22 settembre 2015

Top Ten Tuesday #1: Top Ten Books On My Fall TBR

Buon pomeriggio bellissimi!
Oggi mi sento decisamente più carica del solito. Non so se almeno in parte lo devo all'aver scoperto di aver superato lo scritto dell'esame di cui vi parlavo, ma oggi va così. Dopo tanta ansia una buona notizia e ora sotto a prepararmi per l'orale ma intanto ho deciso di dare una rimodernata al blog adottando qualche cambiamento. Per ora mi sono limitata alle rubriche, ma non escludo di fare altro. Anzi, chiedo a voi, vi piacerebbe vedere Walks with Gio con un'altra veste grafica o preferite che resti così com'è? Ci tengo a sentire i vostri pareri. Dicevo delle modifiche alle rubriche. Ho deciso di abbandonare la rubrica Teaser Tuesdays che non mi entusiasmava più, considerando il fatto che posso sempre presentarvi stralci attraverso il Chi ben comincia e poi di conseguenza ho aggiunto la Top Ten Tuesdays, che credo ormai tutti conoscerete. Si tratta di condividere con voi delle liste a tema libresco vario ideate dal blog The Broke and the Bookish. Mi sono sempre piaciute ed è giunta l'ora di portarle anche nel mio angolino. Sperò che apprezziate questa mia scelta di cambiamento. Diamo inizio quindi al post inaugurale della nuova rubrica.
Allora allora, iniziamo subito. Oggi avremo la TOP TEN BOOKS ON MY FALL TBR, ovvero vi mostrerò quelli che sono i libri presenti nella mia TBR autunnale. Ovviamente non so nemmeno io se riuscirò a leggerli tutti e sicuramente potrei cambiare letture nel corso dei mesi in base ad esigenze varie ma questi sono quelli che ho scelto oggi XD


 
1. Il primo amore sei tu di Stephanie Perkins: ho adorato lo stile dell'autrice in Anna and the French Kiss e spero di ritrovare tutto ciò che ho amato in quel libro, poi immaginata una bella storia letta accoccolata sotto una coperta, non è una bella immagine?

2. Maleficio di Rachel Hawkins: secondo capitolo della serie, uscito da pochissimo nelle nostre librerie. Ho letto con piacere il primo volume e mi aveva lasciato dentro quella curiosità che ti fa prendere quasi ad occhi chiusi un seguito. Non so bene cosa aspettarmi, ma spero che l'ironia sia presente ancora.

21 settembre 2015

Recensione "Suzie Moore e il nuovo viaggio al centro della Terra" di Anita Book

Buongiorno bellissimi! 
Scusatemi per l'assenza in quest'ultima settimana, ma per me è stato davvero impossibile riuscire a trovare un po' di tempo per scrivere. È stata una settimana piena e poco piacevole, ma ora sono qui. Con il post di oggi recensirò l'esordio di una promettente autrice italiana, si tratta di Anita Book e del suo Suzie Moore e il Nuovo Viaggio al Centro della Terra edito per la Dunwich Edizioni. Avrei dovuto leggere questo libro secoli fa, ma per una serie di cose non mi è stata possibile. Ho avuto modo e il piacere di conoscere anche dal vivo, all'ultimo Salone del Libro di Torino, l'autrice, che probabilmente già conoscerete in veste di blogger e youtuber, ed è veramente una persona adorabile. 

TitoloSuzie Moore e il Nuovo Viaggio al Centro della Terra
Autrice: Anita Book
Prezzo: 9,90 euro (ebook €2,99)
Pagine: 282
Data di pubblicazione: 8 Maggio 2015
Trama: Suzie Moore non è una ragazza come tutte le altre. Si veste in modo strano, è cinica e odia le persone. È nata in Illinois ma vive a Roma, dopo che la sua famiglia è morta tragicamente in una bufera di neve. Ama la musica ma non la scuola. Tuttavia proprio un libro cambierà per sempre la sua vita. Nascosto nel computer del preside della Scuola Americana di Roma, troverà un misterioso file che le darà accesso a un mondo di fantasia: quello descritto da Jules Verne nel suo Viaggio al Centro della Terra. Vivrà così un'avventura incredibile, al fianco del folle professor Lidenbrock e del giovane nipote Axel, il cui fascino metterà in crisi persino il suo cuore. Da Amburgo all'Islanda, dalla vetta del monte Sneffels alle profondità della Terra e là, dove Jules Verne non è mai andato e dove il confine tra finzione e realtà è un orizzonte quasi invisibile. E mentre la vita di tutti i giorni continua a scorrere, tra scuola e amici, delusioni e piccole e grandi conquiste, qualcosa dentro di lei - in un mondo diverso - le darà le giuste lezioni per superare le sue paure.
Recensione

Dare una definizione di Suzie Moore e Il nuovo viaggio al centro della Terra non è semplice, è un romanzo di avventura ma nello stesso tempo di crescita e formazione e non manca certo quel pizzico di mistero per metter su un po' di pepe alla storia che già dalle prime pagine riesce a catturare l'attenzione su di sé. Ho avuto modo di conoscere Suzie quando era ancora semplicemente una novella in cerca di una casa che potesse accoglierla, potete immaginare quindi la mia gioia alla scoperta che questo romanzo venisse pubblicato dando in questo modo un po' di spazio ad un'autrice che merita davvero di esser conosciuta. Non conoscevo la storia originale del grande classico narrata da Jules Verne ma ho potuto apprezzarla attraverso la penna di Anita Book e ho apprezzato davvero molto come è stata giocata l'alternanza delle due dimensioni e come Suzie sia riuscita ad amalgamarsi nell'avventura insieme a quelli che erano semplici protagonisti di carta.

12 settembre 2015

SORTING HAT book tag


Buon pomeriggio bellissimi!
Era tantissimo tempo che non vi proponevo un tag qui sul blog e ho deciso di cogliere l'occasione siccome sono stata taggata da Silvia di Feeling Bookish in un carinissimo tag potteroso, il Sorting Hat Book Tag. Consiste nell'impersonarsi nel cappello parlante e collocare dei personaggi non provenienti dal mondo di Harry Potter nella loro casa ideale ad Hogwarts. La trovo un'idea davvero carinissima.

Dunque:
- scegliete dalla vostra libreria tanti libri quante le persone che volete smistare
- aprite una pagina a caso di ogni libro
- il primo nome che leggerete sarà il personaggio che entrerà ad Hogwarts!

Come libri ho scelto: Il trono di ghiaccio di Sarah J. Maas, Albion di Bianca Marconero, Incantesimo di Rachel Hawkins e Champion di Marie Lu


Chi saranno i nuovi protagonisti di Grifondoro, Tassorosso, Serpeverde e Corvonero?

Sardothien Celaena ... GRIFONDORO
L'assassina di Adarlan è un modello perfetto per la casa Grifondoro. E' coraggiosa, leale e più volte ha dimostrato di non pensare solamente alla sua pelle ma di salvaguardare i più deboli o aiutare chi aveva più bisogno secondo principi rispettabili.

Cinquedraghi Marco ... SERPEVERDE
Viene da una delle famiglie più importanti, per buona parte del libro si dimostra essere una persona arrogante e piena di sé, sempre pronta a prevalere sugli altri e a comandare, sembra quasi di intravedere Draco Malfoy.

Sophie Mercer ... TASSOROSSO
Sophie è una strega che non sa gestire ancora pienamente i suoi poteri, appare goffa e impacciata ma è subito pronta ad avvicinarsi alle persone che vengono isolate dagli altri e aiutarle.

Iparis June ... CORVONERO
Il cappello parlante è stato molto indeciso con lei. Poteva essere una perfetta Grifondoro ma ha deciso di puntare tutto sulla sua intelligenza da ragazza Prodigio per mandarla nei Corvonero.

Vi piace questo tag? Cosa pensate delle mie scelte?
Siete tutti taggati!

Un bacio,
Giò

11 settembre 2015

Buon 3° BlogAversary Walks with Gio


In questi giorni ho avuto qualche pensiero per la testa e ieri stava quasi per sfuggirmi di mente che non era un giorno qualunque ma uno di quelli davvero importante, importantissimo direi da tre anni a questa parte. Era ormai tardi per riuscire ad impostare il post che volevo ed è per questo che ho lasciato a facebook un breve pensiero per ricordare questo giorno con voi, ma non potevo lasciar correre senza dedicargli un post speciale. So di essere una brutta persona a volte, con i miei momenti, le mie assenze ingiustificate ma mai e poi mai avrei potuto dimenticarmi di tutti voi. Sì, perché se il mio angolino è quello che è lo devo unicamente a voi, Walks with Gio non potrebbe esistere senza la vostra presenza costante. Io continuerei a leggere, senza dubbio, ma voi siete l'anima che tiene sempre vivo questo mio angolo di paradiso, anche quando qualche certezza viene meno e i dubbi dilagano tanto velocemente quanto scompare l'autostima. Per questo oggi, con un giorno di ritardo, vi volevo ringraziare e festeggiare insieme questo Terzo Compleanno di Walks with Gio. Sembra ieri che decisi di essere coraggiosa e lanciarmi in questa avventura, invece è passato già tutto questo tempo. Mai e mai avrei pensato che sarebbe andata così, ero convintissima non sarebbe durata e già solo questo mi riempe di orgoglio. Nell'ultimo anno sono stata molto meno presente rispetto a ciò che avrei voluto. Ho avuto troppo spesso blocchi che mi hanno impedito di leggere e scrivere, mi sono rimproverata tante volte e altrettante mi sono arrovellata il cervello per capire perché succedesse ma per l'anno che verrà spero di essere una persona migliore in tutto e per tutto, partendo dai miei impegni da blogger. Proprio in questa direzione ho iniziato a muovermi dal ritorno dalle vacanze per cercare di essere più responsabile, perché amo il mio angolino. Ci sono colleghe blogger che sono diventate ormai amiche importanti a cui devo molto, spesso sono loro a darmi quella scossa necessaria per andar avanti sempre. Per cui grazie ad Amaranth de La Bella e il cavaliere, a Glinda de L'Atelier dei libri, a Giovanna de L'Antro di Aredhel, a Martina di Liber Arcanus, a Franci de Coffee and Books, a Mys e Mel de The Bookshelf e a Claudia. E grazie a tutti voi che decidete di dedicare uno stralcio del vostro tempo per leggermi. 

Momento *Free Hugs*
Bene, ora che vi ho abbracciato uno ad uno e ho versato un po' di miele in questo post siete liberi di andare. Avrei voluto organizzare qualcosa di più carino e meno improvvisato, ma ehi mai dire mai.

Un bacio,
Giò

9 settembre 2015

New Tattoo e WWW Wednesdays #45

Buon pomeriggio bellissimi! 
Come state? Io sto ancora aspettando con ansia il risultato dell'esame svolto la scorsa settimana, si fa attendere, e nel frattempo dovrei rimettermi a studiare. Nel post di questo mercoledì volevo raccontarvi una piccola cosa di me. Sono circa sei anni che progetto il mio secondo tatuaggio, precisamente subito dopo aver fatto il primo. In questi sei anni sono cambiate tante cose, ma certe passioni grandi sono rimaste e forse sono ancor più vivide di allora. Questo è uno dei motivi che mi ha spinto ieri a recarmi dalla tatuatrice per incidere sulla pelle una di quelle parole che mi è entrata dentro, una promessa se vogliamo. Non è stato semplice trovare il giusto tatuaggio, cercavo qualcosa che mi rappresentasse appieno e siccome progettavo di farlo insieme a mia sorella, un qualcosa che valesse per entrambe. È così che ho deciso di tatuarmi all'interno del polso destro la parola Always. La mia versione però è un po' particolare, ho scelto infatti quello con la A a forma di doni della morte (mia sorella invece una cosa diversa). Ho scelto questo perché quando l'ho visto ho capito che poteva essere lui soltanto quello giusto, perché aveva per me un valore ancora più grande aprendo le porte dell'universo di Harry Potter. Perché insieme a mia sorella e alla musica (sono molto legata alla canzone Always), Harry e in generale la lettura sono il mio sempre. E come dice Piton: "After all this time? Always." Spero di non avervi annoiato troppo con il mio blaterare, ma ci tenevo tanto a condividere questa parte di me con voi. Ora però torniamo alla normalità con il WWW Wednesdays di oggi :D

What are you currently reading? 
(Cosa stai leggendo?)

 

Allora allora, ieri sera giusto per restare in tema ho iniziato la rilettura di Harry Potter e la Pietra Filosofale nella versione della nuova traduzione. Lo so che ho un mucchio di letture che dovrebbero avere la precedenza, ma che ci volete fare..avevo bisogno di tornare a Hogwarts e sentirmi nuovamente a casa. Oggi, invece, inizierò la buddy read de L'incastro (Im)perfetto di Colleen Hoover insieme alla mia amica Claudia, spero che non mi deluda perché ho delle aspettative molto alte, come sempre con la Hoover direi.

What did you recently finish reading? 
(Cos'hai appena finito di leggere?)


Ho finito ieri il meraviglioso Il trono di ghiaccio di Sarah J. Maas. Chi mi segue anche su goodreads già saprà della mia cotta per Chaol e dell'infinito feels che ho provato per questo libro. Vi dirò meglio ovviamente nella recensione. Spero di non dovervi far attendere troppo per pubblicarla. Non so come sto facendo a trattenermi dal buttarmi dritta nel seguito, giuro che vorrei farlo ma il buon senso mi sta suggerendo di aspettare ancora un pochetto, ma non so per quanto ancora saprò dargli retta.

What do you think you'll read next? 
(Cosa leggerai in seguito?)


So benissimo di avere una lista lunga non so quanto di libri che devo leggere, ma il 15 Settembre uscirà Il primo amore sei tu di Stephanie Perkins e io non credo di poter resistergli. C'è da notare anche che avendo due libri in lettura al momento, ed è una cosa che io non faccio mai di solito perché non sono brava a gestirle contemporaneamente, penso proprio che non avrò finito prima del 15, quindi è perfetto :P Vedremo poi se ci saranno cambi di programma inaspettati. 

Fatemi sapere in un commento cosa pensate di queste letture e quali saranno le vostre!

Un bacio,
Giò

4 settembre 2015

Recensione "Quanto ti ho odiato" di Kody Keplinger

Buon pomeriggio miei bellissimi lettori!
Eccomi con una nuova recensione. Come vedete sto cercando di recuperarle un po' alla volta. Ora sono in momentanea pausa dallo studio nel frattempo che attendo i risultati dell'esame che ho fatto in settimana. Fingers crossed. Oggi vi parlo di Quanto ti ho odiato di Kody Keplinger, che come sapete ho letto durante il viaggio a Barcellona, conosciuto da molti con il titolo originale The D.U.F.F. è stato recentemente pubblicato dalla Newton Compton. Dal 19 agosto, invece, è in programmazione nelle sale cinematografiche il film tratto da libro, L'A.S.S.O. nella manica di cui però vi parlerò a fine recensione.  

Titolo: Quanto ti ho odiato
Titolo originale: The Duff
Autrice: Kody Keplinger
Editore: Newton Compton
Prezzo: 9,90 euro (ebook €4,99)
Pagine: 288
Data di pubblicazione: 16 Luglio 2015
Trama: Bianca Piper ha diciassette anni, è cinica ma leale e sa benissimo di non essere la più carina tra le sue amiche. D'altronde sa anche di essere più sveglia e intelligente rispetto a molte sue coetanee, che si lasciano incantare dal fascino di ragazzi come Wesley Rush, il più corteggiato e viscido della scuola. Bianca infatti detesta Wesley. Ma dato che le cose in famiglia non vanno granché bene e Bianca è alla disperata ricerca di una distrazione, un giorno si ritrova a baciare proprio Wesley. E... scopre che le piace! Tanto che, sempre più desiderosa di fuggire dai propri problemi familiari, finisce per farci sesso e per ricorrere a questo "diversivo" ogni volta che qualcosa va storto. Ma quando viene fuori che Wesley è bravo ad ascoltare e che anche la sua, di vita, è più scombinata del previsto, Bianca intuisce che la situazione le sta sfuggendo di mano e si rende conto con terrore che potrebbe essersi innamorata proprio del nemico...
Recensione

<<Una cosa accomunava tutte. Eravamo tutte puttane, zoccole, santarelline o DUFF. Io ero la DUFF. Ed era una cosa buona. Perché chi non si sente la DUFF probabilmente non ha amiche. Tutte le ragazze si sentono brutte, a volte. Perché avevo impiegato così tanto tempo per capirlo? Perché mi ero arrovellata tanto su quello stupido nomignolo quando era così semplice? Sarei dovuta andare fiera di essere la DUFF. Fiera di avere grandi amiche che, nelle loro teste, erano DUFF in confronto a me.>>

Ho adocchiato Quanto ti ho odiato di Kody Keplinger ancor prima di venire a sapere che la Newton l'avrebbe tradotto e portato qui in Italia. Allora era semplicemente The Duff e un'amica me ne aveva parlato entusiasta sapendo che avrei potuto apprezzarlo. Da quel momento ho sempre sperato che arrivasse, avendo così la possibilità di leggerlo. 
In Quanto ti ho odiato si racconta la storia di Bianca Piper, liceale, diciassettenne come tante, forse solamente più in carne e meno carina delle sue migliori amiche, Jessica e Casey. Fino ad allora questo non era mai stato un problema per Bianca. Lei era cinica, leale, molto intelligente e aveva doti che le ragazze carine ma senza cervello si potevano sognare. Tutto questo le bastava, finché Wesley Rush con molta naturalezza si lasciò sfuggire che lei era la DUFF, Designed Ugly Fat Friend ovvero l'amica bruttina e cicciottella prescelta dal gruppo per far sembrare le amiche ancor più belle. Wesley sosteneva che socializzare con la DUFF portava punti in più per arrivare alle amiche fighe. La sua insensibilità gli costò cara, una Coca-Cola Cherry sulla maglietta per difendere l'orgoglio ferito.