29 marzo 2014

In my mailbox #7


Buuuongiorno bellissimi!
Vi avevo accennato al mio stato malaticcio, bene...bronchite per me e altri sei giorni imbottita di medicinali vari, ma non importa perché mi sento carica lo stesso e il merito è anche vostro! Dopo ormai quasi due mesi torno con una rubrica che mi piace davvero molto, come potrebbe essere diversamente? A chi non piace avere tra le mani nuovi libri da amare? Avete capito, si tratta di In my mailbox. Oggi a presentarvela però ci sarà una personcina speciale e coccolosa che mi è venuta in soccorso dopo aver ricevuto ieri sera una telefonata davvero particolare.

Come dire di no ad una faccina così?

Making Of

G: Pronto?
S: Gee, sono Stitch!
G: Stitch? Mel sa che mi stai chiamando?
S: Sì, Mel sa tutto. E' qui con me. Stavo pensando, quando mi farai conoscere Winnie?
G: Winnie? Mi hai chiamato per lui?
S: Sì! Io ormai sono una star ricercata dai paparazzi e voglio con me il mio amico Winnie!
G: Uhm, va bene Stitch. Sarai accontentato! Winnie entrerà in azione presto.
S: Grazie, Gee!!

Non è tenerissimo?
Che io non fossi normale lo sapevo già, ma dopo questo non avevo proprio più alcun dubbio. Ormai in ogni caso la richiesta era partita e io avevo dato il mio ok a Stitch, potevo mai deluderlo? Certo che no! Quiiiindi è con noi oggi il mio amico Winnie. Mi aiuterà a presentarvi le mie ultime entrate, trattatelo bene perché è un po' timido.


27 marzo 2014

Anteprima: "Il figlio ribelle" di Cristina Zavettieri

Buongiorno bellissimi!
Come procedono le vostre letture? Le mie, come sempre, un po' a rilento tra l'influenza e l'inizio del laboratorio all'università ho meno tempo ma eccomi qui lo stesso. Oggi vi voglio presentare l'anteprima di un romanzo di prossima pubblicazione. Si tratta dell'esordio di un'autrice italiana, Cristina Zavettieri, di cui ho già letto qualche racconto sulla piattaforma Efp (che avevo molto apprezzato) e proprio per questo sono curiosissima di leggere il suo romanzo. Ho atteso per parecchio l'uscita di una data ufficiale, ora ci siamo perché Il Figlio Ribelle uscirà l'8 aprile 2014.

Titolo: Il Figlio Ribelle
Autore: Cristina Zavettieri
Editore: Self-Publishing, Amazon
Genere: Romance, Adult, Storico
Prezzo: 2.99 euro
Data di uscita: 8 Aprile 2014

Trama: Nel Regno delle Due Sicilie di Ferdinando I di Borbone, si racconta di Federico Dalla Croce e della bella che rapì il suo cuore, Bianca Di Albano. Tra segreti, intrighi, guerre e balli in maschera, l’amore che voleva essere consumato e doveva essere ascoltato. Una storia avvolgente e sensuale tra un anticonformista e ribelle baronetto e una dolce quanto pericolosa donzella in una Napoli vivace e tumultuosa.

L'autrice: Cristina Zavettieri è una giovane donna nata nell'estremo Sud della Calabria, è amante della scrittura e della lettura da sempre, ma anche del disegno e dell’arte, tant’è vero che sin da bambina, quando ancora non sapeva scrivere, accompagnava le sue storie ai disegni acerbi dei suoi personaggi. Sul mondo del web è conosciuta per aver scritto diversi anni all'interno della piattaforma di EFP (sito italiano di fanfiction e storie originali).
Nel dicembre del 2012 ha esordito con Il Figlio Ribelle (che spera diventerà il suo primo romanzo. E forse c'è riuscita!). Il Figlio Ribelle è la sua storia più conosciuta perché di anteriore pubblicazione, presentata con cadenza settimanale a capitoli come romance sul popolare sito di fanfiction. I generi che preferisce nel mondo della letteratura sono il paranormal, il distopico e il romance storico e contemporaneo. Ha un animo sensibile e sognatore che preferisce stimolare con una buona musica di sottofondo, immergendosi magari nella natura, nei boschi e nelle foreste che – sotto sotto – crede siano incantate.


Per avere maggiori informazioni (o leggere qualche estratto) potete seguire Cristina sulla pagina facebook o sul suo blog.

Vi ho incuriosito? Chi di voi lo leggerà?

Stay tuned!
Xoxo, Giò

25 marzo 2014

Teaser tuesdays #22


Buonasera bellissimi!
Come state? Io sono super raffreddata con una tosse da paura, maledetti cambiamenti del tempo. E' di nuovo martedì, quindi è tempo del nostro Teaser Tuesdays, la rubrica ideata dal blog Should Be Reading con lo scopo di condividere piccoli stralci delle nostre letture. Partecipare alla rubrica è semplicissimo, vi basterà:

- Prendere il libro che si sta leggendo
- Aprire ad una pagina a caso (o scegliere il passo che più vi ha colpito)
- Condividere il teaser scelto

Importante è non fare spoiler! Se vi va potete condividere con me la vostra lettura corrente e farmi sapere cosa ne pensate di quella che condivido io.

Il Teaser Tuesdays che ho deciso di condividere con voi oggi è quello del libro che ho attualmente in lettura. Si tratta di Prodigy di Marie Lu. Dopo aver terminato Legend non potevo proprio attendere oltre per leggere il seguito, ammetto che sentivo già la mancanza di Day.


Corriamo giù per il corridoio finché la mia guida non mi ferma davanti a una delle porte. Alloggio 4A. Qui estrae una tessera magnetica e la passa sul pannello d’accesso. La porta scatta e si apre di uno spiraglio. Dentro, al buio, s’intravedono otto file di brande e armadietti.
L’hacker si gira a guardarmi. «Razor vuole che aspetti qui per essere sicuro che ti catturino i soldati giusti. Ha in mente una pattuglia precisa.»
Ma certo, è logico. Conferma il fatto che Razor non vuole che mi picchino a sangue, lasciando che sia una pattuglia qualsiasi della Repubblica ad arrestarmi. «Chi?» faccio per chiedere.
Prima che possa finire la frase, però, la guida si tocca il bordo del berretto militare. «Seguiremo la tua missione dalle telecamere. Buona fortuna» mi sussurra. Poi scappa via, sfrecciando giù per il corridoio finché non svolta l’angolo e scompare dalla vista.
Prendo un respiro profondo. Sono sola. È ora di aspettare che i soldati mi arrestino.
Entro in fretta nella stanza e chiudo la porta. Dentro è buio pesto, niente finestre, nemmeno un fascio di luce da sotto la porta. Di sicuro un posto plausibile in cui nascondersi. Non mi disturbo a addentrarmi oltre, la disposizione degli spazi già la conosco, file di brande e un bagno in comune. Mi appiattisco contro la parete proprio accanto alla porta. Meglio restare qui.

24 marzo 2014

TAG: I 10 libri che mi hanno cambiato la vita

Buongiorno bellissimi!
Oggi volevo proporvi un tag particolare che ho scovato qualche giorno fa tramite il canale youtube di Anita Book. Si tratta del I 10 libri che mi hanno cambiato la vita tag, per ognuno di esso cercherò di spiegarvi in che modo il libro è riuscito ad interagire con la mia vita cambiandola e arricchendola.  

1. Harry Potter e la Pietra Filosofale di J. K. Rownling

Il primo volume della saga del maghetto è sicuramente stato la causa scatenante per il mio amore verso la lettura. Leggevo già da prima ma senza dubbio è stato lui a farmi appassionare tanto portandomi a divorare volume dopo volume. Mi piace ricordare anche come venni a sapere di questo libro. Ebbene un giorno al tg stavano parlando di questo nuovo film in uscita ed era proprio La pietra filosofale, inquadrarono il romanzo e nella mia testa scattò una lampadina. Ricordavo di aver già visto quel volume ma soprattutto di averlo io nella mia libreria, un regalo per la cresima. Quel giorno stessi corsi a scovarlo nuovamente e mi misi a leggerlo tutto d'un fiato fino a pregare mia madre per andarmi a prenotare già il volume successivo. E' così che è nata la mia passione.

2. Twilight di Stephanie Meyer
La serie della Meyer invece la lessi durante il periodo del liceo, un periodo travagliato durato sei anni con le persone sbagliate. Non mi vergogno di dire che amai questa serie, perché è stato. Fu il mio primo approccio ai romanzi paranormal, prima d'ora nemmeno avrei pensato di leggere libri con vampiri, lupi mannari ecc.. ma invece fecero scatenare in me l'amore verso le cose strane e meno standard per gli occhi dei comuni mortali. Insieme a quella di Harry Potter, la serie della Meyer penso sia stata quella da me più riletta perché fino a qualche anno fa avevo la fissa per rileggere all'infinito i libri che più amavo, ora anche volendo non potrei perché troppi libri sono nella mia lista e aspettano di essere letti la prima volta. 



3. Alexandros di Valerio Massimo Manfredi
Alexandros doveva essere una lettura del mese scolastica e mai avrei pensato che mi sarebbe piaciuto tanto da portarmi ad amare questo genere di libri storici romanzati. Dopo di questo lessi molti romanzi di V.M. Manfredi e uno in particolare è il mio preferito L'impero dei draghi. Mi piaceva poter entrare in contatto con epoche passate mantenendo però sempre le basi del romanzo, non amo infatti i saggi o libri del genere. Ogni tanto ancora ora mi piace scovare qualche romanzo storico e perdermi tra le sue pagine. Ultimamente capita meno spesso a causa soprattutto di tutti questi generi che sto scovando da quando ho aperto il blog, ma i vecchi amori che mi hanno cambiato la vita non li scordo.


4. Orgoglio e Pregiudizio di Jane Austen
Sempre al liceo devo il mio amore per Jane Austen ma soprattutto per Orgoglio e Pregiudizio. Ho amato questo libro così tanto, mi sono sentita parte di esso ma soprattutto ero in completa sintonia con la sua protagonista, Elizabeth Bennett. Questo classico conserva in sè dei grandi insegnamenti e ancor adesso molti dovrebbero imparare ad interagire meglio con l'orgoglio e il pregiudizio. 
Ho sentito molti lamentarsi per i tempi lunghi di Lizzy e mr. Darcy ma io ancora oggi amo alla follia quella coppia. Volete sapere fino a che punto l'adoro? Quest'estate, durante un periodo in cui avevo una terribile voglia di scrivere, in un mio racconto ho liberamente citato Darcy perché quella sua frase era così azzeccata *-*



5. I passi dell'amore di Nicholas Sparks
I passi dell'amore non è il primo libro che racconta una storia d'amore che ho letto perché nella mia vita da lettrice c'è stato spazio, ebbene sì, per i romanzi di Moccia, fase superata poi per fortuna mia. I passi dell'amore è stato però penso il primo libro un po' più impegnativo come tematiche che lessi. Ricordo ancora quando. Avevo accompagnato mio papà ad una gita a pesca, ma io per gran parte del giorno rimasi seduta a leggere e a piangere per questo libro che mi aveva completamente catturato il cuore.
Nonostante tutto questo tempo passato, mi stupisco ancora a ricercare i momenti che collego a questa lettura e a riscoprire come sono vivi in me come fossero successi ieri.

6. Il cacciatore di aquiloni di Khaled Hosseini
Sempre nella mia vita da lettrice c'è stata una fase in cui avevo una fissa incredibile per i libri che si collocavano nel mondo orientale, in un mondo così lontano dal mio che mi piaceva scoprire. In questa fase si collocano i due romanzi di Hosseini, Il cacciatore di aquiloni e Mille splendidi soli. Anche qui ho pianto tanto (sì, succede spesso) e mi sono sentita terribilmente arricchita da queste letture che nascondevano tra le loro pagine tanti di quei insegnamenti.





7. Tutto ciò che sappiamo dell'amore di Colleen Hoover
Tutto ciò che sappiamo dell'amore appartiene alle scoperte dell'ultimo anno. Come ormai saprete ho un amore sviscerale per quell'autrice. Di questo romanzo conservo nel cuore ancora le emozioni che si sono scatenate in me. Ho amato proprio tutto di questo romanzo, avrei solamente voluto più pagine. Ho amato i suoi protagonisti, ho amato i personaggi secondari, ho apprezzato la storia e ho sofferto per le tematiche ancor di più perché lessi questo romanzo subito dopo un periodo particolarmente brutto e sofferente. Ho trovato la poesia quel tocco in più che ha reso magico questo libro per me così importante. Quando ancora non ne sapevo niente, ero stata attratta dalla trama anche perché avevo una base dello stesso intreccio che avevo pensato io per un racconto che ho scritto proprio la scorsa estate, piccole coincidenze.

8. Divergent di Veronica Roth
Il mio primo approccio con i romanzi distopici è stato proprio con Divergent lo scorso anno. In questo romanzo ho trovato tutto ciò che amo ed è probabilmente per questo che ha rapito così il mio cuore, anche se un discorso a parte lo merita Quattro. Al di là di queste cose da fangirl ho apprezzato i messaggi racchiusi nel romanzo che vengono fuori attraverso Tris e le varie fazioni. Un mondo creato con tanti particolari così minuziosamente non poteva non catturarmi. 
Sì, sono stati proprio i dettagli a fare la differenza in una storia così ben costruita tanto da lasciarmi senza parole al pensiero che un essere umano avesse potuto pensare a qualcosa di così articolato e ben riuscito ma soprattutto particolare.




9. Cercando Alaska di John Green
Cercando Alaska oltre ad essere il mio primo approccio con John Green, perché sì devo ancora leggere Colpa delle stelle, è stato uno di quei libri che ho amato ancor prima di averlo tra le mani. E' partita una caccia al tesoro per scovarlo e la curiosità ha vinto ancora una volta. Questo romanzo è entrato nel mio cuore per tutti i messaggi che racchiude in sè, non posso poi non trovare mille somiglianze con alcuni dei protagonisti. Un libro tutto d'amare anche per la sua semplicità che è arrivato alle corde del mio cuore perché semplicemente doveva andare così. Sapete, quella consapevolezza che avete dentro ancor prima. Ecco, con Cercando Alaska è scattato proprio questo meccanismo.

10. The sky is everywhere di Jandy Nelson
The sky is everywhere è stato uno dei tanti consigli di chi nell'ultimo anno ha imparato a conoscermi per quella che sono realmente senza filtri. The sky is everywhere, uno dei più bei libri che ho letto nell'ultimo anno, è ormai come una guida verso un cammino da attuare e da non dimenticare, perché il cielo è ovunque e quindi sorridere sempre dev'essere uno stile di vita. Tanti insegnamenti sono racchiusi in quelle pagine, che hanno un qualcosa di speciale. Per me è ormai diventato un valore simbolico di qualcosa che devo fare, perché seppur con tematiche molto diverse io vedo tante somiglianze. La cosa buffa è che mi sono accorta di questa importanza così forte proprio ora mentre sto scrivendo, non che prima non lo sapessi.

Sicuramente ne avrò dimenticato qualcuno ma ci saranno sicuramente altri momenti per parlarne. Questi sono quelli che però mi di getto mi sono venuti in mente ripensando ai libri che hanno lasciato un segno vero ed indelebile nella mia vita e nel mio cuore.

Quali sono invece i libri che hanno cambiato la vostra vita?
Ovviamente siete tutti taggati, sono troppo curiosa di conoscere le vostre risposte!

Stay tuned!
Xoxo, Giò

23 marzo 2014

Canzone della settimana #25


Buongiorno bellissimi!
E' proprio da tanto tempo che non vi propongo questa rubrica, questo non vuol dire che io non abbia più ascoltato musica anzi è completamente l'opposto. Diciamo che per molto tempo mi sono concentrata sulle canzoni che facevano bene al mio cuore ed erano sempre le stesse.
Torna quindi per questa settimana la rubrica da me ideata per raccontarvi quelli che sono i brani che mi tengono più compagnia e di conseguenza incollata alle mie cuffiette, la Canzone della settimana.
La canzone che ho deciso di condividere con voi oggi è praticamente un tormentone del momento ma non è per questo che ho scelto proprio questa. Ho optato per Happy di Pharrell Williams per quello che mi ricorda, ovvero che bisogno sorridere sempre per imparare a vedere la vita con occhi diversi. Concentrarsi su piccole cose che ci rendono felici per prendere tutto nel verso migliore e di appoggiarsi su piccole ancore invece che buttarsi giù fino a toccare il fondo. 
Cosa ci guadagni a vedere tutto nero e a ricordare cose che ti fanno male? Niente. Per questo è sorridere rende tutto migliore. Il consiglio quindi è andare incontro alla vita sorridendo cercando di dimenticare per un momento tutto ciò che non va e ciò che non ci piace per migliorare l'aura intorno noi. Credetemi, so quanto ci voglia per arrivare a vedere tutto diversamente, a cambiare modi ecc.. ma la caparbia, tanta volontà e le persone giuste possono fare la differenza (che ringrazio e loro sanno). Ecco perché ho scelto questa canzone. Vi lascio quindi al video.


Stay tuned!
Xoxo, Giò

22 marzo 2014

Anteprima #31: "Non cambiare mai" di Jessica Sorensen

Ultima anteprima per oggi, giuro. Oggi vi parlo di un altro ritorno di un'autrice che ormai conoscete bene per la sua serie The secret di cui sono stati pubblicati già due titoli: Non lasciarmi andare e Tienimi con te. Jessica Sorensen torna con il suo terzo volume che vede mettere momentaneamente da parte Ella e Micha per concentrarsi sui loro migliori amici Lila ed Ethan. Il titolo è Non cambiare mai e uscirà in Italia per la Newton Compton il 30 aprile 2014.

Titolo: Non cambiare mai (The Secret Series #3) 
Titolo originale: The temptation of Lila e Ethan
Autrice: Jessica Sorensen 
Data di uscita: 30 Aprile 2014
Prezzo: 9,90 €
Pagine: 352 

Trama: Un'amicizia può cadere nella tentazione?
A prima vista, Lila Summers, la migliore amica di Ella, è la tipica ragazza viziata di buona famiglia: aspetto curato, abiti firmati e l’atteggiamento frivolo di chi non ha mai dovuto faticare per ottenere ciò che vuole. Ma dietro quel seducente sorriso da copertina si nasconde un oscuro passato che Lila tenta con tutta se stessa di dimenticare e minaccia di farla crollare… Quando il terribile vuoto che ha dentro rischia emergere e divorare ogni cosa, c’è solo una persona in grado di aiutarla a tenere a bada i suoi fantasmi: Ethan Gregory.
Lila e Ethan però sono solo amici, niente di più. Ethan non è tipo da relazioni e poi come potrebbe un ragazzo rude e pieno di tatuaggi come lui far coppia fissa con una principessina? Eppure, nonostante tutto, Ethan non può negare che qualcosa di strano e forte lo lega a Lila, qualcosa che, se non sta attento, rischia di spezzargli il cuore…
Anche in questo caso devo ancora recuperare Tienimi con te ma sicuramente lo leggerò.
Chi di voi lo attende?


Per oggi è davvero tutto!
Stay tuned!
Xoxo, Giò

Anteprima #30: "Un disastro è per sempre" di Jamie McGuire

Vi avevo anticipato che le anteprime erano molte, siete pronti per un gradito ritorno? Dopo Uno splendido disastro, Il mio disastro sei tu Travis Maddox torna a far parlare di sì in occasione dell'uscita qui in Italia di Un disastro è per sempre che Jamie McGuire ha voluto regalare ai suoi lettori per raccontare qualcosa in più del matrimonio tra Travis e Abby. Ancora una volta la Garzanti ha lasciato scegliere ai suoi lettori la cover della novella dando loro tre possibili opzioni. Per non farci mancare proprio nulla l'autrice sarà in Italia il 9 maggio 2014 in occasione del Salone del Libro di Torino e io attendo con ansia la fiera nella mia città. 

Titolo: Un disastro è per sempre (Beautiful #2.5)
Autrice: Jamie McGuire
Editore: Garzanti
Data di uscita: 17 aprile 2014
Prezzo: 16,90 €
Pagine: 180

Trama: "Vuoi sposarmi?" Abby non ha dubbi: è Travis l'uomo che vuole accanto a sé per tutta la vita. Lui è l'unico in grado di leggerle dentro, l'unico a conoscere cosa si nasconde nella sua anima. "Sì". La risposta di Travis arriva direttamente dal suo cuore. Quel cuore che ha cercato di proteggere dall'amore per tanto tempo costruendo intorno delle barriere. Fino all'arrivo di Abby a cui è bastato uno sguardo per sciogliere quella corazza. Qualcosa
di speciale li unisce. Ma lei sa bene che i guai non sono mai troppo lontani con un ragazzo come Travis nei paraggi. Per questo hanno davanti una sola scelta per realizzare il loro sogno: volare a Las Vegas. Quando il fatidico momento si avvicina Abby e Travis inaspettatamente sono nervosi. I loro dubbi si risvegliano all'improvviso: hanno diciannove anni e si conoscono da pochi mesi. E soprattutto lui è il ragazzo sbagliato per eccellenza e lei una ragazza in fuga da sé stessa e da un segreto difficile da confessare. Eppure davanti all'altare, mano nella mano, occhi negli occhi, non c'è più nulla da temere. Ci sono solamente loro e tutto quello che li ha portati fin lì: quella scommessa da cui ogni cosa è cominciata, i tentativi di stare lontani l'uno dall'altro, il primo infinito bacio, le promesse disattese, la scoperta di essere perdutamente innamorati. Finalmente sono marito e moglie, per sempre. Sono una cosa sola. Ma ora che il passato tormentato di Travis arriva a chiedere il conto, insieme sanno come affrontarlo.
Devo ancora recuperare Il mio disastro sei tu, ma sicuramente lo leggerò. E voi?

Stay tuned!
Xoxo, Giò

Anteprima #29: "Quando il diavolo mi ha preso per mano" di April Tucholke

Buongiorno bellissimi!
Come sempre le anteprime da mostrarvi sono sempre tante e oggi inizio da un libro che aveva attirato la mia attenzione già nella sua versione originale in lingua di cui aspettavo la pubblicazione qui in Italia. Il libro in questione, edito per la Piemme Freeway, è Quando il diavolo mi ha preso per mano di April Tucholke che troveremo a partire dal 15 aprile sui scaffali delle nostre librerie.

Smetti di temere il Diavolo, quando gli stringi la mano...

Titolo: Quando il Diavolo mi ha preso per mano
Titolo originale: Between the Devil and the Deep Blue Sea
Autrice: April Tucholke
Editore: Piemme (collana: Freeway)
Pagine: 276
Prezzo: 16,00 €
Data pubblicazione: 15/04/2014

Trama: Innamorarsi perdutamente può essere un viaggio molto pericoloso...Nel paesino di mare dove abita Violet White non succede mai niente... fino a quando River West non affitta la casetta dietro la sua e incominciano ad accadere co se inquietanti. River è soltanto un bugiardo dal sorriso irresistibile e un passato misterioso? O dietro i suoi occhi ipnotici si nasconde qualcos'altro? La nonna di Violet l'aveva sempre messa in guardia dai giochi che sa fare il Diavolo, ma lei non aveva mai pensato che potesse nascondersi dietro un ragazzo dai capelli scuri che si appisola in giardino, adora il caffè e ti fa tremare di passione.
L'autrice: April Tucholke va pazza per i vecchi film, i cattivoni dai capelli rossi, le cucine enormi e adora discutere di omicidi a cena. Vive con il marito in Oregon ai confini con la foresta. Questo è il suo primo romanzo.

Vi lascio un piccolo estratto:

"Isobel stava giocando col suo hula hoop proprio qui davanti al mausoleo e lui le è piombato addosso ... se l'è portata via." 
Fece una pausa e guardò il cielo. "Aveva gli occhi rossi ed era vestito come ci si vestiva una volta e sembrava un uomo normale, a parte gli occhi rossi e i vestiti del giorno del ringraziamento e il bastone a serpente. Ma l'ho capito subito che era il Diavolo."
Era una specie di gioco. Un gioco da bambini che si era spinto troppo oltre. Guardai le loro facce serie, i paletti stretti in ogni mano, il loro silenzio innaturale. Mi domandai che fine avesse fatto la ragazzina. Isobel. Era tornata a casa senza avvertire il fratello? Oppure qualcuno l'aveva veramente rapita?
Lanciai un'ultima occhiata a Jack da sopra la spalla, ancora inginocchiato a terra. Non avevo notato nessuna punta di malizia, nessun orgoglio nella creazione del gioco, nessuna gioia frenetica per essere ancora in giro a quell'ora. Aveva la serietà di un soldato che sta per andare in guerra. Sconvolgente. Strano. Mi domandai se avessi dovuto avvertire qualcuno di quello che stava succedendo. Cercare qualche genitore, o chiamare la polizia.
"Violet."
Smisi di camminare e guardai River.
"Non preoccuparti per loro. È solo un gioco."
Non risposi.
River appoggiò il suo bacino al mio e la mia schiena incontrò il cancello di ferro battuto. Curvò le dita dietro la mia testa e i miei pensieri... cessarono.
Mi baciò. Le mie labbra incontrarono le sue e semplicemente. Smisi. Di. Pensare. Non pensai al fatto che River era ancora uno sconosciuto. Non pensai al tunnel, o a Jack, o al Diavolo, o a qualsiasi altra cosa. Le labbra mi si sciolsero nel cuore, che si sciolse nelle gambe, che si sciolsero nel terreno sotto di me.

"Il debutto della Tucholke è un libro che non dimenticherete presto". 
Melissa Marr, the New York Times

Io sicuramente lo leggerò e voi?

Stay tuned!
Xoxo, Giò

21 marzo 2014

Recensione "Legend" di Marie Lu

Sapete ormai che nell'ultimo anno è scoppiata in me la passione per i romanzi distopici. Vista la recente pubblicazione di Prodigy, secondo romanzo della serie scritta da Marie Lu, mi sono decisa a leggere finalmente Legend. Non avrei potuto fare cosa migliore, perché ho semplicemente amato questo romanzo tanto da fiondarmi dritta sul suo seguito.

Data di uscita: 22 Ottobre 2013
Titolo: Legend (Legend #1)
Autore: Marie Lu
Editore: Piemme Freeway
Prezzo: € 16.50
Pagine: 264
Trama: Los Angeles, Stati Uniti. Il Nord America è spaccato in due, e tra la Repubblica e le Colonie la guerra sembra destinata a non finire mai. June è una quindicenne prodigio, nata e cresciuta in una famiglia appartenente alle più alte sfere della Repubblica. Ha un vero talento nel mettersi nei guai con i suoi superiori e le sue bravate al collegio militare sono spesso decisamente pericolose. Da quando i suoi genitori sono rimasti uccisi in un incidente stradale, l’unico su cui sa di poter sempre contare è il fratello maggiore Metias. Almeno fino al giorno in cui Metias viene assassinato in circostanze misteriose mentre è a guardia di un ospedale. Il primo sospettato è Day, un ragazzo della stessa età di June, ma proveniente dai più miseri bassifondi della Repubblica. Nonché il criminale più ricercato del paese. June ha un unico desiderio, vendicare la morte di suo fratello, ma il giorno in cui la sua strada e quella di Day si incroceranno per la prima volta, niente sarà più come prima.
Recensione

Primo omonimo romanzo della serie distopica di Marie Lu, Legend sa conquistare i lettori con personaggi che lasciano il segno e con la sua narrazione diretta e senza troppi fronzoli. Dedicato ad un pubblico young adult, Legend può essere apprezzato da un target ben più ampio. La narrazione in Legend è divisa in due parti con i punti di vista dei due personaggi principali: Day e June. Ambientato in un mondo post-apocalittico in rivolta e in guerra, Legend ci mostra un'America che è ormai un lontano ricordo degli Stati Uniti e che ha lasciato posto all'eterna guerra tra la Repubblica, le Colonie e i Patrioti.
Vi ho detto spesso di apprezzare davvero molto i romanzi distopici ed è vero, ma un'altra verità era che dopo aver amato Divergent gli altri romanzi del genere erano per me sempre ad un gradino inferiore. Questo valeva ovviamente prima di leggere Legend che è riuscito ad affiancarsi proprio a lui. Questo è decisamente un passo grande da non sottovalutare ancor di più se sapete quanto io ami la serie di Divergent. Vi assicuro quindi che chi ama il genere non resterà deluso.
Ritmo sempre incalzante con la dose giusta di adrenalina e avventura, tra le pagine di questo romanzo sono nascoste tante sensazioni. Centrale è l'amore in ogni sua forma che muta dall'affetto per la famiglia per diventare spirito di vendetta ma anche speranza e spirito libero.
Come ogni romanzo distopico che si rispetti ci vengono presentate delle regole e dei meccanismi rigidi che la popolazione deve rispettare. Al compimento del decimo anno d'età ogni cittadino della Repubblica è costretto ad essere sottoposto alla Prova, una valutazione che testa le capacità intellettive, fisiche e psicologiche, con lo scopo di ricercare nuovi prodigi e fare una selezione in base alle doti. Com'è logico che sia non tutti i ragazzini potranno ottenere il massimo dei voti (1500), ognuno di loro verrà destinato ad un'area precisa come in fabbrica o in Governo in base al punteggio e chi non supera il test è destinato ai Campi di Lavoro, o almeno così si crede.
In tutta la storia della Repubblica solamente una persona è riuscita ad ottenere il punteggio di 1500 ed è considerato una vera e propria ragazza Prodigio. Il suo nome è June, ha quindici anni ed è iscritta all'Università di Drake nel settore militare di Batalla. June è un personaggio assolutamente geniale, intelligentissima sa vedere tutti i piccoli dettagli che fanno la differenza. 
Questo e il suo essere intrepida sono alcuni dei fattori chiave per cui il Governo è deciso ad arruolarla nella sua squadra, ed è proprio ciò che accade dopo che la sua vita viene colpita dall'ennesima disgrazia nonostante la sua vita agiata e piena di comfort. Il suo compito sarà quello di dare la caccia al criminale più ricercato di tutta la Repubblica: Day. June sarà mossa dallo spirito di vendetta e dal desiderio di vendicare la morte della persona più importante nella sua vita. Nessuno sa chi sia in realtà Day, ma le sue prodezze e i suoi crimini passano di bocca in bocca tanto da renderlo una vera e proprio Leggenda. A differenza di June, Day è cresciuto in strada ma è altrettanto intelligente e ogni sua mossa è ben calcolata finché in campo non verranno messi altri fattori.
Un romanzo che assolutamente si fa leggere senza problemi grazie al suo stile scorrevole e con una storia arricchita da mille colpi di scena. Ho adorato i due personaggi principali, come sono descritti minuziosamente e anche i personaggi secondari sono riconoscibili. In sottofondo ci sarà spazio anche per un intreccio romantico che rispetterà completamente i canoni del romanzo. Ho apprezzato moltissimo la narrazione di Marie Lu, il suo modo di costruire questo mondo distopico e di gettare le basi per qualcosa di davvero grande con dinamiche ben delineate nonostante tante siano ancora le curiosità da colmare. Ci sarà posto per mistero, verità celate e apparenze fittizie che avevano quasi convinto anche June ma sarà proprio Day ad insegnarle a scovare la verità. Ho amato in tutto tondo questo romanzo anche se avrei voluto ancor di più. Leggetelo e non ve ne pentirete. Come noterete ho cercato di tenere a bada gli spoiler e di dire giusto il necessario perché il resto starà a voi scoprirlo.

Libro, adottami!
Stay tuned!
Xoxo, Giò

19 marzo 2014

WWW Wednesdays #25


Buonasera bellissimi!
Oggi sono felice perché stamattina la postina mi ha portato Onyx *-* lo sono un po' meno se penso all'ora in cui suonerà la sveglia domani mattina per andare all'università ma mi tocca.
Torna anche questa settimana WWW Wednesdays, la rubrica ideata da Should Be Reading per condividere le nostre letture. Partecipare è facile, basta rispondere alle tre semplici domande rappresentate dalle W. Scatenatevi con i consigli e fatemi sapere il vostro WWW Wednesday.

 - What are you currently reading? (Cosa stai leggendo?)


Come sapete non ho ultimato, ma solo per ora, la lettura di Anna vestita di sangue e quindi non risulta nelle mie attuali letture. In questo momento sto però leggendo Prodigy di Marie Lu. Sono proprio alle prime pagine perché ieri sera mi sono addormentata come un sasso con il libro in mano ma penso che ne vedrò delle belle e che per ora sto apprezzando davvero davvero molto.

- What did you recently finish reading? (Quale libro hai finito di recente?)


Bene bene, lunedì sera ho terminato la lettura di Legend di Marie Lu. Posso semplicemente dirvi che l'ho amato quasi quanto non accadeva da Divergent. Mi è piaciuto lo stile, mi sono piaciuti i personaggi, gli intrecci e la storia. Avrei forse voluto solo più dettagli ma è un gran bel libro che consiglio assolutamente. Presto, spero, avrete anche una bella recensione dettagliata.

- What do you think you’ll read next? (Quale libro pensi sarà la tua prossima lettura?)


Penso che questa domanda non sia stata mai così facile come oggi. Infatti la risposta è assolutamente scontata. La mia prossima lettura sarà senza nessunissimo dubbio Allegiant di Veronica Roth. Non so quale santo mi stia trattenendo proprio in questo momento, ma devo prima finire Prodigy. Credo che potrete immaginare quanto sia grande la voglia di leggere questo libro nonostante il dolore di dover abbandonare la serie che mi ha fatto amare i mondi distopici. Piccolo dettaglio plus, mi sono già spoilerata accidentalmente come sapete già un dettaglio enorme, ma questo non diminuisce la mia curiosità.

Quali sono le vostre WWW della settimana? Cosa ne pensate di queste letture?

Stay tuned!
Xoxo, Giò

15 marzo 2014

Anteprime #28: "L'ultimo eroe" di Diego Tonini e "Con l'ultimo respiro" di Lorenzo Sartori

Buongiorno bellissimi!
No, non sono sparita. Magari avreste preferito così ma mi sono solamente presa una piccola pausa siccome in questi giorni ero sempre occupata e non sono riuscita a preparare i post per voi. Oggi volevo presentarvi due nuovi racconti che saranno pubblicati dalla Gainsworth Publishing.

“Mentre nelle miniere i superstiti celebravano la vittoria con un amaro banchetto, sulla piana la notte calava veloce e i mangiatori di cadaveri reclamavano il loro tributo. Ma non tutto era morto laggiù: semisepolto dalla carcassa del suo pony da battaglia, Lorin di Fakerstone grugniva e sbuffava nello sforzo di liberarsi.”

Titolo: L'Ultimo Eroe
Autore: Diego Tonini
Editore: Gainsworth Publishing
Pagine: 26
Genere: Fantasy, fantasy ironico, favola moderna
Prezzo e­book: 1 euro / 0.99 euro

Trama: Cosa accadrebbe se l’unico sopravvissuto della propria stirpe ricevesse una lettera che lo proclama Ultimo Eroe? Senza più danaro né amici, Lorin di Fakerstone, l’ultimo dei Nani Cornuti, baratterà il suo onore pur di intraprendere il viaggio che lo porterà fino alla Città Imperiale di Okkervill, dove potrà reclamare ciò che gli spetta di diritto.
Un racconto ironico e pungente che parte dal fantasy più epico per poi stravolgerlo, trasformandosi in una favola ricca di riflessioni morali.
L'autore: Diego Tonini, nasce a Treviso quattro anni prima dei mondiali dell'ottantadue, scienziato dei materiali, idealmente fotografo e aspirante scrittore. Sin dal liceo scrive un sacco di “inizi”, racconti che promettevano ma non hanno mai mai mantenuto, storie mai concluse. Poi ha cominciato a spostarsi per lavoro: Padova, Milano, Trento... di nuovo Treviso. E lo scrivere lo ha accompagnato, come un punto fisso, una confusione ordinata nell'ordine caotico della sua vita.
Cerca di fermare quello che vede, su una pagina scritta o con la macchina fotografica, cerca di dare il suo punto di vista originale a cose apparentemente banali. Scrive per immagini e per suoni, prima che sulla pagina le sue storie sono scene e rumori nella sua mente, come se girasse un film senza macchina da presa che poi prende forma in parole scritte. Vorrebbe vivere di letteratura, ma per ora si accontenta di avere la letteratura come compagna di vita.

“Riverso sull'erba bagnata, vicino alla grossa pietra, Awira notò il corpo di una donna. Senza esitare, balzò giù da cavallo e andò a soccorrerla. La girò e le scostò i lunghi capelli castani dal viso. Quando lei aprì i grandi occhi, verdi come smeraldi, Awira ebbe un tonfo al cuore. Avrebbe voluto toglierle un po' di fango dalle gote, ma la mano si bloccò, incapace di sfiorare quel viso incantevole...”

Titolo: Con l'Ultimo Respiro
Autore: Lorenzo Sartori
Editore: Gainsworth Publishing
Pagine: 71
Genere: Fantasy, epic fantasy, dark fantasy, favola moderna
Prezzo e­book: 1,49 euro

Trama: Quando Awira entra nella foresta di Liwitz, dove, a causa di un incantesimo, non si alza mai la nebbia, sa esattamente quello che vuole. Sta raggiungendo la Capitale per prendere parte alla prova finale del Gran Torneo indetto da re Yudra, che ha promesso in sposa la figlia Sari al vincitore. E lui quella prova misteriosa, di cui nessuno conosce ancora il contenuto, è determinato a vincerla: per la bellissima principessa, ma soprattutto per ereditare un giorno il Regno e, con esso, un imponente esercito con il quale vendicare la morte di suo padre e di suo fratello, uccisi in battaglia. Nella foresta incantata, però, Awira fa un incontro destinato a mettere in gioco tutte le sue certezze, perché le cose non sempre sono come sembrano... Con l'ultimo respiro è una favola moderna, oscura, che reinterpreta in note epiche e fantastiche l'antico tema del Torneo, arricchendolo di avventura e passione.
L'autore: Lorenzo Sartori, giornalista, vive tra Crema e Milano. Dal 2000 è editore e direttore responsabile della rivista Dadi&Piombo, la prima testata italiana che si occupa di wargames e ricostruzioni storiche in miniatura. È autore di diversi giochi di simulazione, storici e fantascientifici, alcuni dei quali tradotti in diverse lingue e apprezzati in tutto il mondo. Si occupa anche di organizzazione di eventi, in particolar modo legati al mondo ludico. Con l'ultimo respiro è il suo esordio letterario.
Blog: lorenzosartori.blogspot.com
Pagina facebook: www.facebook.com/lorenzosartoriscrittore

Cosa ne pensate?

Stay tuned!
Xoxo, Giò

11 marzo 2014

Teaser tuesdays #21


Buonasera bellissimi!
Come state? E' di nuovo martedì, quindi è tempo del nostro Teaser Tuesdays, la rubrica ideata dal blog Should Be Reading con lo scopo di condividere piccoli stralci delle nostre letture. Partecipare alla rubrica è semplicissimo, vi basterà:

- Prendere il libro che si sta leggendo
- Aprire ad una pagina a caso (o scegliere il passo che più vi ha colpito)
- Condividere il teaser scelto

Importante è non fare spoiler! Se vi va potete condividere con me la vostra lettura corrente e farmi sapere cosa ne pensate di quella che condivido io.

Il Teaser Tuesdays che ho deciso di condividere con voi oggi è quello del libro che ho attualmente in lettura. Si tratta di Legend di Marie Lu, era proprio giunto il suo momento e ora ho anche già Prodigy che mi aspetta sulla scrivania!


Sento la porta del laboratorio spalancarsi alle mie spalle e i soldati che si riversano giù per le scale.
Tutt’intorno sibilano i proiettili. Mi giro verso la finestra e mollo la presa sul coltello conficcato nel muro.
La finestra va in frantumi e di colpo sono di nuovo fuori nel buio della notte e sto cadendo, cadendo, cadendo giù come una stella.
Strappo i bottoni della camicia e la lascio gonfiare dietro di me mentre i pensieri mi attraversano la testa.
Ginocchia piegate. Prima i piedi.
Rilassa i muscoli. Atterra sulle punte. Rotola. Il terreno corre verso di me. Mi preparo all’impatto.
L’urto mi toglie il respiro. Rotolo quattro volte prima di schiantarmi contro il muro dall’altra parte della strada. Per un attimo rimango lì, accecato, completamente impotente. Sopra di me, dalla finestra del secondo piano, sento le voci concitate dei soldati che hanno capito di dover tornare al laboratorio per disattivare l’allarme.
Riacquisto gradualmente i sensi, adesso sono perfettamente consapevole del dolore al fianco e al braccio. Uso il braccio buono per tirarmi su e ho un fremito. Mi pulsa il petto, credo di essermi rotto una costola. Quando provo a rialzarmi mi accorgo di essermi anche slogato una caviglia. Non so dire se sia l’adrenalina a impedirmi di accusare altri effetti della caduta.
Da dietro l’angolo del palazzo arrivano delle grida. Mi sforzo di pensare. Adesso sono sul retro dell’edificio e da qui si diramano diverse stradine che si perdono nell’oscurità. Avanzo zoppicando finché non sono al buio.

10 marzo 2014

Anteprima #27: "Noi due, una storia" di Allie Larkin

Ok, vi avevo detto che non avevo anteprime per voi e mi sbagliavo perché proprio mentre preparavo l'altro post ho ricevuto una segnalazione e ora sono pronta a presentarvi un romanzo di prossima pubblicazione per la casa editrice Piemme che sarà nelle nostre librerie dal 25 Marzo. Si tratta di Noi due, una storia di Allie Larkin. Pronti a scoprirlo?

“Una mamma per amica incontra Sliding doors
in questa commedia brillante e commovente.”
Library Journal

“Una storia che parla di amicizia, di fiducia e d’amore in modo profondo e avvolgente.”
Sarah Pekkanen autrice di L’amore non è il mio forte

Titolo: Noi due, una storia
Titolo originale: Why can’t I be you
Autore: Allie Larkin
Traduzione: Gloria Pastorino
Pagine: 350 
Prezzo: 12,50 €
Data pubblicazione: 25 marzo

Trama: A chi non è capitato almeno una volta nella vita di voler essere qualcun altro?
È proprio ciò che piacerebbe a Jenny Shaw durante uno dei giorni più brutti della sua vita. E il fato sembra essere dalla sua quando viene avvicinata da una donna che in lei riconosce una sua compagna del liceo: Jessie Morgan. Jenny, invece di avvertire la donna dell’equivoco, la asseconda, grata del diversivo in quell’orribile giornata. E, in breve, viene travolta da una vita che non le appartiene, con un gruppo di amici che la adorano e un avvenente ex fidanzato che sembra non averla mai dimenticata.
Ma, interpretando la parte, Jenny scoprirà che il fascino di Jessie cela segreti e bugie che i vecchi amici non le hanno mai perdonato. E capirà che si può cambiare la propria vita ogni giorno provando a essere diversi pur rimanendo sempre se stessi.
L'autrice: Allie Larkin vive a Rochester con il marito, un gatto e un meraviglioso pastore tedesco. Al contrario delle protagoniste dei suoi romanzi non ha mai ordinato un cane su internet e non ha mai finto di essere qualcun altro a un raduno del liceo. Se l’amore non basta, il suo primo romanzo, ha ricevuto ottime critiche dalla stampa americana e notevole apprezzamento da parte del pubblico.
Questo è il suo sito: www.allielarkinwrites.com

Cosa ne dite? Lo leggerete?

Stay tuned!
Xoxo, Giò

Chiacchiere a random #1


Buongiorno bellissimi!
Oggi non avevo nessuna anteprima, rubrica o recensione da postarvi ma ho pensato di passare lo stesso nel mio angolino per fare due chiacchiere a random con voi. Niente di speciale, volevo solamente aggiornarvi su alcune cose per condividere con ciò che sono.
Oggi la giornata è iniziata decisamente bene devo dire. In prima mattina ho ricevuto due belle mail che mi hanno fatto fangirlare come una matta. Nella prima ho appreso che finalmente sono riuscita ad ottenere la collaborazione con le case editrici Rizzoli e Fabbri e per continuare poi ne ho ricevuta un'altra in cui mi veniva comunicato che avevo vinto il contest indetto da Giunti per la festa delle donne e così ora posso aspettare con trepidante attesa che mi arrivi a casa Onyx *-* che è il libro che ho scelto tra quelli già pubblicati della Armentrout. 
In questi giorni come sapete ho letto poco perché non mi veniva molto la voglia proprio, non so se era l'umore oppure colpa dell'aver amato molto il libro che ho finito da poco o se ancora le belle giornate che si stanno susseguendo una dietro l'altra portando con sè sole e caldo. In ogni caso, ho provato a mettere momentaneamente da parte il libro che avevo in lettura e ho iniziato a leggere giusto il primo capitolo di Legend. Voglio prepararmi al meglio, perché presto mi dovrebbe arrivare Prodigy! Sì, sono felice *-*
Con i mesi che procedono a vele spiegate verso l'estate sto entrando nell'ottica che il riposo post esame sta per andare in letargo per lasciar posto nuovamente allo studio perché voglio cercare di dare più esami possibili per togliermi il pensiero. Però poi una volta finiti quest'ultimi ci sarà posto per le vacanze e sto cercando di organizzare qualcosa di davvero speciale per me, ma per scaramanzia non posso dire altro. 
Mi pare di avervi detto tutto quello che mi passava per la testa! Siete liberi di raccontarvi tutto ciò che vi passa per la testa :p

Stay tuned!
Xoxo, Giò

9 marzo 2014

TAG: Book Cake


Buonasera bellissimi!!
Come finire la settimana in modo divertente se non con un bel tag? Non trovate? Avrei dovuto già postarlo , ma ora sono pronta a rispondere al tag creato da Susi di Bookish Advisor nel quale sono stata taggata.

Regole:
1. Inserire l'immagine del tag nel blog preparando il post;
2. Citare il blog che ti ha taggato;
3. Rispondere alle domande del TAG;
4. Tagga i blog che ami di più;

Farina



Un libro all'inizio un po' lento ma che si è ripreso proseguendo nella lettura 

Un libro che ho trovato un po' lento all'inizio è sicuramente Delirium di Lauren Oliver e come piace dire a me il romanzo prende sicuramente velocità e inizia a scorrere a ritmo sostenuto con l'arrivo di Alex. Lui è il motore che fa scattare tutto.

Margarina


Un libro con una grande e ricca storia

Avrei potuto citare voi-sapete-quale-libro ma non lo faccio, sono già sempre così scontata, ma tenete a mente che avrei avuto tutte le ragioni di questo mondo per dire quel nome u.u Anyway un libro con una storia ricca e corposa può essere senza dubbio Shadowhunters di Cassandra Clare e per ora mi devo fermare a Città di Ossa perché devo ancora leggere gli altri libri ma senza dubbio lì c'è molto materiale e tanti dettagli da tenere a mente. 

Uova


Un libro che pensavi sarebbe stato brutto ma che in verità ti è piaciuto

Un libro che credevo non mi sarebbe piaciuto, aggiungiamo pure che ho letto solo per la sua autrice, ma che si è rivelato poi non essere proprio malaccio è stato Il seggio vacante di J.K. Rowling. Possiamo dire che non era molto nel mio genere di letture solite ma alla fine non mi è dispiaciuto anche se ci ho messo tipo anni per finirlo XD

Zucchero


Un libro dolce come lo zucchero

Ho amato tanti libri quest'anno che ho trovato assolutamente dolcissimi, uno tra questi è decisamente Le coincidenze dell'amore di Colleen Hoover. Sono dolci i personaggi ed è dolce l'autrice del romanzo.

Icing


 Un libro che ha racchiuso tutto quello che ami in un libro (momenti divertenti, azione, momenti tristi, etc.)

E' difficile rispondere perché non ho dei canoni precisi e per lo stesso motivo non ho un genere che prediligo, però ci sono così tanti libri che ho amato nell'ultimo anno ma se devo dire quello più completo con tutti gli elementi al punto giusto dico Divergent di Veronica Roth che unisce tutto ciò che mi piace.

Confetti


Una serie alla quale ritorni quando vuoi tirarti su di morale quando ti senti giù

Questo punto spiega il motivo per cui non ho citato prima voi-sapete-quale-libro perché se c'è un libro su cui non mi stanco mai di tornare quello è Harry Potter. Come ho già detto tante volte, ci sono cresciuta insieme ed è diventato una sorta di amico speciale dal quale non è possibile separarsi.

Ciliegina sulla torta


Il tuo libro preferito di quest'anno finora.

Il libro che più ho amato quest'anno è Tutto ciò che sappiamo dell'amore di Colleen Hoover, lo venero e non so nemmeno perché sia scattato un legame tanto forte fatto sta che è proprio così.
Oh oh, la torta è già sparita!
Siete tutti taggati!

Stay tuned!
Xoxo, Giò

8 marzo 2014

Anteprima #26: "Half Bad" di Sally Green

Altra anteprima di oggi è quella di un romanzo fantasy attesissimo che uscirà per la casa editrice Rizzoli, un caso mondiale venduto in 43 paesi. Si tratta di Half Bad di Sally Green. Half Bad verrà pubblicato in simultanea in Italia, Inghilterra e Stati Uniti. I diritti cinematografici sono stati acquistati dalla Fox 2000 e il film è già in pre-produzione. Vi annuncio che l'autrice sarà presente alla Fiera del Libro di Bologna (24-27 Marzo) per accompagnare il lancio del libro. 

Un reietto, un padre dall'anima nera, una sorella crudele. Una Londra magica.
Un esordio sorprendente, un fantasy tradizionale e allo stesso tempo inconsueto che racconta la ricerca di un posto nel mondo e l'indomabile voglia di vivere nascosta in ognuno di noi.

Titolo: Half Bad
Serie: Half Life #1
Autore: Sally Green
Prezzo: 15,00 euro
Pagine: 400
Editore: Rizzoli (collana Ragazzi)
Data di pubblicazione: 19 Marzo 2014
Trama: In una Londra contemporanea e alternativa dove la magia esiste, Incanti Bianchi e Neri combattono una guerra millenaria e spietata. Appartenere a un fronte definisce il proprio ruolo nel mondo, decreta i nemici, garantisce alleati e compagni. Nathan vive invece in una zona grigia: figlio di una maga Bianca e dell'Oscuro più crudele mai esistito, è spaccato a metà, vessato dalla sorellastra con cui è cresciuto, controllato dal Concilio che non si fida di lui, perennemente in bilico tra le due facce della sua anima. Nathan in realtà è soltanto molto solo, e spaventato: intrappolato in una gabbia, ferito e in catene, deve fuggire prima del suo diciassettesimo compleanno, o morirà. E anche se non vuoi lasciarti andare, è difficile rimanere aggrappati alla metà Bianca quando non ti puoi fidare della tua famiglia, e della ragazza di cui ti sei innamorato, e forse nemmeno di te stesso.
L'autrice: Sally Green vive in Inghilterra. Dopo aver fatto molti lavori (pagati e no), finalmente ha trovato il tempo di scrivere le storie che prima riusciva solo a immaginare. Le piace leggere e fare passeggiate in campagna, ma vorrebbe bere meno caffè. Half Bad è il suo primo romanzo.

Allora, che ne dite? Vi ispira? Lo leggerete?

Stay tuned!
Xoxo, Giò

Anteprima #25: "Vintage Dream" di Erica Stephens

Buon pomeriggio miei adorati!
E' ancora tempo di anteprime e oggi vi voglio presentare l'esordio di Erica Stephens con Vintage Dream uscito qualche giorno fa per la casa editrice Garzanti. Vintage Dream è un esordio che ha stupito la stampa americana e i lettori diventando un fenomeno del passaparola. Le fan dei vestiti vintage l’hanno adorato. Erica Stephens ci regala un romanzo indimenticabile in cui le storie di due donne si incrociano, tra presente e passato, tra un rammendo a un vestito elegante e una passeggiata nell’affascinante Manhattan. Un romanzo che insegna come, al di là del tempo, il destino di una donna sia quello di lottare affinché i propri sogni si avverino e di non rinunciare all’amore. Perché c’è sempre un filo capace di ricucire le ferite del cuore.

Una ragazza a caccia di vestiti vintage.
Un piccolo negozio da salvare.
Una scoperta inaspettata.

Titolo: Vintage Dream
Autore: Erica Stephens
Editore: Garzanti
Pagine: 368
Prezzo: € 16,40
Data di pubblicazione: 4 marzo 2014
Trama: È impossibile resistere al fascino di un vecchio abito di seta con bottoni smaltati e maniche a sbuffo. Lo sa bene Amanda, che ha fatto degli abiti vintage la sua più grande passione. Nel negozio vicino ad Astor Place, a Manhattan, si diverte a dare nuova vita a gonne, giacche e tailleur. I suoi clienti affezionati ormai si fidano solo del suo inconfondibile gusto.
Eppure ora la sua amata bottega è in pericolo: sta per essere sfrattata. Amanda sente il mondo crollarle addosso.
C’è un’unica cosa che può riportarle il sorriso: andare a caccia di vestiti usati. La sua ricerca la porta a un baule in cui, tra rasi fruscianti e pizzi delicati, trova un piccolo tesoro: un vecchio diario. Pagina dopo pagina scopre che a scrivere quelle righe ingiallite è stata Olive, una donna vissuta nella New York di inizio Novecento. Una donna forte e indipendente che ha realizzato il suo sogno di fare carriera in un prestigioso grande magazzino della città. Una donna che ha scoperto la potenza dell’amore e la profondità delle sue ferite.
Il racconto di Olive dà ad Amanda la forza di lottare per essere di nuovo felice. Ma non solo. Perché quel vecchio taccuino nasconde molto di più. Il destino a volte percorre strade inaspettate… Strade che possono salvare quello che Amanda ha di più caro: il suo piccolo negozio vintage. E forse anche il suo cuore.
L'autriceErica Stephens ha studiato a Berkeley e vive a New York. Ha due grandi passioni: la moda vintage e la scrittura. Vintage Dream, il suo primo romanzo, le unisce entrambe aggiungendo sullo sfondo il fascino della mitica città in cui vive l’autrice con la famiglia: New York.

«Vintage Dream cattura l’atmosfera di Manhattan e il fascino della moda. Una storia intensa in cui passato e presente si intrecciano seguendo curve inaspettate.»
«Library Journal»

«Incantevole. Un romanzo di prima classe che seduce attraverso le scintillanti luci della magica New York.»
«Publishers Weekly»

«Vestiti, amori impossibili, donne forti e indipendenti. Il romanzo di Erica Stephens sa come emozionare. Una lettura che resterà dentro di voi per molto, molto tempo.»
«Kirkus Reviews»

Chi è curioso di leggerlo?

Stay tuned!
Xoxo, Giò

6 marzo 2014

Chi ben comincia #17


Buongiorno miei amati lettori!
Mi sono accorta questa mattina che era praticamente una vita che non postavo più questa rubrica ma ora rimediamo subito. Oggi è di nuovo giovedì e di conseguenza è tempo per il nostro appuntamento abituale con Chi ben comincia, rubrica ideata da Alessia del blog de Il profumo dei Libri. Adoro questo rubrica, mi piace scegliere un libro da condividere con voi e scoprire insieme gli incipit che sono il biglietto da visita, insieme alle cover, per ogni buon libro.

Le poche regole della rubrica:
- Prendete un libro qualsiasi contenuto nella vostra libreria
- Copiate le prime righe del libro (possono essere 10, 15, 20 righe)
- Scrivete titolo e autore per chi fosse interessato
- Aspettate i commenti 

L'incipit che voglio condividere con voi oggi è quello della lettura organizzata con il blog Reading is Believing, ho optato per diversi motivi: primo perché è molto particolare e poi perché vi avevo già lasciato un teaser questa settimana dell'altro libro che ho in lettura così possiamo variare un pochino.


L'ospite
di
Stephenie Meyer


Il nome del Guaritore era Acque Profonde.
Era un'anima, buona per natura: compassionevole, paziente, onesta, virtuosa e piena d'amore. L'ansia era un'emozione insolita, per lui.
Ancor più lo era l'irritazione. Tuttavia, Acque Profonde abitava un corpo umano, perciò l'irritazione a volte era inevitabile.
Tra i bisbigli e il brusio degli studenti di Guarigione all'altro capo della sala operatoria, si fece serio. Un'espressione che stonava, su labbra abituate a sorridere.
Darren, il suo fedele assistente, se ne accorse e gli diede un colpetto sulla spalla.
«Sono soltanto curiosi, Guaritore» disse a bassa voce.
«L'inserzione è un intervento tutt'altro che interessante o difficile. Qualsiasi anima è in grado di compierlo, in caso di emergenza. Per quanto osservino, oggi non impareranno niente.» Fu sorpreso di sentire la propria voce, di solito suadente, viziata da un accento severo.
«Non hanno mai visto un umano adulto» disse Darren.
Acque Profonde alzò un sopracciglio. «Dimenticano come sono fatti? Non sanno cos'è uno specchio?»
«Sai cosa intendo: un umano selvatico. Senz'anima. Un ribelle».
Il Guaritore osservò il corpo privo di sensi della ragazza, prona sul tavolo operatorio. Mentre ripensava alle condizioni in cui si trovava quel povero corpo malconcio quando i Cercatori lo avevano consegnato ai laboratori di Guarigione, sentì un'ondata di compassione. Quanto dolore aveva sopportato.
Ovviamente, a quel punto era perfetta: totalmente guarita. Se n'era occupato di persona.
«È identica a noi» mormorò a Darren. «Abbiamo tutti un volto umano. E quando si sveglierà, diventerà una di noi.»