28 aprile 2014

Cinebook #1: Frozen


Buon pomeriggio bellissimi!
So di non avervi abituati a questo appuntamento e questo può essere, se vogliamo, un esperimento per me, per voi, per noi. Avevo creato Cinebook con l'intenzione di tenervi aggiornati sulle novità cinematografiche ancor di più se queste erano collegate ad un libro, ma con il tempo non ho mantenuto questo mio intento.
Il film che volevo recensirvi oggi, però, non è legato a nessun libro ma al mondo delle favole, al mondo creato magistralmente e magicamente da Walt Disney. Era molto tempo che desideravo vederlo, tutti ne decantavano le lodi e io ne ero follemente innamorata senza esserne ancora entrata in contatto. Ieri sera, però, mi sono ritaglio un po' di tempo per me e mi sono decisa a vedere Frozen, Il Regno di Ghiaccio presa forse dall'atmosfera magica che mi sta lasciando dentro come una scia La Terra delle Storie di Chris Colfer. 
Era un po' di tempo che non mi emozionavo così tanto con un film d'animazione, probabilmente dai tempo de La principessa e il ranocchio o Rapuzel, ma questa volta sicuramente la Walt Disney è riuscita a racchiudere in questo film tanti aspetti indispensabili e ben riusciti che hanno reso Frozen indimenticabile. 
Con Frozen si entra in contatto direttamente cuore a cuore, un'avventura d'impatto che sa far sciogliere anche i cuori di ghiaccio. Sensazioni meravigliose mi ha lasciato dentro e l'unica cosa che riesco a chiedermi è perché ho dovuto aspettare tanto. Ciò che colpisce di Frozen penso sia proprio questo: è capace di trasformare tutto con la sua atmosfera glaciale e a volte un po' cupa delle ambientazioni con venti gelidi, fiocchi di neve che si tramutano in tempesta, montagne inavvicinabili con il suo castello di ghiaccio ma ciò che non vengono toccati sono i cuori, che restano caldi e pulsanti. Battono per le emozioni e per l'amore a ritmo di canzoni che calzano a pennello con la storia. Frozen mi ha ricordato i bei cartoni che amavo da piccola, pieni di musiche e che finivano sempre con l'happy ending. Frozen risulta alla fine un buon esperimento riuscito che mixa la tradizione con la modernità e l'originalità.
In Frozen c'è spazio davvero per tutto: per un principe galante all'apparenza, per un boscaiolo speciale con un cuore d'oro che sa mettere da parte il proprio amore per la felicità degli altri, per una renna che ama le carote e che non si fa mai mancare le corse a perdifiato, per un pupazzo di neve che sogna l'estate, per due sorelle un tempo complici amiche e ora quasi nemiche. Non posso negare di essermi lasciata andare alle emozioni vere e forti che vengono attirate come una calamita in questo film.
Frozen, ispirato alla fiaba di Hans Christian Andersen La regina delle nevi, racconta la storia di Elsa e Anna. La principessa Elsa è la primogenita della famiglia reale di Arendelle ed è nata con un particolare potere magico: può creare e manipolare il ghiaccio e la neve. Si è da sempre presa cura della sua sorellina, Anna, finché la paura di non saper gestire l'indomabile potere ha avuto la meglio sull'affetto e ha portato la ragazza ad isolarsi evitando qualsiasi contatto. Il dolore di Anna per l'improvviso di stacco da Elsa, raccontato a ritmo di Facciamo un pupazzo insieme?, è sicuramente uno dei momenti che più ho sentito emotivamente finendo in lacrime praticamente a film appena iniziato. La porta della sua camera resta chiusa finché Elsa, ormai maggiorenne, viene incoronata regina di Arendelle dopo la tragica morte dei loro genitori inghiottiti dalle onde di una tempesta tre anni prima. E' palpabile vedere l'emozione e la paura di Anna di essere di nuovo fianco a fianco ad Elsa, allo stesso modo non ho dubitato nemmeno un minuto che fosse proprio lei a correre dietro alla sorella che è considerata un mostro non appena viene svelato il suo potere.
Le convenzioni vorrebbero Elsa rappresentata come il cattivo della situazione e Anna come la principessa bella eroina che combatte contro la sua stessa sorella quando in realtà è tanto buffa e a volte sbadata. Sicuramente le protagoniste della "storia d'amore" sono proprio loro, perché Anna non manca nessuna situazione per dimostrare alla sorella il suo affetto e di non aver paura di lei. 
Frozen, come dicevo già, è un mix fatto di una storia che parla di prigionia, che insegna a non temere il diverso e che necessita del bacio dell'amore vero e puro così come la tradizione spesso richiedeva. 
Di questa storia ho amato anche i personaggi secondari che avevano alla fine molto spazio per farsi amare: Kristoff, Sven, Olaf e i troll. Posso poi dirvi di essermi drogata all'infinito con la colonna sonora All'alba sorgerò cantata da Serena Autieri. Amo amo amo questa canzone, anzi amo ogni dettaglio di questo film che non vedo l'ora di rivedere, gustare fino alla fine e fare il pieno di emozioni.
Se ancora non l'avete visto, mi raccomando non aspettate altro: Frozen aspetta anche voi e merita un po' di queste attenzioni perché vi ripagherà con tanto amore. Lasciatevi contagiare dalla pura magia.


Stay tuned!
Xoxo, Giò

27 aprile 2014

TAG: Expectation VS Reality


Buon pomeriggio bellissimi lettori!
Vi state riprendendo dalle vacanze pasquali? Io in verità sono ancora a casa dall'università, il laboratorio riprenderà il suo cammino il 6 maggio in effetti. Fino a qualche giorno fa era tornato il sole ma da ieri sera continua a piovere ed è così triste che ho pensato ci volesse un pizzico di buon umore per esorcizzarlo e cosa c'è di meglio di un bel tag da proporvi? Il tag di oggi è Expectation VS Reality ed è stato creato da Cristina di Alla Scoperta di Libri ma io sono stata taggata da Mel di The Bookshelf.

BOOKAHOLIC
1. Expedition: Hai vinto al gratta e vinci ben 100 euro da spendere, cosa fai? Da perfetta bookaholic li spendi tutti in una volta sola per i libri o... metti qualcosina da parte?

Sicuramente mi toglierei qualche sfizio, potete starne certi ma il mio lato attento e più razionale sicuramente mi farebbe mettere da parte qualcosa perché non si sa mai, meglio prevenire.


2. Reality:  Niente, questo mese hai eccesso. Il portafoglio è vuoto, con 15 miserabili euro rimasti e tantissime uscite in libreria: quale novità acquisteresti per prima?

Delle uscite imminenti non c'è niente che bramo con tanta foga o al massimo già so che li riceverò e il resto non mi entusiasma tanto da spendere gli ultimi 15 euro rimasti; quindi se dovessi sceglierne uno opterei per qualche titolo che tanto vorrei in cartaceo che potrebbe essere per esempio Colpa delle stelle, che ancora devo leggere.


SHOPPING
3. Expectation: Tantissimi libri scontati al 50% e hai soldi abbastanza per permettertene 3. Quali prenderesti dalla tua wishlist approfittando della super offerta?

Tre libri a metà prezzo, wow!! Allora allora, vediamo un po': Storia di una ladra di libri di Markus Zusak (avrei dovuto riceverlo, ma non mi è mai arrivato ç_ç), Città di carta di John Green e Raven Boys di Maggie Stiefvater.

  
4. Reality: Altro che sconti. Il libro che adocchiavi da tempo è improvvisamente aumentato di prezzo. Ma tu lo vuoi, lo devi avere e quindi... lo compri lo stesso. Qual è il libro irrinunciabile?

Probabilmente è ciò che succederà con alcuni libri che ho letto sul ereader e che vorrei in cartaceo, un titolo a caso potrebbe essere la serie della Roth.

FANTASIA
5. Expectation: Piovono improvvisamente libri dal cielo (attenti alla capoccia..) ma sono solo del genere classico. Quale classico acciufferesti con la voglia di leggerlo?

Alcuni dei classici che vorrei leggere tra cui Peter Pan, i libri della Austen e Cime Tempestose della Bronte e proprio vogliamo azzardare in qualche edizione simile alla Barnes & Noble che sono così belli!

 

6. Reality: Altro che libri piovuti dal cielo, qualcuno ha misteriosamente fatto sparire un libro dalla tua libreria. Se sparisse, quale sarebbe quello di cui ti accorgeresti subito della mancanza?

Se c'è un libro di cui non potrei non notarne l'assenza è sicuramente uno qualunque della mia amata saga di Harry Potter. Quei libri sono dei cimeli della mia infanzia e non si devono proprio toccare. Guai. Non li presto nemmeno, anche perché i primi si sono un po' rovinati: segno di come avessi il vizio di portarli proprio ovunque. Il primo, tra l'altro, è anche colorato un po' perché avevo l'edizione con le raffigurazioni e quando ero più piccola mi ero divertita a colorarle. 

FRIENDSHIP
7. Expectation: Un tuo amico americano decide di far spazio nella sua libreria, ti dà la possibilità di portarti via 2 libri che sono ancora inediti in italia...Quali sarebbero?

Devo ammettere una cosa, pur non leggendo ancora in lingua mi capita troppo spesso di vedere libri che mi ispirano, che in Italia ancora non sono arrivati e che vorrei leggere. A volte è merito anche solo della semplice cover che mi attira come una calamita. Anyway, se ci fosse davvero un ipotetico amico americano così generoso da permettermi di rubacchiare due libri dalla sua libreria opterei per Fangirl di Rainbow Rowell che bramo come pochi (se solo non fosse per la lingua ç_ç) e poi Panic di Lauren Oliver perché sono proprio curiosa di vedere cosa è riuscita a creare di nuovo.

 

8. Reality: Hai prestato un libro autografato (autografato!) ad un tuo amico. Lui l'ha perso, ma si offre di ricomprartelo a qualsiasi prezzo. Quale libro sarebbe?

Non ho libri autografati, se non quello del mio cantante preferito che mi è stato autografato con dedica quattro anni fa al Salone del Libro. Se avessi un libro autografato però probabilmente sarebbe uno della Hoover che sono tra i più trovabili ma in ogni caso questo amico sfortunato dovrebbe spurgare anche l'ultima goccia di sangue per farmelo riavere. Stiamo parlando di un libro autografato ragazzi, un po' di rispetto!

GENEROSITÀ
9. Expectation: Una persona misteriosa ti contatta per farti un regalo libroso, a scelta, senza limitazione di prezzo. Quale libro, che non puoi permetterti da sola, sceglieresti?

Ehi persona misteriosa, sei capitata nel posto giusto. Mettiti comoda e ascoltami attentamente. Se proprio vuoi essere così generosa mi piacerebbe davvero tanto ricevere la nuova edizione completa della saga di Harry Potter. Quelle copertine sono qualcosa di magico. Se poi non sei ancora stufo allora potresti adoperarti a trovarmi qualche copia autografata dei libri che più amo. Grazie!


10. Reality: In realtà sono sempre io a regalare libri. Un libro che hai letto e che ti è piaciuto talmente tanto che lo acquisteresti anche ai tuoi amici?

E' da un po' di tempo che non regalo un libro, ma se dovessi sceglierne uno penso che probabilmente sarebbe Tutto ciò che sappiamo dell'amore di Colleen Hoover e se l'avessi già letto probabilmente anche Colpa delle stelle di John Green al quale mi sento dannatamente legata pur non avendolo ancora.




INCONTRI E SCONTRI
11. Expectation: Incredibile ma vero, l'autore/autrice dei tuoi sogni, il tuo preferito, colui che mai avresti pensato di poter incontrare...è nella tua città per un incontro con i fans. Di chi si tratta, e che libro porteresti a fargli autografare?

So di essere troppo ripetitiva ma nella mia città incredibilmente arriveranno per un firmacopie: Veronica Roth, John Green, Colleen Hoover e poi rullo di tamburi signori J.K. Rowling e io le porterò a firmare, almeno, Harry Potter e il Prigioniero di Azkaban perché per un po' di tempo è stato il mio preferito forse per via di Sirius.

12. Reality: I tuoi amici non ne vogliono sapere di libri e non capiscono questa smania di fare ore di fila per un autografo. Ma tu li vuoi convertire, ad ogni costo. Quale libro e quale genere gli consiglieresti sapendo che gli piacerà sicuramente?

Siccome è già successo e l'esperimento è andato bene, anche se nel mio caso era più una conversione o un allargamento di genere opterei senza dubbio su qualche romanzo distopico magari con la scusa di leggerlo prima di vedere un bel film come nel caso di Hunger Games di Suzanne Collins o Divergent di Veronica Roth.

 

Siete tutti taggati!

Stay tuned!
Xoxo, Giò

26 aprile 2014

Recensione "Prodigy" di Marie Lu

Avrei dovuto scrivervi questa recensione già un paio di settimane fa meglio tardi che mai, ormai lo sapete, ma impegni vari non me l'hanno permesso e così nel frattempo ne ho finito anche un altro, ma questi sono solo dettagli.
La recensione che vi propongo oggi è quella di Prodigy, romanzo distopico della serie nata dalla penna di Marie Lu. Ho iniziato questa lettura non appena ho finito il primo romanzo della serie, Legend. Forse ci ho messo un po' troppo tempo, ma i motivi non sono dovuti al libro. Anche in questo capitolo non è mancata l'azione e la suspence. Verità celate, fuga, combattimento e salvezza: tutto ciò è Prodigy.

Titolo: Prodigy (Legend #2)
Autore: Marie Lu
Editore: Piemme Freeway
Pagine: 298
Prezzo: € 16,50
Data pubblicazione: 11 Marzo 2014
Acquista qui
Trama: Los Angeles, Stati Uniti. Il Nord America è spaccato in due parti, la Repubblica e le Colonie, e la guerra sembra destinata a non finire mai. June e Day arrivano a Vegas dopo essere miracolosamente sfuggiti all'ingiustizia della Repubblica quando l'inconcepibile accade: l'Elector Primo muore e il figlio Anden prende il suo posto. Mentre la Repubblica sprofonda nel caos, i due ribelli innamorati si uniscono ai Patrioti nel disperato tentativo di salvare il fratello di Day, Eden. E i Patrioti accettano, ma a una condizione: June e Day dovranno prima uccidere il nuovo Elector. E l'occasione per cambiare il mondo, per dare un senso alla morte di tante persone amate e di tanti innocenti... peccato che il nuovo Elector, l'affascinante e sensibile Anden, sembri completamente diverso dal suo crudele genitore. E se i Patrioti si stessero sbagliando?
Recensione

"Può darsi che Anden sia l'uomo più potente della Repubblica... ma è Day, il ragazzo di strada con nient'altro che i vestiti che indossa e l'ardore negli occhi, a possedere il mio cuore.
Lui è bellezza fuori e dentro.
Lui è un raggio di sole in un mondo in tempesta.
Lui è la mia luce."

La prima sensazione che ho avuto leggendo le pagine di Prodigy è stata quella di confusione, in effetti tutto ciò che credevamo di sapere è stato capovolto. Gli amici diventano nemici, e i nemici amici. Avevo delle mie intuizioni già all'inizio di questa lettura e man mano che tutti i tasselli si mettevano al loro posto mi sono accorta di avere ragione.
Ero rimasta davvero affascinata dalla storia narrata in Legend e con Prodigy, Marie conferma la sua bravura. Se amate l'adrenalina, l'avventura, i colpi di scena e quant'altro con questo romanzo potete essere certi di andare a nozze. L'unica pecca che mi sento di fare è la troppa velocità con cui si susseguono gli avvenimenti. Mi è capitato più volte di pensare che con tutto ciò che era successo, il tempo trascorso fosse un po' troppo breve. Day e June sembrano conoscersi da sempre per poi essere due estranei che dubitano dell'altro in altre occasioni. Se in Legend avevamo apprezzato il rapporto fraterno tra Day e Tess, in Prodigy potremo notare quanto possano cambiare le cose in pochissimo tempo. E sottolineiamo pure che gli atteggiamenti di Tess in questo romanzo hanno rasentato l'odio da parte mia. Proprio non riuscivo a reggere il suo nuovo modo di comportarsi, tanto che più volte le avrei gridato un sacco di cose dietro.
Prodigy si apre con Day e June in fuga dalla Repubblica dopo essere riusciti a scappare dall'esecuzione del ragazzo, il ricercato numero uno. June, con il suo gesto, da prodigio della Repubblica è diventata direttamente una nemica da ricercare. Diretti verso Las Vegas con l'obiettivo di ritrovare ancora in vita il fratellino di Day, Eden, i due vedono come ultima chance per arrivare alla loro metà l'unirsi ai Patrioti, i ribelli del sistema della Repubblica, coloro che vogliono riportare alla vecchia gloria gli Stati Uniti d'America. 
Proprio durante questo periodo i due verranno a conoscenza di verità che da sempre erano state celate ma non mancheranno gli inganni. Tutto ciò che viene chiesto loro di fare è uccidere il nuovo Elector Anden. Compito affidato a June, con lo scopo di avvicinarsi all'uomo tanto da fidarsi di lei. Riuscirà il Prodigio a mantenere la mente fredda per arrivare lì dove è stato deciso? Molte sono le domande che ci si pone e a cui si troverà risposta. E' davvero Anden il nemico da combattere? Non c'è possibilità di dare nuova vita alla Repubblica senza spazzarla via? Non vi dirò di più sulla trama per paura di cadere in qualche spoiler.
Anche in questo romanzo, la storia viene narrata attraverso i punti di vista alternati dei due protagonisti. Questo, sicuramente, è stata una mossa ben azzeccata per creare un legame tra lettore e personaggio in quanto si ha l'opportunità di entrare direttamente nella testa, nei pensieri e nelle emozioni di Day e June ripercorrendo così dolori, sensazioni e ragionamenti importanti per mettere insieme pezzo dopo pezzo come in un puzzle. L'azione poi favorisce ancor di più l'addentrarsi di tutti gli avvenimenti con un ritmo così elevato da rendere impossibile prendere fiato. 
Un altro punto a favore dell'autrice è senza dubbio la capacità con cui ha creato questo mondo distopico con cui si riesce ad entrare in sintonia raccogliendo tanti piccoli dettagli che rendono tutta la narrazione più reale. Questo è l'impatto che si ha non appena si entra nelle temutissime quanto sognate Colonie, ma come spesso accade non tutto è come sembra. Sono davvero così come erano state descritte? Qual è la verità sulla guerra?
Sicuramente i due romanzi di Marie Lu sono tra i migliori pubblicati nell'ultimo anno per tutta una serie di caratteristiche che li hanno resi una storia distopica con i fiocchi. Lo stile dell'autrice lo si ritrova: accattivante, sicuro e diretto. Ho apprezzato il modo di caratterizzare i personaggi, anche quelli meno centrali. Tutti hanno una loro personalità, li si vede crescere, cambiare. Personaggi veri e pulsanti che vivono attraverso le emozioni, i ricordi e i pensieri. Per concludere possiamo definire Prodigy come un romanzo intenso, d'impatto e adrenalinico, in cui tutto può succedere senza sapere cosa attendere; un romanzo dove la verità si nasconde dietro una bugia ben architettata. L'autrice è riuscita a conquistarmi ancor di più con questo secondo capitolo, lasciandomi con il fiato sospeso con quel dannato finale. Posso dire di essermi affezionata alla serie ma soprattutto a loro: Day e June. Con questo è scontato che io muoia dalla voglia di leggere Champion. La mia valutazione finale è di 5 stelline per eccesso, sarebbe stato forse qualcosina in meno per ciò che vi ho già detto ma il mio cuore ha avuto la meglio.

Me sul finale.
Libro, adottami!

Stay tuned!
Xoxo, Giò

24 aprile 2014

Anteprime #32: uscite tra Aprile e Maggio 2014

Buongiorno bellissimi!
Vi avevo accennato che avevo un sacco di anteprime da mostrarvi, quindi come promesso eccomi qui. Pronti per la carrellata?

Titolo: Il ritorno dell'incantatrice
Serie: La Terra delle Storie #2
Autore: Chris Colfer
Editore: Rizzoli
Data di pubblicazione: 2 aprile 2014
Prezzo: €15
Pagine: 630

Trama: Alex e Conner hanno ripreso la vecchia vita. Ma come si può far finta di niente dopo aver scoperto che il mondo delle fiabe esiste davvero e la nonna è la Fata Madrina di Cenerentola?
Del resto la nonna non si fa viva da tanto, troppo tempo: i gemelli cominciano ad essere in pensiero. E ne hanno ogni ragione, perché nella Terra delle Storie è tornata l’Incantatrice – la fata che ha maledetto la Bella Addormentata- per compiere la sua vedetta ha rapito la mamma dei gemelli. Alex e Conner devono tornare nel mondo delle fiabe a tutti i costi. Per fortuna lì hanno lasciato tanti amici, Jack e Riccioli d’Oro, Cappuccetto Rosso e Ranocchietto…perché solo con una buona squadra si può sperare di sconfiggere la nemica più temibile.
Titolo: Purgatorio
Serie: Canti delle terre divise #2
Autore: Francesco Gungui
Editore: Fabbri Editori
Data di pubblicazione: aprile 2014
Prezzo: €14,90
Pagine: 350

Trama: Alec e Maj sono scappati da Inferno, creando così una frattura nel mondo strettamente controllato da eserciti e tecnologia. Hanno dimostrato che opporsi è possibile e hanno dato il via a tanti piccoli focolai di rivolta. Per questo l’Oligarchia deve trovarli ed eliminarli al più presto. Intanto i due ragazzi hanno raggiunto un’isola che l’Oligarchia non sa nemmeno esistere. È Purgatorio, rifugio dei Ribelli, gli uomini e le donne che negli anni sono scappati alle grinfie del controllo e che progettano di rovesciare il sistema. A capo di tutto c’è l’architetto che ha costruito Inferno e che è stato il suo primo prigioniero, il padre che Alec ha sempre creduto morto…

22 aprile 2014

Teaser tuesdays #23


Buonasera bellissimi!
So che non ho ancora adempito completamente alle mie promesse, ma ho ripreso a studiare per portarmi avanti anche perché fra due settimane mi sarà impossibile farlo: settimana del Salone del Libro, che sarà ancor più speciale quest'anno avendo il blog. 
E' di nuovo martedì, quindi è tempo del nostro Teaser Tuesdays, la rubrica ideata dal blog Should Be Reading con lo scopo di condividere piccoli stralci delle nostre letture. Partecipare alla rubrica è semplicissimo, vi basterà:

- Prendere il libro che si sta leggendo
- Aprire ad una pagina a caso (o scegliere il passo che più vi ha colpito)
- Condividere il teaser scelto

Importante è non fare spoiler! Se vi va potete condividere con me la vostra lettura corrente e farmi sapere cosa ne pensate di quella che condivido io.

Il Teaser Tuesdays che ho deciso di condividere con voi oggi è quello del libro che ho attualmente in lettura, che come ormai saprete bene è Allegiant di Veronica Roth, l'attesissimo capitolo conclusivo della serie distopica Divergent. 


SONO LE NOVE. Forse stanno pronunciando la sentenza contro Caleb proprio in questo momento, mentre mi allaccio le scarpe, mentre per la quarta volta liscio le lenzuola del letto. Mi passo le mani tra i capelli. Gli Esclusi tengono i processi a porte chiuse solo quando considerano l’esito scontato, e Caleb era il braccio destro di Jeanine.
Non dovrei crucciarmi per il suo verdetto. È già deciso. Tutti i collaboratori più stretti di Jeanine saranno condannati a morte.
Che t’importa?, mi chiedo. Ti ha tradito. Non ha cercato di impedire la tua, di condanna a morte.
Non m’importa. M’importa. Non lo so.
«Ehi, Tris.» Christina bussa con le nocche sullo stipite della porta. Dietro di lei intravedo Uriah, sorridente come sempre, anche se ora i suoi sorrisi sono languidi e sul punto di spegnersi da un momento all’altro.
«Ci sono novità?» mi chiede lei.
Controllo di nuovo che la camerata sia vuota, anche se so già che sono tutti a colazione, come previsto dalla nuova tabella di marcia. Ho chiesto a Uriah e Christina di saltare il pasto per poter parlare con loro. Il mio stomaco sta già brontolando. «Sì» mormoro.
Si accomodano sul letto accanto al mio e io racconto dell’agguato nel laboratorio la sera prima, della scritta sulla federa, degli Alleanti e dell’appuntamento.
«Mi sorprende che ti sia limitata a tirargli solo un pugno» mi prende in giro Uriah.

20 aprile 2014

Canzone della settimana #26: Happy Easter edition

Buongiorno bellissimi!
Per non perdere le tradizioni sono passata per lasciarvi una canzone che accompagni questa vostra domenica pasquale a ritmo della Canzone della settimana. Ho deciso di condividere una delle mie canzoni preferite del momento, Logico #1 di Cesare Cremonini, colonna sonora dell'attuale spot del Cornetto Algida.  


Ok, probabilmente questa è una mezza scusa perché non potevo proprio non farvi gli auguri anche in questa occasione perché sapete che vi amo tutti. 

Come here for free hugs!!
Scrivere un po' ormai è diventato difficile per la ricerca compulsiva di gif con cui arricchirli, finisce sempre che mi perdo su tumblr perdendo momentaneamente di vista l'originale obiettivo. Capitemi. Oltre a me ci sono altre persone che ci tenevano ad augurarvi una Buona Pasqua, vi lascio a loro! Divertitevi e abbuffatevi, noi ci rivedremo presto!

 
 
Happy Easter!

Stay tuned!
Xoxo, Giò

19 aprile 2014

Letterwoman show #4: mini intervista a Lauren Oliver


Buon pomeriggio bellissimi!
Torna oggi il nostro amato Letterwoman Show, rubrica dedicata a tutti coloro che amano sapere sempre qualcosa in più sui propri autori preferiti. Nel salotto di Walks with Gio ho il piacere di ospitare quest'oggi per un'intervista breve niente di meno che Lauren Oliver, autrice conosciuta per la sua serie distopica Delirium.
Ho deciso di contattare Lauren non appena ho terminato la lettura di Requiem, avrei voluto scoprire qualcosa in più e in effetti le mie domande andavano in tal senso. Come nel mio solito mi sono dilungata troppo senza sapere che l'autrice non avesse molto tempo a disposizione a causa dell'uscita del suo nuovo romanzo Panic. Se avessi saputo mi sarei sicuramente contenuta, limitandomi e indirizzando l'intervista altrova ma non mi lamento assolutamente. Per questo motivo in quest'intervista, un po' a metà, troverete solamente le risposte delle prime domande, ma io non demordo e spero di scoprire altro presto. Ora vi lascio alla mini intervista che ho realizzato, sperando che possiate apprezzare.

Ciao Lauren! Benvenuta sul mio blog! È un vero onore ospitarti nel mio piccolo angolino! Iniziamo con una domanda classica, chi è Lauren Oliver quando non è un’autrice affermata?
Quando non sto scrivendo, solitamente cucino, leggo, o arranco in un aeroporto! (When I'm not writing, I'm usually cooking, reading, or slogging through an airport!)

Da lettrice accanita è impossibile non chiedere qual è il tuo libro preferito o i tuoi must read!
E' impossibile da dire! Amo così tanti libri che non potrei mai scegliere uno solo! (That's impossible to say! I love so many books I could never pick one!)

Quando hai iniziato a scrivere?
Ho iniziato a scrivere ogni giorno, a partire da quando avevo nove anni! (I started writing every day starting when I was nine!)

Hai delle influenze letterarie?
Certo! Cerco di avere un range di letture molto ampio. E 'importante per gli scrittori leggere quanto più possibile. (Of course! I try to read very broadly. It's important for writers to read as much as they can.)

Mi piace scoprire la fangirl che si nasconde dietro l’autrice per cui se avessi l'opportunità, chi vorresti incontrare e perché?
Mi piacerebbe molto incontrare Stephen King. Provo molta ammirazione per come ha gestito la sua carriera e la sua vita personale. (I'd love to meet Stephen King. I have a lot of admiration for how he's managed his career and his personal life.)

Hai delle passioni al di là della scrittura? Hai delle ossessioni che ti portano a dire “sì, sono una fangirl”?
Sono una totale fangirl delle ballerine! (I used to be a total ballerina fangirl!)

Hai qualche abitudine particolare mentre scrivi?
Ho bisogno di avere tanta caffeina, ma oltre a questo posso scrivere in qualsiasi circostanza! (I need to be well caffeinated, but other than that I can write under most circumstances!)

Autografo di Lauren trovato nel suo sito web
Lauren Oliver, nata Laura Schechter (Contea di Westchester, 1982), è una scrittrice statunitense, nota per i suoi libri young adult. Laureata all'Università di Chicago e al programma NYU's MFA, Lauren Oliver è anche la co-fondatrice della società Paper Lantern Lit. Autrice del romanzo E finalmente ti dirò addio e della trilogia Delirium, ha pubblicato in America il 4 marzo 2014 Panic da cui verrà prodotto un film dagli Universal Studios.

Stay tuned!
Xoxo, Giò

16 aprile 2014

WWW Wednesdays #26


Buonasera miei bellissimi lettori!
Eccomi di ritorno con il WWW Wednesdays di oggi, la rubrica ideata da Should Be Reading per condividere le nostre letture. Partecipare è facile, basta rispondere alle tre semplici domande rappresentate dalle W. Scatenatevi con i consigli e fatemi sapere il vostro WWW Wednesday.

 - What are you currently reading? (Cosa stai leggendo?)


Attualmente ho in lettura Allegiant di Veronica Roth, il volume conclusivo della mia serie distopica preferita. Non ricordo da quanti giorni me lo porto dietro ormai, vero è che sto andando piano per i pochi ritagli di tempo ma soprattutto perché ho paura. Sì, ho tanta paura di finirlo ancor di più se penso che mi sono spoilerata una cosa immensa e l'attendo ad ogni pagina che giro. Tutti i dettagli li avrete però solo a lettura ultimata.

- What did you recently finish reading? (Quale libro hai finito di recente?)


Di recente ho terminato il secondo volume della serie di Marie Lu, Prodigy. E' stata una lettura piacevolissima, ho avuto il fiato sospeso per tutto il tempo. I colpi di scena si susseguivano di continuo con ritmi elevati. Assolutamente consigliato. Mi scuso di nuovo per non avervelo ancora recensito, ma arriverà presto.

- What do you think you’ll read next? (Quale libro pensi sarà la tua prossima lettura?)

Nonostante io abbia qui romanzi usciti di recente sia in cartaceo sia ebook, penso che sia il caso di cambiare almeno momentaneamente genere e di dedicarmi a libri che ho lasciato indietro. Sono molto indecisa però e penso che mi farò prendere dal momento. Probabilmente opterò per uno tra Il mio disastro sei tu o La terra delle storie siccome mi dovrebbero arrivare i prossimi volumi. In verità ci sono davvero troppi libri che vorrei leggere che non ho ancora letto. 

Quali sono le vostre WWW della settimana? Cosa ne pensate di queste letture?

Stay tuned!
Xoxo, Giò

15 aprile 2014

Chiacchiere a random #2

Gio 1 - Grafica 0
Buonasera bellissimi, 
come state? So di aver latitato per tutta la scorsa settimana, di non aver rispettato le scadenze e gli obiettivi che mi ero prefissata *shame on me* però vi assicuro che non mi sono rifugiata in un'isola deserta a sorseggiare cocktail, anzi ero a casa a sgobbare per creare un nuovo vestitino al mio rifugio.
Sono stata in completa crisi mistica, non riuscivo a creare pur restando ore e ore incollata davanti al pc. Non sono riuscita nemmeno a leggere molto (sono infatti ancora alle prese con Allegiant) e a vedere le puntate dei miei telefilm preferiti e questo la dice davvero lunga. Oltre a ciò è stata una settimana frenetica, spesso a casa sono stata solo di passaggio ma sono riuscita a vedere finalmente Divergent e il mio essere fangirl si è praticamente triplicato ancor di più dopo aver visto il Theo nei panni di Tobaias, sì avete capito bene. Chi ha visto come me il film potrà immaginare le risate che mi sono fatta a sentire pronunciare il nome in quel modo. Ho avuto però anche l'occasione di rivedere un'amica e questo è senza dubbio una delle cose belle che il blog mi ha dato, per il resto mi toccherà aspettare meno di un mesetto.


Qualcuno di voi si sarà accorto forse che da ieri il blog era oscurato, a qualcun altro ho fatto uno scherzetto, questo per permettermi di apportare tutte le modifiche per questa grafica primaverile. Sono stata per parecchio tempo alla ricerca di un pattern che mi soddisfacesse ma alla fine ho optato per questo verdino che mi sa tanto di freschezza e primavera. L'immagine dell'header invece è nata praticamente di getto perché doveva essere lei. Ho cambiato anche puntatore per restare in tema e i banner delle rubriche, che potete vedere qui. Spero che questa grafica vi piaccia tanto quanto piace a me. Quasi dimenticavo, ringrazio quelle sante donne che mi hanno sopportato nei miei scleri, che mi hanno fatto fare mente locale e che mi hanno illuminato con consigli e a volte anche con cose ovvie :p Thanks girls!
Vi avevo già accennato che avevo iniziato a frequentare un laboratorio all'università, di Editoria Multimediale, ma non vi avevo detto che per questo corso avrei dovuto realizzare una pubblicità e oggi siccome siamo in vena di chiacchiere ve la volevo mostrare. Ho deciso di sfruttare la mia passione per i libri per creare qualcosa che mi rappresentasse davvero. Posso dirmi soddisfatta, non credevo che ne sarei stata capace.


Che ve ne pare? Vi prometto che nei prossimi giorni cercherò di recuperare il tempo perso mostrandovi tutte le anteprime, la famigerata intervista e recensendovi Prodigy. Mi scuso ancora per l'assenza, but now i'm here. Penso di avervi detto tutto quello che mi passava per la testa in questo momento.



Stay tuned!
Xoxo, Giò

8 aprile 2014

BLOG TOUR GDR: Cacciatori di Ombre - Julia Sienna. Tappa INTRODUTTIVA


Buongiorno bellissimi!
So di non aver più scritto gli ultimi due post dell'evento che ci ha tenuto compagnia durante il weekend e non vi assicuro che riuscirò a rimediare, ma oggi sono qui per presentarvi un Blog Tour davvero originale che sono sicura vi piacerà molto. Siete curiosi di sapere di cosa si tratta? Bene, allora aprite le orecchie e prendete nota perché vi darò tutti i dettagli in questa tappa introduttiva
Si tratta del Blog Tour dedicato all'uscita di Cacciatori di Ombre, secondo romanzo della serie The Dark Hunt di Julia Senna. Sarà diviso in quattordici tappe e in ognuna di esse troverete molte curiosità sul romanzo. Ovviamente non finisce qui, perché collegato ad esso ci sarà un giveaway che darà ai partecipanti l'opportunità di vincere i primi due romanzi della saga dei Predatori Oscuri. Il vincitore potrà decidere quale dei due ricevere e l'altro libro invece andrà al secondo estratto.
Il tutto sarà costruito in modo molto particolare perché durante il Blog Tour avrete modo di ottenere dei punti costruendo il vostro personaggio del mondo dei Predatori Oscuri. Questi punti verranno poi convertiti in entries per il giveaway. Più punti guadagnerete maggiori saranno le possibilità di essere estratti. Ognuno di voi sarà fondamentale per la storia di questo Blog Tour e tappa dopo tappa vi sarà possibile dare un nome, un volto e costruire un passato per il vostro personaggi. Avrete l'impressione di essere dentro un grande Gioco di ruolo. A condire ancor di più il tutto ci saranno alcuni giochi come cruciverba, indovinelli e sfide che vi permetteranno di guadagnare punti aggiuntivi. Vi attira l'idea? 

Il destino non esiste, si disse, anche se non sapeva come definire in altro modo le responsabilità che aveva, suo malgrado, accettato di sopportare. Ansimò, cercando di vincere l'improvviso senso di malessere che lo aveva colto. Le piccole ferite che si annidavano nel suo cuore presero a pulsare come mai prima, risvegliando la profonda paura che lo aveva tormentato da quando era arrivato a Thauris. Sentì il Medaglione farsi incredibilmente pesante sotto i vestiti, quasi si fosse tramutato in un macigno. Portò una mano fino a sfiorare la stoffa della camicia, avvertendo la presenza dell'amuleto sotto di essa. Avrebbe dovuto pazientare, mantenere la calma, finché Baltasar non fosse tornato da lui. Sono il Portatore. Scosse la testa. Il Portatore non esisteva più, ora c'era solo il Principe Erion. Eppure On non poteva dimenticare il futuro che lo attendeva, nemmeno per un istante. Io sono il cacciatore e tu sarai la mia preda, Draug. L'ombra delle porte lo inghiottì, annullando ogni suo pensiero. La partita finale doveva ancora iniziare.

Data pubblicazione: 8 Maggio 2014
Titolo: Cacciatori di Ombre
Serie: The Dark Hunt #2
Autrice: Julia Senna
Editore: Gainsworth

Trama: Una a una, le città dell'Uomo cadono sotto i colpi delle milizie Kaad. Una a una, le terre dell'Ovest soccombono alla minaccia nemica.
Draug non è mai stato potente come in queste ore buie, ma l'Arma di Telassar è stata ritrovata e brama di incontrarlo per porre fine alla Caccia una volta per tutte. Oron Grimford è salvo e procede protetto dall'armata di Ghilen verso nord, seguito e aiutato dagli amici nella sua ultima impresa. La vita del Portatore sembra al sicuro, ma le insidie si nascondono sempre nei luoghi più impensabili. Mentre le giornate di Oron si popolano di paure e rimorsi, Hellenhor, Eyn Morgath di Moran­dum, intraprende un pericoloso viaggio in compagnia del giovane Mezzosangue Keleb, dritto nelle viscere di un mondo che non veniva disturbato da migliaia di anni: il Regno delle Ombre.
Cosa si cela tra gli Inferi? Perché lo stregone più potente delle Nuove Terre mette in gioco la propria vita e quella di un ragazzo per affrontare le Tenebre?
 Regole:

- Commentare la tappa introduttiva di uno qualsiasi dei blog partecipanti al blog tour
- Seguire tutti i blog partecipanti all'iniziativa
- Mettere il like alla pagina della saga su Facebook

Calendario Tappe

PRIMA TAPPA­ - 14 AprileUn Buon Libro Non Finisce Mai: Ambientazioni del Romanzo.
SECONDA TAPPA - 17 AprileReading is Believing: TEST ­ Scopri il tuo nome da Hunter.
TERZA TAPPA - ­22 Aprile - Laboratorio Fantasy: Identikit dei Personaggi: scopri i tuoi compagni di viaggio.
QUARTA TAPPA­ - 26 Aprile - Dreaming Fantasy: Presentazione delle Razze + TEST: a che razza appartieni?
QUINTA TAPPA­ - 30 Aprile - The Bostonian Library: Julia Sienna secondo Oron Grimford, ­l'autrice vista dalla sua creatura
SESTA TAPPA­ - 2 Maggio - ­Stelle nell'Iperuranio: Back to the start ­ I Predatori Oscuri
SETTIMA TAPPA - ­8 Maggio -­ Walks With Gio: Tutti in libreria - I 5 motivi per cui vale la pena accaparrarsi "Cacciatori di Ombre"
OTTAVA TAPPA ­- 12 Maggio - La Bella e Il Cavaliere: Spazio agli eroi ­ Intervista ad un personaggio a vostra scelta
NONA TAPPA - ­15 Maggio -­ Beira's Heart: La playlist del romanzo
DECIMA TAPPA­ - 19 Maggio - Il Portale Segreto: Le influenze letterarie della Sienna.
UNDICESIMA TAPPA23 Maggio ­- Libri di Cristallo: Il Dream Cast del romanzo.
DODICESIMA TAPPA28 Maggio ­- Il Profumo dei Libri: I retroscena, la nascita della trilogia e i dietro le quinte del romanzo.
TREDICESIMA TAPPA4 GiugnoThe Bookshelf: Brano Inedito... fuori dal comune.
QUATTORDICESIMA TAPPA ­- 7 Giugno ­- Frannie in The Pages: Premiazione del vincitore del giveaway e fine del Blog Tour.

Credo di avervi detto tutto per ora, se avete le idee poco chiare state tranquilli che tutto sarà più chiaro durante le tappe. Mi raccomando, segnatevi le date e non mancate!

Stay tuned!
Xoxo, Giò

5 aprile 2014

Blogger Love Project - TAG TIME: 10 ragioni per cui amo essere una blogger


Terza e ultima tappa del Blogger Love Project di oggi. Ammetto che sono ancora un po' provata per la lettera, ho tutto in subbuglio e l'umore che va in altalena ma è arrivato il momento di divertirci con un simpaticissimo tag (sapete quanto io li ami): 10 ragioni per cui amo essere una blogger\lettrice di blog.

1. Amo avere uno spazio tutto mio per esprimermi attraverso una delle mie grandi passioni per poi far uscire la vera me. Tutto ciò che faccio per il blog lo faccio esclusivamente per me, perché mi fa star bene e mi da quelle sicurezze che mi sono sempre mancate. Sono una persona timida e riservata, aprirmi e concedermi non è sempre facile ma con il blog ho trovato la mia dimensione.

2. Amo l'idea di entrare in contatto con tutte queste persone, di instaurare rapporti veri e trovare amiche indispensabili. Ora come ora non posso immaginarmi proprio senza al mio fianco alcune di loro, quindi grazie davvero perché voi sapete quanto importante sia per me.

3. Amo avere l'opportunità di realizzare interviste alle autrici che ho amato. Non mi sarei mai creduta capace di ciò ed è sicuramente una delle cose che più porto nel cuore di tutta questa esperienza.

4. Amo condividere con voi i miei fangirlamenti libreschi e non e allo stesso tempo amo cercare gif che dimostrano che sono una fangirl pazza.

5. Amo scoprire nuovi commenti, follower, visite e tutto ciò che dimostra il vostro passaggio nel mio angoletto

6. Amo le iniziative della blogosfera, tutte senza distinzioni: dai giveaway, ai GdL passando dai project come questo

7. Amo scoprire che apprezzate ciò che faccio, che sia una recensione, una rubrica o un tag perché in ogni cosa ci metto passione e me stessa.

8. Amo l'idea di essere una blogger, anche se mi fa ancora strano definirmi tale.

9. Amo le altre blogger, è sempre bello sapere di poter contare su qualcuno per un consiglio o due chiacchiere

10. Amo tutti voi, miei lettori. Dal primo all'ultimo nessuno escluso.


Stay tuned!
Xoxo, Giò

Blogger Love Project - Share your (blogger) love!


Buon pomeriggio bellissimi!
Eccoci qui con il secondo post di questa giornata all'insegna del Blogger Love Project. Share your love è la chiave di tutta l'iniziativa in quanto è il momento di spargere amore in tutta la blogosfera condividendo quelli che sono i nostri blog preferiti.
I blog che ho avuto modo di scoprire e che apprezzo sono davvero tanti, forse anche troppi. E' impossibile riuscire ad essere assidui con tutti e non perché non si voglia, ma il tempo è quello che è. Nonostante ciò anche se spesso non commento cerco di leggere sempre tutto o quasi. Ci sono poi quei blog che non manco mai di visitare, che spulcio di continuo dove lascio il segno del mio passaggio. Oggi vi parlo proprio di questi, dei miei blog preferiti.

The Bookshelf di Mel e Mys è molto più del mio blog preferito in assoluto, è una tazza di cioccolata calda (o thè) davanti al tuo libro del cuore. E' amore, è casa, è amicizia, è condivisione. Ho sempre ammirato queste due ragazze geniali e a dir poco uniche ancor prima che diventassero delle amiche per me. Non c'è post che io non ami e a rendere così speciale questo blog è sicuramente lo stile inconfondibile. Ironico, spassoso e accogliente. Ricordo come fosse ieri il giorno in cui contattai Mel su twitter per condividere con lei la notizia dell'intervista a Mhairi. Da quel giorno siamo diventate inseparabili. Non vi sto nemmeno a dire quanto aiuto mi dia la loro presenza. Sono diventate le mie ancore, il mio porto sicuro. Amo The Bookshelf al di là dell'amore per quella mucca e quel criceto, quello è scontato ormai. Amo The Bookshelf proprio per la sua essenza, per ciò che è.

Atelier dei Libri di Glinda è stato il primo lit blog che ho scoperto al quale mi sono iscritta. In esso ho trovato un luogo sicuro dove trovare consigli ancor prima di decidere di parlare io stessa di libri. Se voglio sapere se un libro mi piacerà oppure no vado direttamente lì e so che non mi sbaglierò. Nelle sue recensioni trovo sempre tutti i dettagli che voglio avere e mi perdo sempre leggendole. Sono sicura che rimarrete colpiti dal cuore grande di Glinda.

Reading is believing di Denise mi ha colpito a prima vista subito per la sua grafica. Quel blog è da rimanere abbagliati. Ho imparato ad apprezzare lo stile conciso e asciutto delle sue recensioni. Amo le iniziative che Denise organizza minuziosamente come i suoi GdL o il suo mercatino. Senza dubbio da stalkerare.

La bella e il cavaliere di Amaranth, Angharad e Alaisse è forza, follia, ironia allo stato puro. Amo la genialità di quelle ragazze. Il loro stile è così particolare che è praticamente impossibile non esserne affascinati. La loro forza risiede nella loro unione, perché insieme sono davvero una squadra imbattibile. Vi posso garantire poi che sono anche carinissime e questo lo so perché come me sono di Torino e ho avuto modo di conoscerle. Attraverso la guida di Am poi sto imparando a vedere tutto diversamente. Grazie ragazze!

Frannie in the Pages di Frannie fa toccare con mano le emozioni che si provano leggendo. Frannie è una fangirl pazza allo stato puro che emana forza e contagia con il suo entusiasmo verso nuove storie. E' stata per di più praticamente la mia prima follower libresca! Ha il brutto vizio di farmi fissare sempre con nuovi libri e per di più spesso sono in inglese e ciò implica che non li posso leggere T_T Stesso discorso vale anche per Libri per passione di Bliss.

Spero di non aver dimenticato nessuno, ma sicuramente qualcuno mi sarà scappato per strada. Sappiate che in ogni caso adoro tutti i vostri angoletti.

Stay tuned!
Xoxo, Giò

Blogger Love Project - Mini Challenge #2: A Letter to your former\future self


Buongiorno bellissimi!
Inizia oggi la seconda giornata dell'iniziativa Blogger Love Project che ho deciso di sposare molto volentieri per dichiarare il mio amore per la blogosfera, che ormai è molto più di una vera famiglia.
Si parte subito con la seconda mini challenge del project: A Letter to your former\future self, che consiste nel scrivere una lettera ai noi stessi del passato o del futuro. La scelta è libera, bisogna solo decidere di aprire il nostro cuore e lasciarci andare. 
Non appena ho visto questa challenge mi è venuta in mente una scena del libro Le coincidenze dell'amore quando Sky si rivolge alla piccola Hope per guidarla verso il futuro che l'aspetta. Non ho avuto dubbi che io dovessi rivolgermi alla mia piccola Gee, glielo dovevo nonostante pensassi di non esserne capace; quindi eccomi qui a scrivere la lettera alla me del passato.


Mia piccola Gee, alza gli occhi e voltati. So che hai capito chi sono, te lo leggo negli stessi occhi profondi color cioccolato che ho io. Scommetto che starai sorridendo all'idea di avere un soprannome così carino, perché sì piccola mia arriverà qualcuno che ti vorrà talmente bene da volerti fare questo piccolo regalo. Stai tranquilla, non c'è niente di folle in te per aver ricevuto questa lettera dal futuro ma ascoltami bene perché se oggi sono qui a scriverti è per donarti qualche piccolo consiglio da far tesoro per crescere bene e prendere la vita in un modo migliore. Fa attenzione, non ho detto che andrà come nelle favole o come nei film ma la chiave di tutto è cambiare punto di vista. Soffermati sulle piccole cose che hai attorno e sorridi.
Non ho mai visto niente di più bello di un tuo sorriso quindi non avere paura e lascia che anche gli altri se ne accorgano.  Non vergognarti mai, nemmeno quando sarai costretta a sfoggiare un sorriso a metà.
Portalo con orgoglio e fatti rispettare, sempre. So che quei ragazzini possono essere crudeli e non capiranno quello che ti è capitato ma tu continua ad andare avanti senza abbassare mai la testa.
Guardati allo specchio ogni tanto, sii orgogliosa di ciò che sei e di ciò che sarai e ripetiti che ti vuoi bene perché questo è davvero importante. Non voglio mai sentire pronunciare dalla tua bocca che avresti preferito che tutto fosse andato diversamente, che magari Marika ci sarebbe stato meglio in questo mondo. Mai, mi hai capita?
La vedi quella piccoletta che sgambetta accanto a te? Lei sarà la tua vita e ci sarà sempre.
So che ti sentirai un alieno caduto per caso sulla Terra ma tu cerca il lato positivo in tutto ciò che ti circonderà e poi sai che non saremo mai come un comune mortale qualunque, perché sei speciale.
Non permettere a nessuno di far scomparire quel tuo splendido sorriso dal viso, non farti mettere i piedi in testa. Fatti rispettare per la tua dignità. Non hai bisogno di qualcuno accanto solo per riempire qualche vuoto che sentirai enorme, cerca solamente le persone giuste e coltiva i tuoi sogni. So che vorresti accanto un'amica speciale e che non ti senti mai abbastanza, ma vuoi saperla una bella notizia? In qualche parte del mondo c'è qualcuno che sta aspettando proprio te mia piccola Gee. Forse non la troverai subito, ma arriverà il momento giusto e poi ricorda che nonostante il destino abbia dei piani tutti suoi tu sei più forte di lui!
Non sono qui per dirti che non ci saranno lividi o lacrime, ma tu ingoierai tutto, sarai più forte e guarderai dritto al futuro. Continua a nutrirti di libri, perché quello sarà il tuo giusto cammino. Scrivi se ti farà sentire meglio e non ci crederai ma un giorno deciderai di aprire un angoletto tutto tuo dove esprimerti come ti pare e nessuno te lo porterà via, mai. Quando andrai all'università, fai più attenzione a chi ti circonda. Potresti incontrare una persona un po' prima di ciò che ho fatto io.
So che tu mi capisci e ricordati che io ti voglio bene e sono sicura che insieme diventeremo una bella persona perché tu sei me e io sono te. Sorridi sempre, promettimelo, anche se non andrà come avresti voluto tu. Buona vita, Gee.
Non è stato semplice scrivere questa lettera, ve lo assicuro. Non potevo lasciare però la mia piccolina in balia del futuro senza darle qualche consiglio e poi vi garantisco che serve anche per noi del presente, vi farà sentire meglio. Questa era dunque la mia lettera, sono curiosa di leggere le vostre.

Stay tuned!
Xoxo, Giò