi vampiri, se vi siete imbattuti in una strega svitata o se la vostra villa di campagna è stata scaravoltata da un Boggart dispettoso. Sono tutte cose che non trovereste nella vita di una normale ragazza di venticinque anni, ma come avrete capito il mio mondo è piuttosto singolare.
Parecchie persone hanno contribuito a sconvolgere la mia esistenza: Jenny, la mia apprendista cacciatrice, pazza e nerd di prima categoria; Stephan, il maestro che mi ha insegnato a combattere, tornato dal Canada per sbriciolare ancor di più i frammenti del mio cuore; Lorenzo Ferranti, il vampiro più attraente e pericoloso della provincia, interessato a me per chissà quale motivo. Ma non è tutto qui.
Nell'oscurità che mi circonda, ci sono segreti pronti a balzare alla mia gola per eliminarmi. Muovono le pedine di un gioco molto pericoloso e corrompono anche l'animo più puro con il loro fascino mascherato di oro e di argento. Luce, buio, nemici, alleati... sono solo etichette che riponiamo su ciò con cui interagiamo per sentirci più sicuri. Ma quando tutte le certezze all'improvviso cominciano a crollare, non si può più contare su alcun equilibrio.
Ho dovuto destreggiarmi tra vampiri berserker nati per uccidere, sensuali proposte a cui è difficile negarsi e grandi complotti volti a distruggere la pace di una città. Volete muovere un passo nella mia vita? Non vi resta che sfogliare le pagine di questo Diario.
Chi è l'autrice? Scopriamolo attraverso le sue parole!

Chi è Isabel C. Alley? Domanda difficile.
Potrei affermare di essere una persona di periferia che è diventata una cittadina per motivi di studio e di lavoro. Potrei definirmi una brava ragazza, sognatrice e altruista. Potrei aggiungere che amo il mio lavoro e che i miei colleghi sono fantastici. Potrei rivelare di essere single, ma che in passato sono stata fidanzata diverse volte.
Potrei raccontarvi tutti questi dettagli e non vi mentirei mai. Ma questa sarebbe solo la parte visibile di Isabel, la facciata che ogni individuo crea attorno a sé per mascherare una personalità enigmatica, macchiata da oscuri segreti che dovrebbero rimanere nascosti sotto strati di indifferenza.
Questa ero io, qualche tempo fa. Tutto ciò che desideravo era conservare i miei segreti in un angolo della mia anima, nella speranza che non tornassero a tormentarmi. Ma, come qualcuno mi ha detto in passato, tenersi tutto dentro serve solo a peggiorare la situazione.
Di cosa sto parlando? Non c’è bisogno che lo andiate a chiedere a qualcuno. Sarò io stessa a raccontarvi del mio passato, perché lo spazio nel mio armadio, per nascondere quegli scheletri, non basta più. Dunque condivido con voi il mio diario, perché è giusto che siate messi in allerta.
Tutti dovete sapere che, tra noi, non ci sono solo esseri umani a solcare il suolo che percorrete di fretta, senza prestare troppa attenzione a chi vi passa accanto. Sono state proprio loro, le creature di cui non sospettate l’esistenza, a stravolgere la mia vita. Può succedere anche a voi, se abbassate la guardia.
E mentre io scrivo queste parole, là fuori un vampiro si appresta a cacciare una nuova vittima. Forse è una di voi, o forse no, ma ricordate: se avrete bisogno di un aiuto, se una creatura dannata camminerà alle vostre spalle con l’intento di servirsi del vostro sangue, del vostro corpo o della vostra anima, io sarò pronta, al vostro servizio.
Chi è Isabel C. Alley? Scopritelo leggendo il mio Diario. Forse, non è poi così difficile dare una risposta a questa domanda.”

Allora, avete letto i primi libri? Vi ho incuriosita? Leggerete il suo nuovo romanzo?

P.S. Stasera farò il possibile per tornare qui da voi!

Stay tuned!
Xoxo, Giò

7 febbraio 2014

In my mailbox #6


Buonasera miei amati lettori!
Riemergo finalmente almeno per oggi dalle pagine del libro di diritto dell'informazione e dell'immagine, sono completamente sfinita. Questi esami mi distruggono e per di più questo maltempo accompagna ogni singolo momento della giornata. E' tutto talmente così grigio che essere allegri è un'impresa ardua. Mi capite? Per di più in questi due giorni mi sento un po' influenzata e non sto leggendo quanto vorrei e per questo mi odio, sono una brutta persona.
E' troppo tempo ormai che non vi posto il In my mailbox e ci sono diversi libri che ho da mostrarvi. Ne manca uno, Silver, che probabilmente il corriere avrà deciso di tenere per sè, cattivo corriere cattivo. Manca anche Here's Looking at You che in questo momento è in viaggio con destinazione Napoli per raggiungere due amiche speciali. Per il resto mi pare di averli fotografati tutti.



Comprato su Comprovendolibri
Titolo: La terra delle storie - L'incantesimo del desiderio
Autore: Chris Colfer
Saga: La terra delle storie #1
Editore: Rizzoli
Prezzo: 15,00 €
Pagine: 485

Trama: Alex e Conner non sono contenti della loro vita. Il papà non c'è più, la mamma lavora troppo, e a scuola sono solo problemi. Poi il libro di fiabe ricevuto in dono dalla nonna per il loro dodicesimo compleanno prende vita, e tutto cambia. Perché non è solo un libro, ma la porta che si apre su un altro mondo, e fratello e sorella vi precipitano come Alice, lei per errore, lui per non lasciarla sola. Dall'altra parte c'è la Terra delle Storie, e il primo incontro in quella landa magica è con il Principe Ranocchio. L'avventura chiama. E nelle fiabe, anche nelle più note, niente è come appare. 
Omaggio della Casa Editrice
Titolo: Requiem
Autrice: Lauren Oliver
Saga: Delirium #3
Editore: Piemme Freeway
Prezzo: 17,00 €
Pagine: 336

Trama: Mi chiamo Lena e sono infetta, perché mi sono innamorata di Alex in un mondo in cui l'amore è considerato una malattia, e come una malattia viene curato. lo e Alex siamo scappati, ma poi ci hanno separati. Io sono andata avanti, ho incontrato Raven e gli altri ragazzi della Resistenza. Ho imparato a combattere per quello in cui credo, a lottare per essere davvero me stessa. E ho incontrato Julian che è il ragazzo più dolce del mondo e mi vuole con sé. Poi però Alex è tornato, quando pensavo di averlo dimenticato, quando mi ero convinta di riuscire a fare a meno di lui. E ora, mentre il mondo attorno a noi cade a pezzi, io sto male, e penso che forse avevano ragione loro: l'amore è davvero una malattia!

5 febbraio 2014

WWW Wednesdays #21


Buonasera miei amati lettori!
Torna questa settimana WWW Wednesdays, la rubrica ideata da Should Be Reading per condividere le nostre letture. Partecipare è facile, basta rispondere alle tre semplici domande rappresentate dalle W. Scatenatevi con i consigli e fatemi sapere il vostro WWW Wednesday.

- What are you currently reading? (Cosa stai leggendo?)


Come la scorsa settimana sto leggendo, ancora, Requiem di Lauren Oliver. Non pensate male, non l'ho finito non perché sono una brutta persona, ma perché nel frattempo è arrivato Silver di Kerstin Gier, che sto leggendo in anteprima. In verità starei ancora attendendo il cartaceo a causa maltempo e sto ripiegando sul pdf che mi sta provocando problemi agli occhi e mal di testa ma nonostante questo mi sta prendendo come lettura. Come già accennato ieri sto adorando Liv per la sua ironia e il suo carattere. 

- What did you recently finish reading? (Quale libro hai finito di recente?)

Nell'ultima settimana non ho terminato nessuna lettura ma posso giustificarmi dicendo che le due letture contemporanee mi hanno rallentato e nel frattempo sto preparando anche un esame che mi occupa la maggior parte del tempo della giornata. 

- What do you think you’ll read next? (Quale libro pensi sarà la tua prossima lettura?)


Ci sono davvero un sacco di libri che vorrei leggere in questo periodo, tra nuove pubblicazioni e libri leggermente più datati che devo ancora leggere. Ormai conoscete la mia lentezza ed è perciò inutile che vi dica duecento titoli che non riuscirei a leggere. Per cui probabilmente mi dedicherò, finalmente direi, a Per una volta nella vita di Rainbow Rowell ma non voglio dirlo troppo forte visti i precedenti.

Quali sono le vostre WWW della settimana? Cosa ne pensate di queste letture?

Stay tuned!
Xoxo, Giò

4 febbraio 2014

Teaser tuesdays #18: in anteprima Silver di Kerstin Gier


Buonasera miei amati lettori!
E' di nuovo martedì, quindi è tempo del nostro Teaser Tuesdays, la rubrica ideata dal blog Should Be Reading con lo scopo di condividere piccoli stralci delle nostre letture. Partecipare alla rubrica è semplicissimo, vi basterà:

- Prendere il libro che si sta leggendo
- Aprire ad una pagina a caso (o scegliere il passo che più vi ha colpito)
- Condividere il teaser scelto

Importante è non fare spoiler! Se vi va potete condividere con me la vostra lettura corrente e farmi sapere cosa ne pensate di quella che condivido io.

Il Teaser Tuesdays che ho deciso di condividere con voi oggi è quello di un libro che sto leggendo in anteprima. Si tratta di Silver, l'attesissimo romanzo della nuova serie scritta da Kerstin Gier in uscita per la casa editrice Corbaccio il prossimo 6 Febbraio. Forza, l'attesa è quasi finita.


Il pompelmo fu tirato di nuovo e di certo avrebbe colpito sul naso la statua di sale-Persefone, se io non avessi fatto un balzo in avanti per afferrarlo al volo. Si trattò più di un riflesso condizionato che di buona azione, se devo essere proprio sincera, e stupidamente uno dei quattro del club dei biondi strafighi (il primo a sinistra) ebbe la stessa idea, ovvero lo stesso riflesso, e così finimmo per andare a sbattere l'uno contro la spalla dell'altra mentre saltavamo. Il pompelmo, però, finì in mano mia.
Il ragazzo abbassò lo sguardo su di me. «Niente male» riconobbe sincero, mentre si risistemava la manica che gli era salita sul braccio. Non fu abbastanza rapido. Feci in tempo a leggere le parole che aveva tatuate all'interno del polso: numen noctis.
Mi sorriso spigliato. «Basket o pallamano?»
«Nessuna delle due. Avevo fame.»
«Ah.» Scoppiò a ridere e proprio mentre stavo per avere qualche ripensamento circa il mio tipo ideale e propendere per i ragazzi alti e tatuati dalla pelle chiara, dalla chioma color miele spettinata e gli occhi color ardesia, lui aggiunse: «Ma sei la ragazza del formaggio dell'aeroporto. Che tipo di formaggio era?»
Non ci voleva. «Formaggio della biosfera dell'Entebuch» risposi sdegnosa facendo un passo indietro. A ben vedere non era poi così eccezionale. Aveva il naso troppo lungo, profonde occhiaie e i capelli mai toccati dal pettine. Lo riconobbi anch'io, era il tizio che in aereo si era addormentato di schianto al decollo. Adesso però sembrava ben sveglio. E molto divertito.
«Giusto, formaggio della biosfera dell'Entebuch» ripeté con un risolino maligno. Io mi misi a fissare ostentatamente il corridoio dietro di lui. 
L'angelo con la pelle di porcellana aveva proseguito, ma uno dei suoi amici si era fermato accanto a Persefone. La sua faccia mi risultava familiare, ma dovetti fissarlo per cinque secondi buoni prima di comprenderne il motivo. Poi trattenni a stento uno squittio. Incredibile! Avevo davanti Ken! La versione in carne ed ossa dell'amico di Barbie che Mia aveva ricevuto in regalo a Natale da nostra prozia Gertrude. 
Ken «look con barba», per la precisione. (I regali di zia Gertrude erano spesso spassosi. A me era toccato un set di perline da stirare.)
Persefone intanto sembrava essersi ripresa almeno in parte dalla paralisi momentanea ed era tornata in grado di respirare e muovere gli occhi. Aveva le guance di un rosso innaturale, ma non sapevo dire se a causa della collera o della mancanza di ossigeno. I ragazzi che giocavano con il pompelmo avevano pensato bene di filarsela.

3 febbraio 2014

Tag: Descriviti con i libri

Buonasera miei amati lettori!
Anche se ho già postato la tappa del blogtour di Moonstoone oggi (qui) mi è venuta voglia di passare altro tempo con voi, invece di studiare o fare altre cose. Forse sono una brutta persona ma in fondo nasce da un pensiero carino per tutti voi. Dopo aver visto che un'amica speciale (The Bookshelf) lo aveva appena postato, ho deciso di proporre anche io il Tag Descriviti con i libri.


SEI MASCHIO O FEMMINA?

DESCRIVITI

COSA PROVANO LE PERSONE QUANDO STANNO CON TE?

DESCRIVI LA TUA RELAZIONE PRECEDENTE


DESCRIVI LA TUA RELAZIONE ATTUALE

DOVE VORRESTI TROVARTI?

COME TI SENTI NEI RIGUARDI DELL'AMORE?

COME DESCRIVERESTI LA TUA VITA?

COSA CHIEDERESTI SE AVESSI A DISPOSIZIONE UN SOLO DESIDERIO?


Dì QUALCOSA DI SAGGIO

UNA MUSICA

CHI O COSA TEMI?

UN RIMPIANTO

UN CONSIGLIO PER CHI È PIÙ GIOVANE

DA EVITARE ACCURATAMENTE 

Che ne pensate? Ovviamente siete tutti taggati!

Stay tuned!
Xoxo, Giò