4 settembre 2015

Recensione "Quanto ti ho odiato" di Kody Keplinger

Buon pomeriggio miei bellissimi lettori!
Eccomi con una nuova recensione. Come vedete sto cercando di recuperarle un po' alla volta. Ora sono in momentanea pausa dallo studio nel frattempo che attendo i risultati dell'esame che ho fatto in settimana. Fingers crossed. Oggi vi parlo di Quanto ti ho odiato di Kody Keplinger, che come sapete ho letto durante il viaggio a Barcellona, conosciuto da molti con il titolo originale The D.U.F.F. è stato recentemente pubblicato dalla Newton Compton. Dal 19 agosto, invece, è in programmazione nelle sale cinematografiche il film tratto da libro, L'A.S.S.O. nella manica di cui però vi parlerò a fine recensione.  

Titolo: Quanto ti ho odiato
Titolo originale: The Duff
Autrice: Kody Keplinger
Editore: Newton Compton
Prezzo: 9,90 euro (ebook €4,99)
Pagine: 288
Data di pubblicazione: 16 Luglio 2015
Trama: Bianca Piper ha diciassette anni, è cinica ma leale e sa benissimo di non essere la più carina tra le sue amiche. D'altronde sa anche di essere più sveglia e intelligente rispetto a molte sue coetanee, che si lasciano incantare dal fascino di ragazzi come Wesley Rush, il più corteggiato e viscido della scuola. Bianca infatti detesta Wesley. Ma dato che le cose in famiglia non vanno granché bene e Bianca è alla disperata ricerca di una distrazione, un giorno si ritrova a baciare proprio Wesley. E... scopre che le piace! Tanto che, sempre più desiderosa di fuggire dai propri problemi familiari, finisce per farci sesso e per ricorrere a questo "diversivo" ogni volta che qualcosa va storto. Ma quando viene fuori che Wesley è bravo ad ascoltare e che anche la sua, di vita, è più scombinata del previsto, Bianca intuisce che la situazione le sta sfuggendo di mano e si rende conto con terrore che potrebbe essersi innamorata proprio del nemico...
Recensione

<<Una cosa accomunava tutte. Eravamo tutte puttane, zoccole, santarelline o DUFF. Io ero la DUFF. Ed era una cosa buona. Perché chi non si sente la DUFF probabilmente non ha amiche. Tutte le ragazze si sentono brutte, a volte. Perché avevo impiegato così tanto tempo per capirlo? Perché mi ero arrovellata tanto su quello stupido nomignolo quando era così semplice? Sarei dovuta andare fiera di essere la DUFF. Fiera di avere grandi amiche che, nelle loro teste, erano DUFF in confronto a me.>>

Ho adocchiato Quanto ti ho odiato di Kody Keplinger ancor prima di venire a sapere che la Newton l'avrebbe tradotto e portato qui in Italia. Allora era semplicemente The Duff e un'amica me ne aveva parlato entusiasta sapendo che avrei potuto apprezzarlo. Da quel momento ho sempre sperato che arrivasse, avendo così la possibilità di leggerlo. 
In Quanto ti ho odiato si racconta la storia di Bianca Piper, liceale, diciassettenne come tante, forse solamente più in carne e meno carina delle sue migliori amiche, Jessica e Casey. Fino ad allora questo non era mai stato un problema per Bianca. Lei era cinica, leale, molto intelligente e aveva doti che le ragazze carine ma senza cervello si potevano sognare. Tutto questo le bastava, finché Wesley Rush con molta naturalezza si lasciò sfuggire che lei era la DUFF, Designed Ugly Fat Friend ovvero l'amica bruttina e cicciottella prescelta dal gruppo per far sembrare le amiche ancor più belle. Wesley sosteneva che socializzare con la DUFF portava punti in più per arrivare alle amiche fighe. La sua insensibilità gli costò cara, una Coca-Cola Cherry sulla maglietta per difendere l'orgoglio ferito.
Il nomignolo affibbiatoli continuava a ronzarle in testa e certo non aiutava incontrare il bellissimo e ricercatissimo Wesley Rush in ogni angolo a scuola. Le cose per Bianca non andavano bene nemmeno a casa. Il rapporto tra i suoi genitori iniziava a preoccuparla non poco. La madre era una motivatrice ed si trovava sempre in giro per conferenze a parlare del suo libro. In quel momento era in California e l'ultimo dei suoi problemi era pensare alle conseguenze che ci sarebbero state in casa Piper con la richiesta di divorzio. Bianca, in quel momento di crollo totale, sente la necessità di trovarsi una distrazione e mai avrebbe pensato che proprio Wesley Rush potesse darle una mano a riguardo. L'odio profondo che provava nei confronti di quel ragazzo non fu abbastanza forte da impedirle di baciarlo ed è così che Wesley diventò la sua personale distrazione. Quando Bianca, però, scopre che Wesley è in grado di regalarle emozioni ben più grandi della semplice distrazione la sua vita si complica inevitabilmente.
Sin dalle prime pagine si è creato un legame forte tra me e Bianca e questo sicuramente ha incrementato la voglia di divorare questa lettura. Sfogliavo come se non ci fosse un domani quelle pagine senza accorgermi delle ore che passavano. Quanto ti ho odiato è un libro che scorre via veloce, può sembrare banale e sempliciotto ma per me non è stato così. Al suo interno si affrontano tematiche importanti come il bullismo, il divorzio, il sesso e l'amicizia mantenendo però sempre quel suo stile inconfondibile che alleggerisce l'atmosfera. L'autrice è riuscita, così, a lasciare messaggi importanti per i suoi lettori e sicuramente quello che più mi ha colpito è che non importa ciò che pensa di te la gente, non importa quali etichette useranno su di te, solo tu puoi definire te stesso. Ho apprezzato davvero molto il punto di vista narrativo di Bianca che dando molto spazio ai suoi pensieri aiuta a comprendere meglio le sue scelte anche quando sembrerebbero incomprensibili. Un altro aspetto positivo del libro è senza dubbio dato dall'importanza dell'amicizia che lega Bianca a Jessica e Casey. Ho apprezzato Bianca, che rispecchia abbastanza il tipo di protagonista che mi piace, mai piatta ma con carattere da vendere, realistica e poi chi non si è sentita almeno una volta una DUFF? Io sempre. Oltre a lei mi ha colpito molto anche Casey, buona ascoltatrice, amica leale e presente davvero che sa dispensare consigli. 

<<Wesley Rush non corre dietro alle ragazze, ma sto correndo dietro a te.>>

Ho adorato tantissimo anche Wesley, un personaggio molto più profondo di quanto possano dimostrare i suoi muscoli e la stronzaggine innata. Altro non è che un modo per difendersi dal suo sentirsi solo e inadeguato. Wesley ci dimostra come le apparenze spesso ci portino a commettere errori, bisogna sempre dare una possibilità per ricrederci perché ciò che ci può rivelare la verità può essere molto più appagante dell'arrendersi. Quanto ti ho odiato è un romanzo davvero carino, sotto la sua semplicità nasconde molta più profondità di ciò che ci si aspetta, basta saperla riconoscere. Lo consiglio, una lettura veloce, scorrevole che può farvi passare piacevolmente delle ore

Per concludere volevo spendere due parole sul film L'A.S.S.O. nella manica. Prima di vederlo ero stata preparata al fatto che si scostasse parecchio dal libro, vengono mantenuti i nomi, una leggera trama di fondo e i messaggi ma sono due cose abbastanza diverse. Preso partendo da questo presupposto si può rivelare carino e simpatico. Almeno così è stato per me. Mi è piaciuto che oltre al divertimento si sia voluto mantenere lo spazio per messaggi importanti rivolti ai giovani e non importa se si è allontanato da ciò che era il libro perché ha funzionato per ciò che era. Ho adorato gli attori che interpretavano Bianca, Mae Whitman, e Wes, Robbie Amell nonché bellissimo cugino di Stephan (Oliver Queen in Arrow). Sì, io adoro i cugini Amell u.u Sono stati loro due i protagonisti indiscussi, li ho trovati una bella accoppiata vincente. Il resto faceva solamente da contorno, comprese Jessica e Casey (doppiata nella versione italiana dalla youtuber Greta Menchi) che si sono trasformate una nell'opposto dell'altra e questo mi faceva molto ridere ripensando al libro. Nel film poi è stato aggiunto il personaggio di Mason, assente nel libro, che rappresenta l'antagonista di Bianca giusto per aggiungere un po' di pepe al tutto. Consiglio la visione del film per divertirsi considerando tutto ciò che ho detto prima.

Il mio consiglio musicaleKaty Perry - Teenage dream



Libro quasi perfetto, bello!
Che ne pensate? Avete già letto il libro o visto il film? 
Un bacio,
Giò

17 commenti:

  1. Sono così felice ti sia piaciuto!!!! *_* Anche il film è bellino anche se molto diverso dal film, ma l'ho apprezzato ugualmente. ^_^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Esattamente...noi ci capiamo ♥ e comunque mi riferivo a te eh :P sapevo che mi sarebbe piaciuto e avevi dannatamente ragione!

      Elimina
  2. A me il libro non ha fatto impazzire...a tratti l'ho trovato banale
    Comunque complimenti per la recensione:)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Dafne! E' un libro leggero, nessuno lo nega ma penso sia importante sottolineare quando si da spazio a messaggi importanti. Troppo spesso ci propinano canoni da top model, qui è diverso e mi piace!

      Elimina
  3. Ho visto solo il film e, nella sua semplicità, l'ho trovato molto molto carino. :)

    RispondiElimina
  4. Posso dire che io avrei strozzato Bianca delle volte? Ogni tanto ho pensato che non usasse bene la sua intelligenza, soprattutto non ho sopportato i suoi silenzi e la decisione di tacere su cose che invece erano importanti.
    I temi del romanzo sono tanti, è vero, ma li ho trovati mal sviluppati nel contesto semplice del romanzo. In un certo senso potevano essere messi da parte, evitati, prediligendo invece la critica sulle etichette. Però anch'io ho trovato la lettura carina e con aspetti positivi rilevanti ^^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, è vero...è successo anche a me, non ho apprezzato tutte le scelte ma in parte le ho capite XD Sono felice ti sia piaciuto :3

      Elimina
  5. Carinissimo questo libro, letto qualche anno fa e adorato!Felice che ti sia piaciuto :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono davvero contenta anch'io, desideravo che mi piacesse :)

      Elimina
  6. L'ho letto tantissimo tempo fa (l'anno scorso? oddio) e mi è piaciuto molto. Ora non so perché ma ho l'impressione che, rileggendolo, non lo ritroverei così "fantastico".

    RispondiElimina
    Risposte
    1. No, fantastico no. E' carino, leggero e si fa leggere...poi ovvio libri fantastici, anche per me, sono altri. Comunque è capitato anche a me ripensando a dei libri di cambiare in parte opinione e di pensare che avessi dato un punteggio "esagerato".

      Elimina
  7. Ciao Giò!! Io la penso esattamente come te, sia per quanto riguarda il libro sia per quanto riguarda il film. So anche che a molte non è piaciuto il libro, ma credo che tutto dipende dalla persona che lo legge. Io ad esempio mi sono ritrovata molto in Bianca. E' la prima volta che mi succede di trovare un personaggio che mi assomigli così tanto!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, so che a molte non è piaciuto ma io ho provato un legame forte con Bianca. Forse non è completamente uguale a me ma mi sono immedesimata un sacco. Per non parlare dell'etichetta di DUFF, anche se in teoria avrei dovuto avere un gruppo vero per funzionare secondo le loro regole ma le sensazioni restano quelle!

      Elimina
  8. Ciao! Ti invito  a partecipare al mio Giveaway! In palio un bel libro fantasy!

    RispondiElimina
  9. Ciao, che bella recensione *-*
    Per quanto mi riguarda ho preferito il film (non per Robbie Amell, no no), ma anche il libro era gradevole con questa protagonista nella quale mi è stato facile immedesimarmi :3
    Ho amato Wesley fin da subito: lui è Bianca sono stra shippabili, però le differenze con il film, se l'hai visto, erano veramente tante o sbaglio?
    Se vuoi sapere cosa penso di questo libro trovi la mia recensione Qui :3.
    Un salutone,
    _Rainy_

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì il film l'ho visto come ho detto nella recensione e le differenze erano tante però nel complesso l'ho trovato carino.

      Elimina

Grazie per i vostri commenti, li apprezzo tantissimo, sono fonte di gioia e soddisfazione per me! Non appena possibile, risponderò a tutti e passerò a dare un'occhiata ai vostri blog :) Mi raccomando, stay tuned! A presto, Giò ♥