16 dicembre 2015

Gruppo di Lettura: Let it snow - Seconda Tappa: Recap Un cheertastico miracolo di Natale



Buon pomeriggio miei bellissimi lettori!
So di essere un po' sparita in questo periodo, ma a tutto c'è un perché. Mi sono trovata a non riuscire a gestire bene i tempi e così ho latitato. Ieri si è conclusa la seconda tappa del GRUPPO DI LETTURA dedicato a Let it snow organizzato in collaborazione con The Bookshelf.

UN CHEERTASTICO MIRACOLO DI NATALE

Il secondo racconto, Un cheertastico miracolo di Natale di John Green, vede come protagonisti tre amici: Tobin, JP e Il Duca, che a discapito dalle apparenze legate al nome è una ragazza.
Siamo alla Vigilia di Natale e i nostri protagonisti sono alle prese con una maratona di film di James Bond quando ricevono una telefonata da un loro amico, Keun, che li inciterà ad affrontare una bella avventura immersi nella neve, nonostante la bufera, per raggiungere la Waffle House, armati di Twister, per assistere al cheertastico miracolo di Natale avvenuto in quella piccola cittadina che è Gracetown. La loro missione più volte pare essere impossibile, nemmeno Carla, il suv dei genitori di Tobin, sembra riuscire a compiere l'impresa e ne uscirà alquanto malconcia come un soldato valoroso nella sua battaglia. Tobin, JP e Il Duca, però, sono molto più determinati e incoscienti e decidono di proseguire a piedi seguendo la scia immaginaria lasciata dai waffle al formaggio e dalle crocchette, avendo come punto di riferimento l'insegna gialla illuminata della Waffle House. Alla fine, un miracolo cambierà davvero il loro Natale rendendolo più "dolce".

IL MIO PARERE

Una cosa l'ho capita dopo aver letto due racconti su tre, non avere troppe aspettative. Non è una cosa facile se davanti in calce trovi il nome di John Green, mentre era molto più semplice da attuare per un'autrice che non conoscevo affatto prima di avvicinarmi a Let it snow. Perché questa premessa? Perché forse da Green mi aspettavo qualcosa in più. Non nego che sia stato piacevole leggere il racconto, forse non sapevo nemmeno io cosa aspettarmi ma non ci sono state le emozioni forti che avrei voluto ma questo penso sia, almeno in parte, dovuto al formato. Un racconto non è un libro, questo è sicuro. Ammetto però che mi ha fatto sorridere molto, sopratutto sul finale. Ho passato delle ore piacevoli tra le sue pagine. L'atmosfera natalizia c'era e questo mi è bastato. Mi è piaciuto molto vedere come le storie si intrecciassero tra loro: la Waffle House, Stagnola e persino Stuart è stato citato nuovamente. Non posso non ammettere però di aver storto leggermente il naso leggendo certe cose, infatti il personaggio di Keun proprio non mi è piaciuto mentre ho apprezzato parecchio Il Duca, anche se forse il finale può essere un po' forzato nella velocità di cambiamento tra i due protagonisti. Nel complesso posso dire che Il cheertastico miracolo di Natale è stato una lettura piacevole.

IL RACCONTO IN UNA GIF

La mia visione del finale
CALENDARIO TAPPE

26 Novembre Walks with Gio e The Bookshelf ›› Introduzione e iscrizioni
2 Dicembre Walks with Gio ›› Inizio prima tappa con post dedicato
Dal 2 al 8 Dicembre ›› Prima tappaJubilee Express, Maureen Johnson
9 Dicembre The Bookshelf ›› Recap prima tappa e inizio seconda
Dal 9 al 15 Dicembre ›› Seconda tappaUn cheertastico miracolo di Natale, John Green
16 Dicembre Walks with Gio ›› Recap seconda tappa e inizio terza
Dal 16 al 22 Dicembre ›› Terza tappaIl santo patrono dei maiali, Lauren Myracle
23 Dicembre The Bookshelf ›› Recap finale e consegna premi

Ora tocca a voi! Non vedo l'ora di conoscere il vostro parere, sbizzarritevi con i vostri aneddoti legati alla lettura. Let's get started party hard! Vi ricordo che l'appuntamento è la settimana prossima su The Bookshelf con il recap de Il santo patrono dei maiali.

Un bacio,
Giò

2 dicembre 2015

Gruppo di Lettura: Let it snow - Prima Tappa: Let's get started


Buongiorno miei bellissimi lettori!
Inizia oggi, finalmente direi, il Gruppo di Lettura dedicato a Let it Snow ma vi ricordo che le iscrizioni resteranno aperte per tutta la durata e vi basterà commentare questo post oppure quello sul blog di Mel e Mys per partecipare. Il post introduttivo che segna l'inizio di questo GdL si terrà sul mio blog, vi introdurrò nell'atmosfera di questo romanzo ma intanto voi ditemi, vi siete procurati il libro? Siete pronti ad iniziare?

LET'S GET STARTED

Che i 76 Hung.. ops ho sbagliato, pensavo ancora al mio amatissimo Finnick, dicevo che la lettura abbia inizio. Vi ricordo che oggi inizia la prima tappa del GdL, avremo tempo di leggere il primo racconto, Jubilee Express di Maureen Johnson, fino all'8 dicembre dopo di che ne parleremo insieme nel recap che troverete sul blog The Bookshelf il 9 dicembre. 

L'INCIPIT
JUBILEE EXPRESS

Era la sera della vigilia di Natale.
Anzi, per essere più precisi era il pomeriggio della vigilia di Natale. Ma prima che vi conduca nel cuore pulsante dell’azione, chiariamo subito una cosa. So per esperienza che se saltasse fuori più avanti, ne sareste così distratti da non riuscire più a concentrarvi sul resto di ciò che vi dico.
Il mio nome è Jubilee Dougal. Fermatevi un momento per abituarvi all’idea.
Visto? Ad affrontarlo in questo modo, non è poi così tremendo. Ora, immaginate se nel bel mezzo di una lunga storia (come quella che sto per raccontarvi), vi buttassi lì: «Ah, a proposito, io mi chiamo Jubilee». A quel punto, non sapreste più come reagire.
Il nome Jubilee fa un po’ spogliarellista, lo so. Forse pensate che abbia anche sentito il richiamo del palo, ma non è così. Se mi vedeste, capireste quasi subito che non sono una spogliarellista (almeno, credo). Ho i capelli neri a caschetto. Per metà del tempo porto gli occhiali e per l’altra metà le lenti a contatto. Ho sedici anni, canto in un coro e partecipo alle Olimpiadi di matematica. E gioco a hockey su prato, attività che non ha niente a che vedere con quella grazia sinuosa e oleata che per le spogliarelliste rappresenta lo strumento del mestiere. (Non ce l’ho con le spogliarelliste, nel caso qualche spogliarellista stesse leggendo. È solo che io non lo sono. In tema di spogliarelli, ho giusto qualche perplessità sul lattice. Penso che il lattice possa danneggiare la pelle perché non le permette di respirare.)
La mia obiezione è che Jubilee non è un nome, al massimo è una festa. Nessuno sa di che tipo, però. Avete mai sentito di qualcuno che ne organizzava una? E se anche fosse, voi ci andreste? Io no. Sembra tanto una di quelle occasioni in cui si noleggia un grande gonfiabile, si appendono i festoni e si predispone un piano complicato per la raccolta dei rifiuti.
 LE COVER

 
Ammetto di non conoscere a quali edizioni appartengono, ma queste sono le cover di Let it snow che sono riuscita a scovare sul web. L'ultima so per certo si tratti dell'edizione portoghese che trovo davvero molto carina con tutte quelle lucette. Per una volta posso dire che mi piacciono parecchio praticamente tutte le versioni, ma forse la mia preferita è la prima. La versione italiana non mi dispiace anche se l'avrei resa diversamente. Sono stata però talmente entusiasta del suo approdo in Italia che non mi sono preoccupata troppo della cover scelta. Desideravo leggerlo e ora posso, questo mi basta.

CALENDARIO TAPPE

26 Novembre Walks with Gio e The Bookshelf ›› Introduzione e iscrizioni
2 Dicembre Walks with Gio ›› Inizio prima tappa con post dedicato
Dal 2 al 8 Dicembre ›› Prima tappa: Jubilee Express, Maureen Johnson
9 Dicembre The Bookshelf ›› Recap prima tappa e inizio seconda
Dal 9 al 15 Dicembre ›› Seconda tappa: Un cheertastico miracolo di Natale, John Green
16 Dicembre Walks with Gio ›› Recap seconda tappa e inizio terza
Dal 16 al 22 Dicembre ›› Terza tappa: Il santo patrono dei maiali, Lauren Myracle
23 Dicembre The Bookshelf ›› Recap finale e consegna premi

Il mio post che introduce la prima tappa finisce qui. Spero di avervi incuriosito con l'incipit (anche a chi non pensava ancora di partecipare) e con le cover! Sono proprio curiosa di scoprire quali sono le vostre preferite. Ci ritroveremo allora il 9 dicembre sul blog di Mel e Mys per commentare insieme il racconto. Buona lettura a tutti! Io non vedo davvero l'ora di iniziarlo :)

Un bacio,
Giò